Vacanze, centri estivi e baby sitter: i bonus previsti per l’estate 2021

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’estate è alle porte e la corsa delle Regioni verso la zona bianca e l’allentamento delle restrizioni anti coronavirus è ufficialmente iniziata.

Per incentivare gli italiani nella prenotazione delle vacanze, il governo ha messo in campo diversi bonus estivi: ecco quali

BONUS VACANZE 2021 – Il bonus vacanze è stato introdotto lo scorso anno con il Decreto Rilancio del governo Conte II ed è stato leggermente modificato in corso d’opera dall’attuale governo Draghi. Sotto forma di contributo, può essere richiesto da tutte le famiglie con un Isee inferiore ai 40mila euro, certificato con DSU -Dichiarazione Sostitutiva Unica

Il bonus va da un valore minimo di 150 euro, nel caso in cui sia stato richiesto da una sola persona, a un massimo di 500, per famiglie da 3 persone in su. Per i nuclei composti da 2 persone l’importo è di 300 euro. È riconosciuto sotto forma di sconto al momento del pagamento dei servizi di cui si è usufruito per l’80% del suo valore. Il 20% rimanente può essere invece scaricato come detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi

Può essere utilizzato, solo in Italia, per il pagamento di soggiorni in alberghi, villaggi turistici, bed &breakfast, campeggi e agriturismi. L’adesione delle strutture al progetto è volontaria. Deve essere speso presso un’unica struttura, oppure presso un’unica agenzia di viaggio o tour operator, e può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso da chi ne ha fatto richiesta

Il decreto Sostegni bis ha prorogato la possibilità di usufruire del bonus fino al 30 giugno 2022. Al momento, salvo eventuali cambiamenti in futuro, potrà essere utilizzato solo dai cittadini che ne hanno fatto richiesta entro la scadenza originaria della misura, il 31 dicembre 2020

BONUS CENTRI ESTIVI – Come nel 2020, per il 2021 è previsto anche un contributo, sotto forma di rimborso spese, per le famiglie residenti in Italia che intendono iscrivere i propri figli a un centro estivo diurno nei mesi di giugno, luglio, agosto e fino all’11 settembre

I figli devono essere di età compresa tra i 3 e i 14 anni e i genitori richiedenti devono essere dipendenti o pensionati della pubblica amministrazione, iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, oppure pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici. Il bonus è riconosciuto anche a figli orfani

L’importo può arrivare fino a 100 euro settimanali, per un massimo di quattro settimane. I figli devono essere iscritti a un centro estivo per almeno cinque giorni (una settimana lavorativa), ma non per un periodo di oltre 20 giorni (quattro settimane lavorative). Il bonus va a coprire le spese per le attività ricreative, quelle sportive, pranzi e merende, gite e coperture assicurative

L’Inps, che lo scorso 27 maggio ha pubblicato il bando per poter usufruire del bonus, coprirà fino a 3mila contributi. L’importo verrà calcolato su base percentuale, considerando il massimo erogabile di 100 euro alla settimana, il costo della struttura e l’Isee della famiglia di appartenenza

Per le famiglie con Isee fino a 8mila euro, il bonus può coprire il totale delle spese sostenute. Per quelle con Isee tra 8 e 24mila euro, si potrà arrivare fino al 95%. E così a scendere: per i nuclei con Isee tra i 24 e i 32mila euro l’importo potrà essere del 90%, per la fascia 32-56mila euro fino all’85%. Per gli Isee oltre i 56mila euro, il limite è dell’80%. È quindi obbligatorio, al momento della richiesta, presentare la DSU. Per i giovani con disabilità, grave o gravissima, il contributo sarà maggiorato di un ulteriore 50% 

La graduatoria per accedere al bonus centri estivi è costruita come bando pubblico. Cinquecento posti sono riservati a minori con gravi forme di disabilità. La domanda di adesione al bando deve essere inviata in via telematica tramite il sito dell’Inps, con scadenza fissata alle 12 del 18 giugno 2021. L’Inps procederà ai pagamenti entro il 31 dicembre 2021. È previsto un meccanismo di ammissione con riserva: la graduatoria sarà pubblicata entro il 16 luglio

BONUS BABY SITTER – Introdotto per la prima volta nel marzo 2020 con il decreto Cura Italia, il bonus baby sitter è riconosciuto a diverse categorie di lavoratori: quelli iscritti alla Gestione separata, i lavoratori autonomi iscritti all’Inps, il personale del comparto di sicurezza, difesa e soccorso pubblico al lavoro per far fronte all’emergenza Covid-19 e medici, infermieri, tecnici biomedici, radiologi medici e operatori sociosanitari

A differenza del bonus centri estivi, viene riconosciuto come una prestazione di lavoro occasionale. L’importo non può andare oltre i 100 euro alla settimana. Copre le spese sostenute per l’iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai centri con funzione educativo e ricreativa, ai servizi integrativi e innovativi per la prima infanzia

Salvo indicazioni future, per il momento può essere richiesto per servizi prestati a favore di minori di 14 anni, da gennaio al 31 giugno 2021. La domanda, da inviare in via telematica, va inoltrata dal sito dell’Inps, accedendo tramite le proprie credenziali, oppure gratuitamente, avvalendosi della consulenza di patronati o CAF

Sarà l’Inps a erogare gli importi, mediante il “Libretto Famiglia”. È quindi necessario essere registrati alla piattaforma delle prestazioni occasionali sul sito dell’Inps. I compensi vanno inseriti sul portale entro il terzo giorno del mese. L’erogazione è inviata entro il 15 del mese di riferimento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.