Covid. Lo Palco: Ora che i giovani tornano ad uscire possono riportare virus in famiglia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Penso che l’indice Rt sia uno strumento che arriva troppo tardi, su dati vecchi, utile per chi fa epidemiologia, per gli studiosi, meno per interventi tempestivi. Soprattutto in questa fase dell’epidemia”. Lo afferma professor Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore della Sanità in Puglia, in un’intervista a ‘Il Messaggero’.

”Mi rende molto felice il fatto che finalmente si ricorra a un meccanismo più semplice. Quello in vigore ha troppi cavilli, a partire dai 14 giorni in cui resti bloccato in un colore prima di potere cambiare. Serviva un sistema assai più comprensibile e lineare e quello proposto mi sembra rispondere a questa esigenza. C’è solo una cosa che non mi convince. Giusto assegnare più importanza all’incidenza, ma dovremmo cambiare il modo di calcolarla. Oggi si ricorre semplicemente al dato che emerge da tutti i tamponi eseguiti. Ma in questa fase dell’epidemia, in cui sempre più persone sono state vaccinate e tra di loro ci sono le categorie maggiormente a rischio, questo dato potrebbe essere poco utile. Sarebbe forse meglio calcolare l’incidenza solo sui casi sintomatici o addirittura sul numero dei ricoveri. In questo modo si riuscirà ad avere un quadro più realistico della situazione”.

Per Lopalco ”questa ondata pandemica è passata, mi pare evidente ormai che si vada a fasi. Però sono ottimista, non sono tra coloro che si aspettano una quinta, una sesta ondata e via di questo passo”. Il rischio però è che ‘ci sono ancora molte persone positive e questo potrebbe causare uno stillicidio di contagi nella coda dell’ondata. Ora che i giovani tornano ad uscire, a incontrarsi, possono riportare in famiglia il virus, alimentare nuovi focolai e, purtroppo, anche ricoveri e decessi”.

Fonte Adnkronos

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. secondo te i giovani in Italia fin oggi sono rimasti chiusi in casa, ma mi faccia il piacere, stia zitto

  2. Ce rutt o cazz,basta con questo TERRORISMO!!!!!Avete tolto 1 anno e mezzo di vita a milioni di giovani e bambini che nessuno gli restituirà,tutti asserviti al SISTEMA ed al MAINSTREAM.
    Lopalco,Pregliasco,Galli,Bassetti,Burioni,Viola,Capua,Crisanti,etc etc….
    Ma chi cazz sit?Ma chi ve sape?Ma chi eravate??
    Ten ragione Sgarbi:”Tornerete nel Nulla da cui venite!!”
    Verrà fuori la verità, ed una nuova Norimberga ci sarà.
    “Potete ingannare tutti per qualche tempo o qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre”
    Abraham Lincoln

  3. se tutti questi sapientoni messi in bella vista dai governi andassero a fare in cul…..di covid non se ne parlerebbe e si vivrebbe tranquilli ma questi parlano e si mettono in mostra solo per i loro fini pecuniari dati dalla televisione e dai partitini.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.