Festa Salernitana, lo scrittore De Giovanni: “Cori contro Napoli senso di inferiorità”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
87
Stampa
Lo scrittore Maurizio De Giovanni, noto anche per la sua passione per il Napoli, ha scritto ieri sul “Corriere del Mezzogiorno” un commento dal titolo “Cori inspiegabili nella stessa terra”. In riferimento alla festa promozione della Salernitana in serie A, De Giovanni ha censurato il comportamento dei tifosi granata: “Quei cori contro Napoli – ha scritto testualmente – lo diciamo con forza, sono espressione di un provinciale e poco intelligente senso di incompiutezza e inferiorità….”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

87 COMMENTI

  1. A proposito di superiorita’”, Napoli, ed inferiorita’, salerno; Sig di Giovanni, le voglio raccontare che ogni qualvolta, per motivi di lavoro o per altro, salgo lo stivale ed incontrando le persone mi chiedono ” “di dove sei?” ed io rispondo “sono di Salerno” questi mi guardono in modo sprezzante e pensano “e’ un napoletano” allora davvero mi sento molto inferiore e mi vergogno di essere considerato napoletano.

  2. Lo scrittore, che non è uno così alla Maradona jr, e pertanto mi meraviglia questa sua uscita, evidenziando il presunto nostro complesso di inferiorità non fa altro che rimarcare il proprio di superiorità. Il problema è che apparteniamo tutti ad una stessa terra con profonde radici in comune e che ben vengano gli sfottò ma altra cosa l’odio o il tentativo di questi giorni di fomentarlo. Avendo lavorato a Napoli mai ho percepito odio nei nostri confronti, cosa invece frequente e percepibilissimi nei tifosi azzurri della nostra provincia. Credo che siano stati loro in primis ad inasprire gli animi tra le due tifoserie.

  3. Sui cori possiamo anche discutere, ma che noi Salernitani ci sentiamo inferiori ai Napoletani questo te lo puoi scordare.

  4. Tutto per la felicità dei giornalai. Andate in piazza per il vostro futuro, altro che il calcio

  5. Mamma mia e come sono permalosi sti napoletani; cori e sfottò fanno parte del calcio siate più umili invece di credervi sempre i migliori al mondo! Magnatv n’emozione ma soprattutto Magnatv o Limoooon!!!

  6. Egregio signor De Giovanni, ebbi il …piacere di assistere alla presentazione di un suo libro alla Feltrinelli di Salerno ed ebbi proprio l’impressione di un provincialismo e di un senso di inferiorità, suo, come napoletano, nei confronti della Juventus.
    Forse con i torinesi non si sente conterraneo?
    Forse la stessa terra è per lei la Campania e non l’Italia?
    Forse i campani (i napoletani) non sono italiani?
    Forse i cori dei napoletani contro la Juventus sono giustificati e quelli dei salernitani contro il Napoli sono da considerarsi peccato capitale?
    E’ solo campanilismo, di cui il calcio vive.
    Saluti

  7. Sig. De Giovanni , proprio perché un sociologo,non mi sarei mai aspettato questa scivolata…Posso anche essere d’accordo sui cori beceri da parte comunque di una parte di tifosi che certamente non rappresentano la maggioranza dei tifosi salernitani… ma addebitare questo comportamento a tutta la tifoseria, a tutta la città e a tutta la provincia fa si che anche la Sua dichiarazione, caro sig.De Giovanni, e’ più becera degli stessi beceri cori di una parte della tifoseria Salernitana. Mi verrebbe da dire , caro sig. De Giovanni, che anche Lei è un camorrista in quanto nella sua città “superiore’ una parte dei suoi concittadini sono dei CAMORRISTI !!!

  8. Ultimo Salernitana Napoli, testimone oculare ….nel prepartita un pullman di gruppo ultra del Napoli …arrivo sotto la tribuna e scesero tutti incappucciati con bastoni ed altro in mano ….durante la partite le comiche ….dalla Curva Nord parte un fumogeno neo distinti che per poco non colpi un tifoso della provincia di Salerno di fede azzurra 😂…morale giornalai scrittori della domenica evitate di buttare benzina sul fuoco ….
    Siete vergognosi!

  9. I cori contro i napoletani sono una vergogna tutta salernitana, lo scrittore ha ragione. Tuttavia, a parte qualche commento di felicitazioni da parte di qualche tifoso della squadra azzurra, non mi sembra di aver notato un particolare entusiasmo

  10. Mai scadere nell’insulto gratuito ma una domanda io me la pongo. Chi frequenta gli stadi e conosce il mondo del tifo sa che gli stessi cori sarebbero venuti fuori a Bari, Foggia, Lecce, Reggio Calabria, Messina, Palermo e chi sa quante altre città del centro sud. Perché sempre e solo nel caso di Salerno si parla di senso d’inferiorità? Ma poi in riferimento a quale terra? Perché la Campania dovrebbe essere diversa dal resto del Sud Italia? Le migliori menti di Napoli si scomodano per commentare i cori di un pugno di ragazzini su di giri. Il sospetto che dietro ci sia una strumentalizzazione io ce l’ho. In caso contrario saremmo alla follia totale.

  11. Ha ragione, non ha senso un coro del genere. Dobbiamo pensare a inneggiare la nostra squadra, chi se ne frega del Napoli o Avellino ecc. Pensiamo a noi!

  12. E meno male che dicono di non calcolarci…
    Hanno un enorme complesso di superiorità, e tutto ciò che non sia napolicentrico è considerato reato di lesa maestà.
    È la nostra promozione, festeggiamo come vogliamo e con i cori che vogliamo. Che continuino ad ignorarci (come dicono di fare… a chiacchiere…)…

  13. Quando siamo noi salernitani a cantare “noi non siamo napoletani”, volendo così rimarcare una nostra precisa identità e differenza territoriale, quella non è goliardia, ma “senso di inferiorità”; invece quando a napoli, in occasione delle eliminazioni europee della Juve, si sparano i botti manco fosse capodanno, si augura la morte di giocatori e allenatori (professionisti stipendiati) che commettono l’ “onta” di cambiare casacca per arrivare a giocarsi qualcosa d’importante, o s’ inneggia di dare alle fiamme Roma Capitale, quello cos’è per il signor De Giovanni, un simpatico sfottó?!
    Non c’è niente da fare: istruiti o meno, intellettuali o no, i napoletani si confermano sempre chiagnulenti, chiagnazzari e affetti da un SENSO DI PROVINCIALISMO becero da far impallidire, a confronto, l’ultimo dei provinciali che loro tanto denigrano!
    Il bello è che, a parlare con loro, si sentono, quasi quasi, metropolitani mittel-europei 😅😅😅😄 Sono proprio distanti anni luce..
    W Salerno
    Forza Salernitana ❤️🇱🇻

  14. Purtroppo si ha il pessimo vizio di associare mille coglioni che vanno allo stadio x offendere chiunque , con intere città popolate da persona normali. I mille tifosi di Salerno, sono gli stessi di Bergamo, di Verona , di Napoli che vanno allo stadio x distruggere. Con gli stadi chiusi siamo stati da un anno in santa pace , senza violenza e confusione. Se tornare negli stadi significa riprendere a fare la guerra, restate a casa a vedere lo sport.

  15. Non sono d’accordo con chi dice che quel napoletano ha ragione. Ragione su cosa? Relativamente sui cori, assolutamente no riguardo al “senso di inferiorità. Indubbiamente calcisticamente non abbiamo molto in comune, così come il NAPOLI NON HA NIENTE IN COMUNE CON JUVE (che state a nominare in continuazione) INTER E MILAN, ma questo che c’entra?
    No caro sig. Giovanni, non è che noi non siamo napoletani, noi siamo FIERI di non essere napoletani come lei che non è altro che un ipocrita, caratteristica prettamente napoletana.

  16. Cari tifosi granata….i voti gli sfottò e quant’ altro vanno accettati nel momento in cui ci si incontra e si combatte su un campo di calcio….so oltre venti anni che marcite in categorie inferiori e non appena mettete il piede in serie a pensate a offendere noi napoletani….non ci sentiamo ne inferiori ne superiori e che non vi consideriamo proprio come squadra di calcio….

  17. L’ipocrisia salernitana è abbastanza nota, addirittura se ne parla, chissà quanto a sproposito, in relazione ad un antico fregio bifronte. Comunque sia, la cosa brutta a Salerno è che stiamo sempre a misurarci rispetto ad altri. Facciamolo sul calcio, il resto sono cose veramente da folklore medievale.

  18. Napoli sia orgogliosa di Napoli. Ne ha ben donde.
    Salerno però se permettete è orgogliosa di Salerno e della sua
    incomparabile Provincia. (Cilento e Costa d’Amalfi siamo noi!).

    Sommando il tutto la Campania, regione perla di una Nazione perla,
    ha delle bellezze planetarie, da camparci mille anni.
    Ci vediamo in Serie A. 🙂

  19. Certo che siamo unici: oltre ottanta commenti, con tutte le notizie serie che si possono commentare su questo ricco giornale pieno di articoli. Mah

  20. Lo scrittore ha bisogno di farsi un po’ di pubblicità. È uno di quei napoletani che offendono la Campania con la propria interiorità…

  21. Come disse il marchese del grillo…napoli è napoli! Voi non siete un cazzo! Al gol di zaza salerno fu riempita di manifesti hahaha vi tocca tifare qualche squadra del nord per addolcire la vostra inferiorità! Napoli tifa napoli! Salernitani senza patria ne radici del nord sei il sacrificio! Hahaha

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.