Dl Sostegni bis, mutuo prima casa giovani: possibile risparmio fino a 9mila euro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il governo nella bozza del decreto Sostegni-bis ha inserito una serie di misure finalizzate ad aiutare economicamente chi ha meno di 36 anni nell’acquisto della prima casa, fino al 31 dicembre 2022. Secondo i calcoli fatti dal Sole 24 Ore con i nuovi incentivi sull’acquisto un immobile di 180mila euro si potrebbero risparmiare tra i 2.800 e i 9.000 euro. Ecco quali sono i benefici allo studio dell’esecutivo e in che modo saranno agevolati i giovani che vorranno acquistare casa

LE ESENZIONI – La bozza del decreto Sostegni-bis prevede: l’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale sugli atti di compravendita, nuda proprietà e usufrutto di case di abitazione (purché non di lusso) a favore di under 36; l’esenzione dell’imposta sostitutiva sull’atto di mutuo

IL CREDITO D’IMPOSTA – Sempre nella bozza del decreto Sostegni-bis è previsto il riconoscimento di un credito d’imposta come ristoro in caso di Iva pagata sul valore della casa (nel caso di acquisto da un’azienda) che potrà essere utilizzato in compensazione, nella successiva dichiarazione Irpef o ai fini dell’imposta di registro nei successivi atti di donazione o successione

ONERI NOTARILI – Nella bozza del decreto Sostegni-bis è citato anche un dimezzamento degli onorari notarili sulla stipula di questi atti, ma occorrerà vedere la versione finale del testo

RISPARMIO PER 2.837 EURO – Secondo la simulazione del Sole 24 Ore, si risparmierebbero 1.421 euro di imposta di registro, 50 euro di imposta ipotecaria, 50 euro di imposta catastale, 941 euro di onorari notarili e 375 euro di imposta sostitutiva per un totale di 2.837 euro

ACQUISTO CASA DA UN’IMPRESA – Se casa fosse venduta da un’impresa, ad esempio quando si acquista direttamente dal costruttore, sarebbe il credito d’imposta sull’Iva (4% del valore dell’immobile), rimborsato però in un secondo momento, a far crescere il risparmio per gli under 36 fino a 9mila euro

RISPARMIO PER 9.116 EURO – In questo caso il risparmio totale di 9.116 euro sarebbe dato da 200 euro di imposta di registro, 200 euro di imposta ipotecaria, 200 euro di imposta catastale, 941 euro di onorari notarili, 375 euro di imposta sostitutiva e 7.200 di Iva che si recupererebbero grazie al credito d’imposta

QUALI SPESE RESTANO IN CAPO ALL’ACQUIRENTE – Con le nuove misure, rimarrebbero comunque in capo all’acquirente under 36 le spese del notaio, gli eventuali costi dell’agenzia immobiliare e quelli dell’istruttoria della pratica di mutuo da parte della banca

ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA – Nel provvedimento allo studio del governo sarebbe prevista anche la possibilità per gli under 36 di accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa e ottenere così un prestito dalla banca per un ammontare pari al 100% del prezzo dell’immobile (fino a un massimo di 250mila euro)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.