Covid: preoccupa la variante indiana, in Italia almeno 52 casi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Sono al momento 52 i casi di variante indiana segnalati in Italia, sulla base delle sequenze del virus SarsCoV2 trasmesse alla banca dati internazionale Gisaid. Le ha individuate la ricerca condotta da Angelo Boccia e Rossella Tufano, del gruppo di Bioinformatica del Ceinge-Biotecnologie avanzate coordinato da Giovanni Paolella. «Il dato si riferisce del numero delle particelle virali delle quali è stata fatta la sequenza e non al numero dei casi reali presenti in Italia: andando avanti avremo nuovi numeri», precisa il genetista Massimo Zollo, dell’Università Federico II di Napoli e coordinatore della Task force Covid-19 del Ceinge.

Della variante indiana B.1.617 sono state finora identificate tre “sotto-varianti” chiamate B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3. I dati più recenti disponibili, relativi al 14 maggio, indicano che delle 52 sequenze del virus con la variante indiana rilevate in Italia, tre sono del tipo B.1.617.1 e 49 del tipo B.1.617.2; nessuna sequenza al momento appartiene al tipo B.1.617.3. Per quanto riguarda la distribuzione geografica, i 3 casi della variante B.1.617.1 sono stati individuati in Veneto (1), Liguria (1) e Lazio (1). Dei 49 casi della variante B.1.617.2, la maggior parte è stata individuata nel Lazio (66%), dove nella zona di Sabaudia (Latina) era stata individuata più grande concentramento di persone con questa variante; le altre sequenze provengono da Trentino Alto Adige (14%), Lombardia (10%), Puglia (6%), Friuli Venezia Giulia e Sicilia, ciascuno con il 2%.

«E’ una fotografia della situazione al 14 maggio delle sequenze depositate ma questo non è la situazione che rappresenta l’incidenza della variante in Italia, e questi rapporti potrebbero cambiare», osserva Zollo. E’ vero per l’Italia come per l’Europa, dove la concentrazione prevalente della variante indiana è attualmente in Gran Bretagna, grazie al massiccio programma di sequenziamento nazionale promosso nel Paese, e nel resto d’Europa i valori rilevati in Italia sono confrontabili a quelli di Francia, Irlanda, Belgio e Danimarca. Nel resto del mondo concentrazioni della variante sono presenti in Australia, Nuova Zelanda, Indonesia e Sri Lanka.

Quella indiana è una variante complessa, nella quale si trovano alcune mutazioni tipiche di quella inglese B.1.1.7 e alcune della variante nigeriana B.1.1.207, e altre mutazioni non presenti su altre varianti, osserva Zollo, come quelle che riguardano una zona diversa dalla parte della proteina Spike chiamata Rbd e che si lega alla porta d’ingresso del virus nella cellula, il recettore Ace2. «In particolare la variante indiana – prosegue – ha stessa mutazione della variante isolata in California e di quella sudafricana B.1.351. E’ una mutazione che tutti i virus della famiglia SarsCoV2 si sono adattati ad avere: è una mutazione che si sta adattando a trovare interazioni diverse e sta imparando a riconoscere recettori che non conosciamo». Altre mutazioni, conclude, «si stanno distribuendo nel mondo, dall’Australia al Kenya, fino alla Nuova Zelanda».

Gazzetta del Sud

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. ahahhaahah sempre la stessa foto del virus mai isolato e purificato che nessuno possiede! è ufficiale, nessuno ha, fino ad ora, un esemplare di questo virus, ci sono risposte ufficiali ai sensi del FOIA (trattato trasparenza internazionale). Quello è UN coronavirus, uno tra le centinaia, e tra i MILIONI di varianti sequenziate (NON isolate): di fatto hanno solo una specie di indice, una lista di basi. Leggete bene, non sono PERSONE ma campioni nei quali è stata identificata quella PARTE di sequenza! … la truffa è proprio lì: nessuno possiede un virus intero ma solo una specie di “ricetta” con gli ingredienti.
    Inoltre l’articolo parla della banca Gisaid, è quell di cui parliamo io e altri da tempo: se andate sul sito troverete circa UN MILIONE e MEZZO di segnalazioni diverse per sarscov2! tutte mutazioni, molte già inesistenti, solo passeggere… ma fa capire che correre appresso alle varianti è una cosa FOLLE! lo capite??? 1.5milioni in un anno e mezzo, vi volete vaccinare per tutte? tre volte all’anno ??

  2. Per l’amico ore 22.56 :
    La risposta dei babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati che ormai vivono con più museruole sovrapposte e visiera PARAVENTO è SIIIIIIII I!!!
    Anche una volta a settimana, per amore del Waccino e per “obbedire” alla tv (barbara d’urso, casalino, zingaretti, burioni, fazio, saviano, ecc) ed al protettore degli appestati e dei babbeoti

  3. Io l’ho visto il vairus purificato ed intero….se vuoi vederlo basta andare in un reparto di terapia intensiva…..ti porterei a ……… in …….., fatti il vuaccino capra altrimenti prima del l’immunità di gregge rischierai di prenderlo nonostante la tua immunità caprina.

  4. ahahhahahah che coglionazzo questo 23 e 36 !!! l’ahi visto nel reparto!??!ahahahahh guardate tutto quanto è cretino questo! lui ha visto il virus nel reparto !! ma se addirittura bassetti ha pubblicato uno studio una settimana fa affermando che nel tuo FALSO reparto covid con malati di questa diversa influenza-polmonite NON HA TROVATO NESSUN VIRUS! neppure con esami di laboratorio seri! coglionazzooo riprenditii! la storiella del “vai nel reparto covid” è stantiaa! e ti hanno già preso per il cu–lo da tempo, infatti quelli che si sono proposti per andare a VERIFICARE realmente, sono stati buttati fuori!!! che coglionazzo che sei ! sei tu che non ci sei mai andato, io ci sono stato almeno 4 volte e ho trovato solo ospedali VUOTI!
    AGENAS, 17 maggio 2021, Campania, posti covid occupati: 16%!!! capito coglionazzo???
    ma quanto sei cretino?????

  5. 23:36 e fai una cosa allora, visto che hai visto questo virus, mandaci le foto! così ti crediamo all’istante! se non le mandi allora sei il solito covidiota certificato! passo la palla a te, attendo con ansia, sicuro che fornirai tutti i dettagli! dopotutto questo virus è dappertutto, dev’essere un gioco da ragazzi trovarlo! no?? su su aspetto!!!

  6. Il vAirus è in cielo, in terra e in ogni luogo….. Ma non è che mi sto confondendo? Purtroppo l’uso prolungato di più museruole sovrapposte e visiera PARAVENTO preclude al cervello un giusto “rifornimento” di ossigeno…… Meglio pregare il protettore degli appestati e dei babbeoti!

  7. Bravo 🤣 hai già digerito il tradimento di Bassetti?
    Sei un gesticolino che gira come il vento…. negazionista della prima ondata… poi ti sei affidato ai Raggi Uv per vedere scemare l’influenza stagionale….. ora ti manca la fotografia del corona virus specifico 🤣, ma buttati nel c…..

  8. 22e41 ma quanto sei cretino tu fesso con la fissa per runner??? chiedo per un amico. Torna a trastullarti coi testicoli che solo quello sai fare! coglionazzo mettititelo bene in testa: di questo virus non esiste alcun campione isolato e purificato! nel cesso non posso andarci perchè è intasato da te che ci stai dentro da un anno e mezzo! che puzzza.
    Ti hanno preso in girooo e ancora ci credi solamente per convincerti che hai un cervello! Ti sei vaccinato? spero di si! ora dovrai bucarti per il resto della tua inutile vita! anzi ti bucheranno con la forza! anzi no, non c’è bisogno perchè sei un fesso che crede a tutto e pure al vaccino sperimentale che salva le vite! ahahahah
    CRETINO: i raggi UV distruggono il virus, questo ed altri. CENTINAIA di volte ti abbiamo pubblicato studi e articoli scicentifici in merito! che babbeota

  9. 22.41 aspettiamo le foto, lnk, siti, studi! su su non avere paura di fare la tua figuraccia marrone quotidiana!

  10. x il solito idiota con la fissa per runners inesistenti riprendo da uno dei tanti commenti in cui ti è stato spiegato che sei un cretino, tu e la tua ignoranza sui raggi UV! E sappi che a me di bassetti non interessa niente, visto che va al vento come tutti gli esperti che i babbeoti come t seguono in tv. Ecco qua:

    Adnkrons 15 giugno 2020: Coronavirus, “dal sole alle lampade così i raggi Uv lo uccidono”
    Il Messaggero luglio 2020: Studio Ospedale Sacco Milano, “Covid-19, i raggi UV disattivano il virus. Cauda: Sotto il 40° parallelo contagi più deboli”
    AGI 16 luglio 2020: “I raggi UV uccidono il coronavirus in pochi secondi”Corriere d Sera 15 luglio 2020: “Coronavirus disattivato dai raggi ultravioletti in pochi secondi”
    Salernonotizie 15 luglio 2020: “Covid, la scoperta italiana: Disattivato in pochi secondi dai raggi ultravioletti”
    Pubmed 9 luglio 2020: “Estimated Inactivation of Coronaviruses by Solar Radiation With Special Reference to COVID-19”
    Adnkronos 24 febbraio 2021: “Nasce My Air Pure, sanificatore anticovid a led Uv per ambienti chiusi in presenza di persone”
    IlGiornale 7 maggio 2021:”Così i raggi solari abbattono il Covid”

    TI BASTA IMBECILLE?!?!?!? adesso vai a farti una tisana di raggi uv! che idiota che sei

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.