Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi. Ad evidenziarlo è il rapporto Istat-Iss sull’impatto del Covid in Italia, secondo il quale nell’anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746.146 decessi, 100.526 in più rispetto alla media 2015-2019

La stima del contributo dei decessi Covid-19 alla mortalità generale conferma come l’impatto sia più marcato nel genere maschile. Si evidenzia inoltre come la fascia di età in cui si riscontra un’incidenza maggiore di decessi Covid-19 sui decessi totali sia la 65-79 anni, in questa classe un decesso su 5 è attribuibile al Covid-19.

Analizzando la diffusione del virus nei primi mesi del 2021 le Province con il maggior tasso di incidenza sono state quelle del versante Nord-orientale. Molto bassa appare l’incidenza in alcune province della Sardegna (Sud Sardegna, Oristano, Sassari), in alcune Province della Calabria (Catanzaro, Cosenza, Crotone) e della Sicilia (Ragusa, Enna, Agrigento). Rispetto all’intero anno 2020, nei primi quattro mesi del 2021 l’impatto dei decessi per Covid-19 sui decessi totali è aumentato soprattutto nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno; questo accade sia perché è aumentata la capacità di rilevazione dei decessi Covid-19 da parte delle Regioni sia per lo scenario di diffusione del virus che è notevolmente mutato interessando le regioni del Centro e del Mezzogiorno, le quali avevano registrato una scarsa presenza del virus nella prima ondata (marzo-maggio 2020

Il numero più alto di decessi giornalieri causa Covid si è registrato il 28 marzo 2020 con un totale di 928 vittime, mentre nella seconda ondata il record è stato registrato il 19 novembre con 805 morti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Sicuramente il dato è dovuto all’uso della museruola e del paravento…..ma principalmente al fatto che i lockdown hanno portato una minor assorbimento di Raggi Uv.
    Ma la causa principale è stata l’utilizzo di farmaci non adeguati a questa influenza….
    nei paesi dove si è usata l’idrossiclorochina si è avuta una mortalità inferiore, vedi il Brasile.

  2. l’ennesimo cojone/a, pronti a negare e ad argomentare cazzate. Magari da un aereo in volo…senza che nessuno dei passeggeri senta l’impulso di rompergli qualche molare…troppo educati. Magari mi fossi trovato io sul volo ryan air…eh eh eh …MAGARI!!!

  3. …. sono partite le dissertazioni dei pseudo-virologi della minkia‼️ Chissà, quanti comizi…, chissà quante domane…, chissà quante risposte del piffero… ‼️ Ci sono e ce li teniamo, ma a patto che non vadano più di tanto oltre… ‼️ Poi, un bel TSO e tutto torna al sereno… ‼️ VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA, nemmeno la morte vi fa rinsavire…, eh❓‼️❓‼️

  4. Una strage di stato! E i giornalai continuano a mettere ste foto che sono il simbolo della vergogna

  5. Non vedo il mio commento di prima. È scattata la censura? Vi sentite offesi quando vi chiamano giornalai o vi da fastidio che si dica la verità sulla strage di stato che continuano a perpetrare ai danni della popolazione per meri interessi economici? Sono morti due ragazzi a Genova e a Roma ma loro continuano a dire che i vaccini sono sicuri. E voi giornalai fate il loro gioco rendendovi complici.

  6. Queste sono le notizie che fanno bene ai covid lovers, li fanno felici proprio!
    Nessuno ha mai negato questo vAirus e le morti che ne sono seguite, ma non è possibile che se un essere umano si ponga una domanda o voglia saperne di più, ecco il popolo dei babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati che partono all’attacco, perché per loro la voce della tv è l’unica “religione” da seguire, senza se e senza ma!
    Inoltre aggiungo che riguardo l’utilità della museruola all’aperto, da solo in auto o su una cima di montagna, nutro qualche dubbio, per non parlare di chi ne sovrappone più e abbina anche il “paravento”…..

  7. TACHIPIRINA E VIGILE ATTESA E NO ALLE CURE DOMICILIARI PRIMA CHE IL VIRUS AVESSE IL SOPRAVVENTO, PER CHI AVESSE MEMORIA CORTA…………E I RISULTATI SONO STATI INEQUIVOCABILI………………………RICORDIAMOCELO!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.