Il rilancio del Circolo Canottieri Irno (di Enzo Todaro)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
C’è sempre una raggio di sole dopo il buio delle perturbazioni atmosferiche. Un principio che ben si addice al “Circolo Canottieri Irno” che si fregia del collare d’oro al merito sportivo.

Un alto riconoscimento a quanti a vario titolo, sin dalla sua fondazione nel lontano 1910, si sono adoperati perché il Circolo assumesse i contorni è il significato di una magnifica realtà che onora Salerno

In oltre un secolo è stata palestra di tanti atleti che hanno raggiunto nelle gare in acqua in Italia e all’estero primati che inducono al meritato orgoglio

Alla parola di uso corrente ‘Nautico’ aggiungerei, punto di riferimento e di incontro la parola ‘Cultura’

Elencare le iniziative sportive e culturali programmate dal ‘Circolo canottieri Irno’ varrebbe persino a stancare il loquace Fabio.

Tanti le espressioni di stima di illustri ospiti a cominciare da Gabriele D’Annunzio per finire ai nostri giorni

Salerno, carente di spazi pubblici per confronto di idee, per convegni di vario argomento contare sull’ospitalità del Circolo.

A questa tematica ha inteso dare una grande spinta il presidente Gianni Ricco, recentemente rieletto.

Capeggia un consiglio direttivo che ha come obiettivo primario il raggiungimento degli antichi splendori

Particolare non trascurabile è il numero dei soci. Una realtà che parla la politica di genere del sodalizio.

Per quel che so, il Circolo Canottieri Irno, nonostante previsioni di non disinteressati negromanti, sta uscendo dal vicolo cieco delle finanze, per attestarsi nella prossima frase: “nulla più dobbiamo a nessuno”

La pandemia ha imposto regole restrittive per cui il Circolo ha conosciuto in alcuni periodi la chiusura forzata.

Ha riaperto osservando pedissequamente le regole del CTS sorbire “na tazzulella e’ cafè” sulla panoramica terrazza autorizza dire che il Circolo Canottieri Irno non ha nulla da invidiare ai più celebri circoli nautici di Napoli della penisola sorrentina di Genova di Venezia il merito è dei soci che lo rappresentano
di Enzo Todaro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. L’eloquio forbito del giornalista non riesce a coprire l’inutilità di questo circolo portatore di una società fine ottocentesca che non esiste più e di cui non abbiamo nostalgia. La socialità di cui la cittadinanza necessita è altra, assolutamente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.