Salerno: chiazze marroni in mare, rabbia dei bagnanti

Stampa
Comincia non bene il fine settimana per i salernitani a causa delle condizioni del mare. Spiagge prese d’assalto fin dalle prime ore del mattino ma ancora una volta i bagnanti hanno docuto fare i conti con le pessime condizioni del mare. Chiazze bianche e marroni come documentato da questa foto inviata da un lettore a Salernonotizie. L’istantanea è delle ore 10.30.

La stagione estiva sta per entrare nel vivo ma ancora una volta, nonostante le spiagge allungate grazie al ripascimento il mare resta pessimo

12 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Le chiazze marroni sono sversamenti di tantissime aziende di allevamento che soprattutto in estate buttano il letame dei capi di bestiame nei fiumi tramite condotte occultate bene. (Lo smaltimento costa quindi meglio il fiume) soluzione…Basta fare controlli seri e frequenti ed il problema si risolve. Poi bisogna passare ai controlli dei depuratori cittadini che spesso vanno in sovraccarico e……la frittata è fatta.

  • Il depuratore cittadino non sversa…..basta controllare gli sfiori sulle spiagge……le spiagge occupate militarmente non fanno notizia?

  • Sono gli scarichi delle vacche dei cari secessionisti Evolitani e Battipagliesi

  • Il mar dei caraibi ho sentito dire da qualcuno, ma fatemi il favore sono 40 anni che abbiamo il chiavicone come mare.

  • Direi che le chiazze che si formano a mare sono dovute alla quantità di stronzate che esprimete nei vostri commenti

  • Che novità. Puoi fare anche spiagge chilometriche, ma è il mare che conta, ma sarà sempre sporco in città e con il porto vicino. Solo propaganda inutile e solo a salerno si accontentano delle chiacchere e delle promesse mai mantenute. Perciò si vota De luca e il suo burattino. Non censurate.

  • sporcizia, puzza, liquami… è il vostro mare, lo è da sempre, e questo vi meritate.

  • Siete ridicoli ,avete permesso ai delukisti l’abominio dell’ennesimo porto in 4 km di litorale, presi per il sedere con ripascimenti a spese nostre ed interesse dei privati, che non lo sapete? Che chi si fa il bagno perfino a chilometri da un porto, si deve sorbire gli scarichi dei bagni dei detersivi dei lavaggi barca e il riversarsi in mare delle lavorazioni e rimessaggi, della pulizia e carteggiatura sabbiatura delle carene, del rilascio continuo di vernici altamente tossiche di vernic cosiddette antivegetative contro il deposito di alghe e parassiti ed incrostrazioni sulle carene barchè?

    (un porto che in origine e per il progetto pubblicizzato ai salernitani con un plastico alla stampa avrebbe dovuto essere un costoso porto isola che non deviasse la formazione naturale delle spiagge e quindi con minore impatto ambientale, con tanto di lungomare boulevard ed palazzo congressi a carico del costruttore ed alla fine niente costoso porto isola con ponte di collegamento, ma economico porto normale, niente bolulevard e palazzo congressi ed al loro posto su quella stessa superficie demaniale altri posti barca rimessaggio da 4000 5000 €/m barca in piu di rimessaggi, una spiaggia lido, altra rendita)

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.