Baronissi: alta velocita’, si costituisce il comitato dei sindaci Valle dell’Irno – Irpinia – Sannio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Nasce il comitato dei sindaci della Valle dell’Irno – Irpinia – Sannio a sostegno dell’Alta Velocità Roma-Reggio Calabria. Il consigliere regionale Luca Cascone, presidente della Commissione consiliare urbanistica, lavori pubblici e trasporti, ha preso parte ieri al confronto promosso dal sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante con i territori potenzialmente interessati dallo sviluppo dell’Alta Velocità da Roma a Reggio Calabria.
Presenti gli amministratori dei Comuni di Avellino, Atripalda, Bracigliano, Calvanico, Mercato San Severino, Pellezzano, San Michele di Serino, Siano, Solofra e Baronissi, per vagliare insieme gli scenari e le possibilità dell’opera nell’area della Valle dell’Irno.
Un’ipotesi progettuale di Rfi che, nell’ambito del lotto funzionale “Salerno-Battipaglia”, prevede il prolungamento della linea Alta velocità esistente verso la città di Battipaglia (già ipotizzata in un progetto preliminare sviluppato tra il 2003 ed il 2005) con una nuova fermata dell’Alta Velocità all’altezza del comune di Baronissi, intersecando la linea Salerno – Mercato San Severino – Avellino.
“Un progetto che se realizzato avvicinerebbe l’Alta Velocità alla valle dell’Irno e alla provincia di Avellino – spiega il sindaco Gianfranco Valiante – che ridurrà i tempi di percorrenza tra i capoluoghi e permetteranno un miglior collegamento con le aree interne. Per questo motivo, con i colleghi del territorio, abbiamo deciso di costituire un comitato del sindaci a sostegno dell’ipotesi progettuale per non perdere questa opportunità che è strategica per il rilancio complessivo dell’area e un più forte coinvolgimento delle aree interne”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Serve la fermata del treno dentro il campus universitario, altrimenti la tratta SA-AV non serve a niente.

  2. Ma vi rendete conto della inutilità di una stazione AV a meno di 20 chilometri da un’altra non ha alcun senso e va esattamente contro il concetto dell’alta velocità stessa? Solo proclami senza logica.

  3. x Anonimo: magari fosse solo quello il problema; se il progetto è ancora quello originale, prevede lo sventramento di kilometri di montagne e l’eliminazione dell’azienda vinicola più rinomata della provincia (Montevetrano) che si trova nel territorio di san Cipriano Picentino. Non era megli potenziare quello che già esiste?

  4. anziché avere l’AV/AC su quella tratta, in primis servirebbe avere una fermata nel campus universitario poi si può parlare casomai di gestire meglio il trasporto su gomma, aumentando le frequenze da e per la stazione di Salerno, gestire – in accordo con RFI – una rete di trasporto ferrata che possa far coincidere i treni regionali ed i regionali veloci così come i treni locali, così da incastrarne gli orari con FS e con Italo.
    Avere una stazione a Baronissi, una a Salerno, una a Battipaglia? ma di cosa parliamo? Capisco Battipaglia che andrebbe a unificare una zona molto vasta ma l’avellinese si può gestire su gomma ed il beneventano a seguire oppure con collegamenti rapidi con Napoli Centrale e/o Afragola AV

  5. Per avvicinare la fermata della metropolitana a questi comuni( Avellino compreso non arrivano a 150 mila persone) di 10 minuti ….. Salerno- pontecagnano( 170 mila persone devono arrivare a Baronissi….. poi tutti turisti che vanno in costiera amalfitana devono cambiare a Baronissi per scendere a Salerno, congestionando il traffico ulteriormente in un imbuto che non prevede neanche una linea ferroviaria decente?
    Non Basta L’ Università ora dobbiamo avvicinare anche l’alta velocità.

  6. Ja ma a che serve!! Si chiama alta velocità perché deve fare fermate veloci e strategiche. Non puoi fermare a Baronissi e dopo 5 km a Salerno altrimenti si chiama treno Metropolitano.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.