Vaccini senza priorità, le Regioni si organizzano in modo diverso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Chi fa prenotare i dodicenni, chi si dedica agli adulti e chi vuole proteggere i futuri sposi o rendere i propri territori “Covid-free” per i turisti. Ecco la corsa alla vaccinazione senza priorità organizzata regione per regione, dopo le ultime disposizioni del commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo che hanno visto ampliate le fasce d’età degli aventi diritto alle dosi.

L’Abruzzo punta sui giovani – Anche in Abruzzo, da giovedì 3 giugno, tutti i cittadini che abbiano compiuto 16 anni potranno prenotarsi per il vaccino. La piattaforma sarà attiva dalle ore 14. Per la fascia di età tra i 12 e i 15 anni, invece, si attendono le indicazioni operative da parte della Struttura Commissariale. Nel frattempo, a Pescara, si sono esauriti nel giro di pochi minuti tutti i mille posti riservati ai residenti in città dai 18 anni in su per le somministrazioni effettuate dal 3 al 7 giugno.

 

Alto Adige: dal 3 giugno prenotazioni 16-18 anni – Dal 3 giugno in Alto Adige le prenotazioni per le vaccinazioni saranno possibili anche per persone dai 16 ai 18 anni. Poiché si tratta di minorenni – precisa l’Azienda sanitaria altoatesina – questi giovani devono essere accompagnati all’appuntamento vaccinale da un genitore o da un tutore, altrimenti la vaccinazione non potrà essere effettuata. Per questa fascia d’età verrà utilizzato solo il vaccino della Pfizer-Biontech. Già dal 20 maggio Bolzano ha aperto le vaccinazioni a tutte le fasce d’età dai 18 anni in su anche con una serie di “serate vax”.

In Calabria anche agli over12 – La Calabria è pronta a vaccinare anche gli adolescenti over12. Nello specifico, dalle ore 16 di giovedì 3 giugno potranno accedere alla prenotazione tutti i giovani dai 12 anni di età, comprendendo anche i ventenni e gli over30 che erano in attesa di essere inseriti. Dai 12 ai 16 anni verrà somministrato il vaccino Pfizer, come approvato dall’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, e dall’Aifa, Agenzia italiana del farmaco. Proseguiranno normalmente le prenotazioni per tutte le altre categorie, quindi dai 40 anni a salire, con un canale preferenziale di priorità per i pazienti fragili e caregiver, persone con patologie e per gli over 60-70-80.

In Campania via alle somministrazioni per i maturandi – Sono partite le vaccinazioni anti-Covid per i ragazzi in procinto di affrontare l’esame di Maturità. A Caserta i primi 2.500 ragazzi sono stati convocati nell’hub della caserma ‘Ferrari-Orsi’ della brigata bersaglieri Garibaldi. Poi toccherà a circa altri 600. Si procederà in base alle prenotazioni che arriveranno sulla piattaforma regionale. Ai 17enni viene somministrato il Pfizer, agli over 18 Johnson & Johnson.

Arrivano open day in Emilia-Romagna – Dopo l’hub di Bologna Fiere si proseguirà il 4 giugno a Reggio Emilia e per tutto il weekend in Riviera e a Ferrara: anche in Emilia-Romagna arrivano infatti i primi open day vaccinali. Si può partecipare mettendosi in fila, senza prenotazione, dalle 8 alle 19 e fino a esaurimento delle dosi disponibili. L’open day è aperto a chi non si è già prenotato ed è aperto a tutte le fasce di eta’ dai 18 anni in su, purché gli aspiranti vaccinandi abbiano il medico in regione.

Venerdì 4 giugno, data dell’inaugurazione della sede vaccinale dell’Ente Fiere di Scandiano, sarà anche l’inizio di tre open day, aperti a tutti i cittadini della provincia reggiana dai 18 anni in su, con vaccino monodose Janssen (Johnson & Johnson). Da venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 giugno, dalle 7.30 alle 21, saranno effettuate circa 1.000 vaccinazioni al giorno. Per l’accesso alla vaccinazione è necessario compilare un modulo sulla home page del sito www.ausl.re.it.

Sabato 5 e domenica 6 giugno, presso l’hub vaccinale a Ferrara Fiere, dalle ore 8 alle ore 24: l’Ausl di Ferrara organizza gli open day vaccinali. Disponibili 1.200 dosi del vaccino AstraZeneca. Le persone interessate dai 18 ai 39 anni potranno prenotarsi nel portale sul sito dell’Azienda Usl nella sezione dedicata ‘Open day vaccino Covid’, fino a esaurimento dosi. In Romagna due serate straordinarie di vaccinazioni, sabato 5 e domenica 6 dalle 19,30 in poi, con a disposizione 1.800 dosi complessive Janssen (Johnson & Johnson): prenotazione presso i Cup, CupTel e FarmaCup da giovedì 3 giugno.

Lazio: per over 12 prenotazione dal pediatra – Le prenotazioni e le somministrazioni per i vaccini per i 12enni nel Lazio avverranno presso i pediatri. E’ questione di giorni per il via libera, per permettere ai ragazzi di essere vaccinati prima del nuovo anno scolastico che auspicabilmente sarà in presenza. L’assessore Alessio D’Amato ha scelto la via dei pediatri, anziché l’iter adottato dalle altre fasce di età ovvero prenotazione sulla piattaforma e somministrazioni negli hub e nei centri dedicati, perché i pediatri hanno dimestichezza con i vaccini facendosi già carico delle dosi obbligatorie per bambini e adolescenti.

Liguria, Toti: “Con open day dosi ai più giovani, esempio per indecisi” – La Liguria continua a vaccinare anche i più giovani: nel secondo Vaccine Day in Liguria, gli over 18 hanno aderito alla chiamata volontaria per AstraZeneca o Johnson&Johnson, facendo registrare il boom di prenotazioni, con il J&J che in Asl1 e in Asl3 è andato esaurito in meno di un’ora. Anche durante l’Open Vaccine Day di lunedì scorso, in meno di 24 ore, erano terminate 22mila dosi e lo stesso risultato si è avuto nella seconda chiamata volontaria per gli Over 18 che stanno esaurendo le dosi disponibili. “I giovani sono la nota lieta della nostra Regione – ha detto il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti – e ci stanno dando un’altra grande lezione proprio in un momento cruciale per la ripartenza della nostra Regione e di tutta l’Italia”.

Lombardia: prenotazioni aperte per la fascia 12-29 – “Dalle 23 di mercoledì 2 giugno tutti i lombardi appartenenti alla fascia 12-29 anni potranno prenotare la propria vaccinazione”, ha annunciato la vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare, Letizia Moratti. “Potranno accedere al portale di Poste – prosegue Moratti – tutti coloro che hanno già compiuto i 12 anni. Come indicato da Aifa a questo target di popolazione sarà somministrato il vaccino Pfizer. L’inizio della possibilità di prenotarsi a partire dalle ore 23 è motivato dall’allargamento del target ai 12 anni e non ai 16 come precedentemente previsto”.

Vax Day per 13.600 maturandi nelle Marche – La Regione Marche spalanca le porte ai vaccini per i ragazzi delle quinte classi delle scuole superiori che dovranno sostenere l’esame di Maturità. Per i 13.600 maturandi marchigiani sono stati progettati fino al 6 giungo i Vax Day, in 15 punti vaccinali regionali. Vi potranno accedere, senza prenotazione, ma seguendo un calendario basato sulle lettera iniziale dei cognomi: la giornata finale del 6 giugno sarà aperta a tutti senza neanche il criterio della lettera. Intanto i punti vaccinali si moltiplicano anche nei centri più piccoli, grazie alla collaborazione con i medici di medicina generale.

Molise, al via prenotazioni 20-39 anni – In Molise partite le prenotazioni per la fascia 20-39 anni: regione.molise.it il sito al quale inviare le richieste. Per i minori il consenso dovrà essere compilato da un genitore. “Con l’apertura alle ultime due fasce d’età, la piattaforma per la campagna vaccinale non ha esaurito la sua funzione – ha spiegato il consigliere regionale delegato alla Digitalizzazione, Andrea Di Lucente – ma continuerà ad essere un punto di riferimento anche per il futuro”.

Piemonte: 100 mila vaccini in aziende – Sono oltre 100mila i lavoratori che saranno vaccinati nei punti creati dalle loro aziende, con il supporto del sistema sanitario regionale. Le aziende ammesse a questa nuova fase della campagna che partirà il 3 giugno, sono oltre 700, su un totale di 1.200 candidate. Prosegue nel frattempo ed entra nel vivo – informa la Regione — la campagna vaccinale per rendere le montagne del Piemonte ‘Covid free’, con la vaccinazione di tutti i residenti e lavoratori degli oltre 200 Comuni montani e di alta collina, che presentano presidi sanitari minimi, analogamente a quanto già fatto in altre regioni italiane per le isole minori. Per venire incontro alle esigenze dei cittadini delle zone montane, potranno essere vaccinati – precisa sempre la Regione – anche coloro che non hanno ancora effettuato la pre-adesione generale sulla piattaforma www.IlPiemontetivaccina.it, presentando l’autocertificazione.

In Puglia è corsa al vaccino – E’ corsa al vaccino in Puglia. Questa mattina in provincia di Bari, in circa tre ore, oltre cinquemila persone si sono sottoposte all’inoculazione del siero J&J approfittando dell’open day organizzato dall’Asl. Un successo che dimostra la voglia dei pugliesi di tornare alla normalità grazie all’immunizzazione. Una larga partecipazione che ha convinto l’azienda sanitaria ad annunciare che si svolgeranno altre giornate con gli hub aperti a tutti, senza obbligo di prenotazione. E a breve ci si potrà vaccinare contro il Covid anche nelle farmacie: entro il 20 giugno dovrebbe partire il servizio.

La Sardegna apre ai 16enni – Da venerdì 4 giugno si aprono in Sardegna le prenotazioni per la vaccinazione dei 16enni, che partiranno però a metà giugno quando dovrebbero arrivare altre scorte di Pfizer, al momento molto ridotte nell’isola, tanto da aver costretto allo slittamento dei richiami in alcune zone, in particolare nell’Oristanese. Nei prossimi giorni si attende poi la firma dell’accordo per le somministrazioni in farmacia: sono 300 quelle dell’Isola che potrebbero dare il proprio contributo alla campagna vaccinale.

Sicilia, in hub Fiera Palermo 1.420 dosi a maturandi – La Sicilia è stata la prima regione ad aprire le vaccinazioni ai maturandi. Dal 26 al 31 maggio nell’hub della Fiera del Mediterraneo di Palermo i vaccini somministrati al target dei maturandi ammonta a oltre 1.420. Studenti e studentesse che si preparano agli esami di Maturità possono andare in Fiera negli orari previsti senza necessità di prenotazione.

Scatto Toscana su 30enni, sposi, last minute – Offensiva vaccinale anti-Covid in Toscana. Il portale delle prenotazioni è stato aperto con priorità ai promessi sposi e da sabato 5 giugno lo sarà anche per i giovani che si accingono a sostenere l’esame di Maturità (sono circa 30.000 residenti). Intanto il 31 maggio è andato bene l’esordio del last minute per quelli dai 40 anni in su che hanno prenotato la somministrazione con le dosi diventate disponibili per cancellazioni o rinunce dell’ultimo momento. Bella risposta anche dai 30enni: le prime due classi chiamate alla prenotazione – 1982 e 1983 – hanno debuttato con 4.000 richieste telematiche in cinque minuti e altri 9.000 di loro sono stati messi in room di attesa. Il 3 giugno appuntamento importante con la Conferenza delle Regioni dov’è previsto un focus sulle seconde dosi ai turisti.

 

L’Umbria accelera sugli over 60 – Intanto l’Umbria accelera sulla vaccinazione degli “over 60” dedicando tre giornate per completare l’immunizzazione della popolazione di questa fascia di età che ha dato l’adesione: lo comunica l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto. In tutto il territorio regionale è stata definita una redistribuzione delle quote di vaccino secondo la disponibilità e le capacità operative dei punti vaccinali territoriali, in modo da destinare il vaccino nei punti vaccinali con maggiore adesione degli ultrasessantenni. La vaccinazione degli ultracinquantenni partirà il 3 giugno e, in base alla disponibilità dei vaccini, coloro che hanno dato l’adesione riceveranno gli sms con tutte le indicazioni necessarie. La Regione ricorda inoltre che dal 31 maggio sono aperte le adesioni per la fascia dei cittadini tra 29 e 16 anni.

Open day anche in Valle d’Aosta –  La Valle d’Aosta ha annunciato per il 2 giugno l’Astra Open Day, a cui potranno aderire tutti i cittadini di età superiore ai 18 anni.

Dal 3 giugno il Veneto vaccina i 12enni – Il Veneto imprime lo sprint decisivo alla campagna vaccinale, aprendo l’agenda delle prenotazioni anche ai ragazzini, dai 12 anni in su, da giovedì 3 giugno. II presidente Luca Zaia ha informato anche che sono disponibili 700mila prenotazioni, con agenda, aperta, fino al 4 agosto. “Dal 3 giugno – ha detto – via libera a tutti con l’apertura dell’agenda per le vaccinazione dai 12 ai 39 anni. Per gli over 40 ci sono fino al 3 giugno ancora 30 mila posti liberi Poi si parte per la fascia d’età 12-39: sono 1.402.00 persone, delle quali 16mila già vaccinate”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.