Lotito dovrà cedere la Salernitana o la Lazio entro il 25 giugno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
31
Stampa
Il presidente della Lazio Claudio Lotito avrà tempo fino al 25 giugno (3 giorni prima dalla scadenza della procedura di iscrizione al campionato di Serie A) per vendere la Salernitana o la Lazio, pena la non ammissione al campionato. Lo ha stabilito il Consiglio federale riunito oggi a Roma, riconoscendo all’attuale proprietà del club campano altri 14 giorni in più per definire la cessione rispetto a quanto previsto dall’articolo 16 bis delle Noif, che vieta il possesso di più di una società in capo allo stesso soggetto.

Lo scrive la Gazzetta dello Sport. La Salernitana è stata promossa in Serie A il 10 maggio. Se non verrà ceduta una delle due società, la Salernitana, in quanto club sopravvenuto, la cui promozione in Serie A ha fatto scattare il conflitto di interessi, non si potrà iscrivere al campionato di Serie A.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

31 COMMENTI

  1. Giusto così, le norme si rispettano. Lotito ora vendi la Salernitana ad un prezzo equo e facci iscrivere al campionato di massima serie.

  2. X Marco&company:importante è che vai via anche tu.Ci dobbiamo liberare di tutti i pseudi tifosi…sció,sció..

  3. Gli idioti adesso dovrebbero far silenzio perché se vende la Lazio significa che noi finalmente ci godremo la serie A negli anni , che mentalità chiusa che avete ma andate a tifare le capre

  4. Marco i romani ci hanno portato in serie a,sulla “problema” della vendita della società abbiamo (avete) già dimenticato le parole di Cristina Mezzaroma?

  5. Via i romani da Salerno??? Ancora contro Lotito? Bah, dalla promozione alla serie A ed ancora contro Lotito? Ma non sarebbe il caso di ringraziarlo?

  6. come fa a volere 80 milioni?!? cosa ha di proprietà?!? 3/4 della rosa (i migliori) sono tutti prestiti!! va bene già a 40 visto che in dieci anni ha speso si e no una decina di milioni (babà a parte)!!

  7. GRAVINA: ‘..La Salernitana, dunque, avrà di tempo fino al 25 giugno per CAM-BIA-RE PRO-PRIE-TA’ ed iscriversi al campionato di serie A…’ la lingua italiana, sconosciuta ai più! –^___^

  8. Comuqnue sia dalla D ci ha portato in A il resto sono solo chiacchiere.
    Il capolavoro si concluderebbe vendendo la lazio e tenendoti la Salernitana..a quel punto mi piacerebbe sentire la scusa che si inventerebbero questi filosofi tifsi

  9. Ormai è chiaro subentrerà un altro imprenditore al posto di lotito che avrà il 51%…Mezzaroma il 49%…e Fabiani resterà sempre come direttore!! Alla faccia dei gufi e tirapiedi!!!!

  10. A detta di tutti , quest’anno siamo andati in A perché il presidente già l’aveva venduta , come potete vedere la società non aveva programmato un bel niente e siamo andati in A quest’anno ma potevamo andarci anche 2 anni fa , non come tanti tifosi che dicono “ bene lotito ha trovato l’acquirente ora possiamo salire “, come se decidessero loro se fare 10 posto , 6 o 2 posto. Gli avete rotto le palle 10 anni dicendo che non voleva andare in A , quando ancora non ho capito come giocatori stipendiati possano giocare per non vincere.!! Ora siamo andati e invece di scusarsi fanno come l’amico sopra . Questa è Salerno nemmeno un minimo di riconoscenza , parecchi tifosi meriterebbe il derby con il pomogliano , il loro livello è quello

  11. per fortuna le regole e le leggi sono fatte per essere rispettate, e da buoni italiani siamo allergici al rispetto delle regole e leggi, non riesco a capire con 15 giorni in piu’ cosa possa succedere se lo si sapeva da anni, voglio sperare che servano all’offerente per fare un attenta analisi di bilanci e incartamenti contabili, valori dei calciatori ecc. cosi’ da formulare un offerta congrua, illuminandoci semmai sugli 80 milioni richiesti a mio avviso a ” tipo mercato” dall’attuale proprieta’. Bracci di ferro, teste di legno, societa’ fittizie e speranze di cambiare le regole ci porteranno solo guai saremo attenzionati costantemente dalla finanza e dalla lega e finiranno per beccarci al primo sgarro.
    Lotito grazie se ti incontro ti abbraccio e ti offro un caffe’…….ma il tuo tempo a salerno e’ finito non meritiamo altri dolori facendoci rimpiangere chi ti ha preceduto
    forza salerno forza granata

  12. Secondo sti scenziati visto che le offerte latitano la dovrebbe vendere al CALA di turno per quattro spiccioli ….fallire nel giro di un paio di anni e tornare a giocare a Selargius!!!

  13. Ora con la serie A, cambierà tutto. La società è ormai in decollo..coglieremo altre soddisfazioni, ne sono certo, alla faccia dei tanti imbecilli cafonazzi e non tifosi.

  14. Provo a ripeterlo per tutti quelli che parlano senza sapere e senza informarsi: per il solo fatto di partecipare alla serie A alla Salernitana andranno circa 35 milioni di euro, milione più milione meno, e altri 22 come paracadute in caso di retrocessione. Poi c’è il valore del parco calciatori di proprietà (perché non sono tutti prestiti della Lazio) che con la promozione di adegua ai parametri della nuova categoria. Se la somma non fa 80 poco ci manca. Chi la compra sa già che può contare certamente su questi soldi. Se la squadra fosse vostra, a quanto la vendereste?

  15. Veramente ha venduto da mesi, parlato ieri per lavoro con i legali di parte acquirente
    cAlma.

  16. x tifoso71 e gli altri “irriducibili” che mi sembra quasi che siano scontenti perché Lotito è riuscito a portare la Salernitana in A, distruggendo in pochi mesi le loro certezze di criticoni cronici, dico che è vero che le regole vanno rispettate, ma se sono sbagliate vanno anche cambiate. Caro tifoso71, per gli atleti in proprietà. ma soprattutto per bacino di utenza, contributi della lega, diritti televisivi e mancanza di debiti, la cifra di 80 mln è più che giustificata, per cui non è una richiesta “tipo mercato”; semmai è da veri “mercatari” imporre ad un soggetto di vendere una società, frutto di anni di lavoro e sacrifici, solo perché si è stati tanto bravi da averne 2 in massima serie. Questa vicenda finirà sicuramente con il coinvolgere la giustizia ordinaria perché quella sportiva c’entra molto poco con interessi finanziari privati e, se da un lato deve garantire il rispetto delle regole sportive, dall’altro non può arrogarsi il diritto di sovvertire i principi di libera iniziativa sanciti anche dalla nostra Costituzione. Anche nel 1995 la sentenza Bosman sovvertì dei principi apparentemente scolpiti nella pietra, equiparando un calciatore comunitario ad un qualunque altro lavoratore, facendo in modo da liberalizzare il mercato dei giocatori. Tornando a noi, io non conosco le reali intenzioni di Lotito, non so se riuscirà a trovare in un tempo tanto piccolo un soggetto serio ed affidabile capace di fare un investimento del genere oppure dovrà affrontare lo scontro; l’unica cosa di cui sono certo è che saprà quello che deve fare, perché credo che abbia ampiamente dimostrato il fatto suo e penso che anche gli “irriducibili”, per onestà intellettuale, dovrebbero ammetterlo. Piuttosto, pensiamo a come dargli manforte, remando a favore e non contro perché rispetto a 23 anni fa, ci sono tutti i presupposti per creare una realtà forte e duratura per il calcio a Salerno. Se il 71 del tuo nickname indica che hai 50 anni, ti ricorderai non solo dei debiti enormi creati dalla Salernitana del 98/99, che culminò con un fallimento seguito da quello che venne qualche anno dopo, ma anche delle fideiussioni (spesso “pezzotte”) presentate alle 23.59 del giorno della scadenza per iscriversi agli innumerevoli campionati di serie c1 da parte delle gestioni anni 70 e 80. Io direi di seppellire l’ascia di guerra e di ricompattare il tifo a Salerno, perché la Serie A di 23 anni fa finì malissimo, con la morte di 4 ragazzi, che potevano essere i nostri fratelli di allora e i nostri figli di adesso. Con la Serie A di quest’anno è come se si fosse chiuso un cerchio con quell’annata disgraziata e noi come tifoseria dobbiamo rinascere e tornare ad essere il terrore delle squadre avversarie, ad impressionare per passione e creatività, a meritare il rispetto che molti ci tributano. Secondo me così si possono ottenere addirittura altri traguardi e, non per presunzione, ma credo che chi pensa il contrario si possa andare a vedere solo l’Olympic Salerno (sempre con tutto il rispetto per questa squadra).

  17. Mi dispiace Frank 74 ma non sono per niente d’accordo, Lotito ha fatto una cosa enorme a portarci in A ma le regole le conosceva e giuste o sbagliate sapeva che una volta in A non poteva tenere due squadre e sinceramente mi pare giusto. Le regole possono anche essere cambiate ? Si, quando sono palesemente sbagliate, ma l’unica cosa che in questa vicenda mi pare sbagliata è Lotito che fa lo gnorri facendo finta di niente cercando di cambiare le carte in tavole, carte apparecchiate cosi dal 2013.
    E’ tifoso sfegatato della Salernitana come me e te e tanti altri ? Ben venga, io non ce l’ho con lui, venda la Lazio e saremo tutti con lui…

  18. Salvatore, forse sono stato frainteso: io non dico che non la debba vendere e che debba avere due squadre nella stessa serie, ma pretendere che lo faccia in 30 giorni è assurdo. E se non si trova un acquirente? E se gli offrono la metà di quello che chiede o che la Salernitana vale? E se il soggetto che vuole acquistare non ha i requisiti? Cosa fa? La regala? E perché dovrebbe? E’ vero che lo sa dal 2013, ma cosa avrebbe dovuto fare? Certamente la regola andrebbe cambiata, ma nel senso che una cosa del genere non dovrebbe proprio capitare perché non puoi privare una squadra, una città e una tifoseria della possibilità di competere. Sarebbe stato più logico stabilire che uno stesso soggetto non può essere proprietario di 2 squadre in due serie contigue, cioè gli doveva essere imposto di vendere la Salernitana appena è stata promossa in Serie B. O avrebbe dovuto fare campionati a perdere, come sostenuto dai tanti gufi che su questa cosa ci hanno ricamato per anni?

  19. caro frank74 ricordo perfettamente quegli anni al vestuti piu’ giovane e spensierato sempre a gridare e sostenere la mia amata e forse manco mi interessava chi era il presidente e le sue beghe il mio compito era fare il tifoso, il tuo intervento rafforza ancor di piu’ il mio precedente commento all’italiano medio regole e leggi non piacciono ognuno vorrebbe le sue e crearsi la sua personale repubblica della ragione, nei precedenti interventi nei mesi precedenti ti posso assicurare che piu’ volte ho sottolineato il problema con cui avremmo dovuto fare i conti e cioe’ “il prezzo chi lo avrebbe fatto chi compra o chi e’ costretto a vendere ” bene, detto cio’ non so se intraprendere la strada di tribunali, avvocati, interpretazioni, ricorsi controricorsi e tar a chi convenga a noi come tifosi o a lotito, per noi di sicuro no gravina e’ stato molto chiaro e nell’ultimo consiglio di lega ha avuto l’unanimita’ dei consensi come e’ chiaro che l’esclusa sara’ la salernitana sopraggiunta dopo alla massima serie, cosi’ come saranno chiare le pressioni delle grandi escluse nei play off per essere ripescate, dimmi, lotito difendera’ i suoi personali interessi nelle sedi opportune civili e sportive nel frattempo la nostra salernitana secondo te gli faranno iniziare il campionato ? fara’ una campagna acquisti paghera’ stipendi e oneri con i soldi di chi ? iniziera’ un ritiro ?. Alla fine credo che la miglior soluzione per noi tifosi e che la salernitana venga ceduta al miglior offerente, cercando di recuperare quanto piu’ e possibile.
    a volte esprimere un pensiero semplice e chiaro rivolto al bene della salernitana seppur personale viene scambiato per il male, il gufo, la seccia o il contro o il pro lotito, ribadisco se avessi la possibilta’ di incontrarlo mi inchinerei ringraziandolo 100 1000 volte per quanto fatto e covid permettendo pure un bel bacio in fronte, caro frank con la schiettezza che mi contraddistingue dico i presidenti passano e la salernitana che resta e per questo non vorrei che finisse sul personale tra la lega e il sig. lotito con di mezzo la salernitana.
    forza salerno forza granata e pure l’olympic salerno tutto cio’ che ha il nome della mia citta’ lo sosterro’ sempre e ovunque

  20. Altro che falso problema, lo si sapeva da quando Lotito ci ha preso gratis col Salerno Calcio in D. Ci siamo usati reciprocamente, noi come società satellite, lui come ascensore del Pallone, e a conti fatti ci abbiamo guadagnato tutti, sfruttando le debolezze di un sistema calcio che in Italia è profondamente malato che non ci ha mai considerato e ora si sveglia dinanzi alla prepotenza audace di Lotito. Lo sport ha senso nella nostra società contemporanea se mantiene un’autonomia di principi e un’indipendenza normativa rispetto alla realtà di tutti i giorni. Lotito, ormai è finita, grazie mille e a mai più rivederci.

  21. X Tifoso71
    Ripeto, non è il principio della regola in sé ad essere sbagliata, ma il poco tempo che viene dato per risolvere la situazione. E non puoi dire sempre, tu come altri, “Lotito sapeva…, Lotito doveva”: l’obbligo di cedere per Lotito è scattato il 10 Maggio 2021, non 1, 2 o 5 anni fa. In situazioni normali, quando un’azienda del valore di decine di milioni di euro viene ceduta e quando esiste già un possibile acquirente, 30 giorni non bastano nemmeno per mettere insieme tutti i prospetti e i documenti che il venditore offre in visione al possibile acquirente. O pensi che veramente si possa fare una cosa tipo “mercato”, al “miglior offerente”, per “recuperare quanto più è possibile”????? La Salernitana al momento attuale ha raggiunto un certo valore e, nel rispetto delle regole ma applicando una GIUSTA e SACROSANTA deroga ai ridicoli tempi imposti dalla lega, l’attuale proprietario deve essere messo in condizioni di poter vendere al miglior prezzo e ad un soggetto che possa offrire continuità e stabilità. Io da tifoso voglio che il Calcio a Salerno prosegua su questa linea e che la nuova proprietà garantisca stipendi, conti in ordine e programmi. Ora, se come ha scritto qualcuno nei messaggi precedenti, esiste una trattativa di massima avviata già in precedenza da Lotito, benissimo; ma se così non fosse non gli si può imporre di vendere, anzi di svendere, la Salernitana, senza dargli il tempo per trovare l’acquirente giusto.

  22. Ma c’ha messo 6 anni in B per trovare l’acquirente (di cui 5 di galleggiamento controllato ed alta pasticceria). Perchè secondo voi una società calcistica si vende in 40 gg? cioè ma veramente siete così fessi? Neanche una casa la comprate in 30 gg!. In questo momento tocca fare scena, bisogna aspettare il 25 Giugno e si saprà tutto, abbiate pazienza.

  23. Siete riapparsi a 9 giorni dalla promozione!!! ( Vi capisco è stata dura digerire questo successo dopo che avete rotto i CoGl….tutto l anno con il freno a mano …il galleggiamento…e gli ordini dall’ alto..ecc ecc…) Tu devi solo baciare solo gli zebedei a questa società in 10 anni: 4 promozioni e serie A !!! L’ alta pasticceria ha funzionato alla grande!!!!l resto è fuffa!!! Ancora non ti sei ripreso dallo shock promozione?? Tranquillo passerà!! Continua a malox fissan e limoni!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.