Estate 2021 fra buona tavola e relax (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Secondo uno studio di TheFork – la piattaforma leader per la prenotazione del ristorante online – anche nel 2021 le mete turistiche sono quelle di mare, e lo stesso vale per la cucina. Il ristorante preferito è quello di pesce, seguito dalla cucina mediterranea e da quella regionale.

I piatti più richiesti in tale periodo sono, difatti, in prevalenza quelli di mare: frittura, crudi, grigliate miste, ma pure insalate di mare e naturalmente primi come spaghetti alle vongole, linguine ai ricci o risotto ai crostacei. Ovviamente, la pizza resta la indiscussa costante gradita ad ogni latitudine e in tutte le stagioni.

L’anguria, seguita da scampi e vongole veraci, le albicocche e le pesche nettarine sono, nell’ordine, gli alimenti estivi più amati. Fra gli ingredienti che non mancheranno mai nelle dispense dei ristoratori ci sono melanzane, zucchine, pomodori, meloni, scampi e vongole veraci.

La spesa media a persona per il ristorante a pranzo sarà di circa 20€ mentre per la cena si attesta a 30€; il requisito principale per la scelta – che sia in vacanza o in città – rimane la qualità del cibo, ma contano anche la disponibilità di posti all’aperto e il prezzo.

Saranno le recensioni il primo criterio di scelta a cui seguono l’ispirazione del momento e i consigli sul posto. Sempre più persone preferiscono prenotare: la maggior parte anticiperà la prenotazione del ristorante fino a un giorno prima e ci sarà pure chi lo farà sino a tre giorni prima.

Il 90% degli intervistati quest’anno trascorrerà le proprie vacanze in Italia. In particolare la top 10 delle regioni preferite comprende Sicilia (14%), Puglia (13%), Toscana e Sardegna (10%), Trentino-Alto Adige (7%), Emilia Romagna (6%), Liguria e Calabria (5%), Campania (4,6%), Marche (4,5%). Chi si spingerà oltre i confini nazionali (33%) sceglierà invece Grecia (25%), Spagna (20%) e Francia (15%).

Relax è la parola d’ordine: niente smart working o south working, si tratterà di vacanze a tutti gli effetti il cui obiettivo principale sarà quello di riprendersi dallo stress pandemico. Anche per quel che attiene l’alloggio si cerca la comodità: all’incirca la metà degli intervistati sceglie la casa, il 27% l’hotel e il 12% il Bed & Breakfast. Si partirà principalmente in famiglia (40%), in coppia (39%) e con gli amici (12%).

di Tony Ardito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.