Bonus tv 2021 con rottamazione del vecchio apparecchio: come funziona

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il decreto attuativo che regola il bonus tv – previsto dal decreto Sostegni – è stato predisposto dal ministero dell’Economia e dal ministero dello Sviluppo economico. Una volta pubblicato in Gazzetta Ufficiale, sarà possibile usare lo sconto per comprare una nuova tv

Il bonus può valere fino a 100 euro e sarà a disposizione di tutti – senza limiti di Isee – fino al 31 dicembre 2022. Per la misura sono stati stanziati circa 250 milioni di euro. L’agevolazione consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino – appunto – a un massimo di 100 euro

Per beneficiare dell’incentivo si devono possedere tre requisiti: residenza in Italia, pagamento in regola del canone Rai e rottamazione di un televisore. La rottamazione può essere fatta per un apparecchio acquistato prima del dicembre 2018 e non compatibile con i nuovi standard di trasmissione

La rottamazione può essere fatta in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio. Il negoziante poi applicherà il 20% di sconto fino a un massimo di 100 euro

In seguito, a occuparsi di smaltire il vecchio televisore e di riscattare a sua volta il credito fiscale, che sarà pari allo sconto fatto al cliente, sarà lo stesso rivenditore mediante compensazione

Un altro modo per rottamare la vecchia tv è consegnarla direttamente in una discarica autorizzata. In questo caso, sarà necessario un modulo che certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, specificando che il titolare è in regola con il canone Rai e che si tratta di un televisore non conforme ai nuovi standard

Tale modulo controfirmato e il documento d’identità andranno poi presentati al punto vendita dove si comprerà il nuovo televisore per richiedere lo sconto sull’acquisto

In ogni caso, i dati dell’acquirente verranno inseriti su una piattaforma telematica in modo da poter accertare l’esistenza dei requisiti da parte dell’Agenzia delle Entrate

Secondo un’analisi Auditel-Ipsos, nelle case degli italiani ci sono circa 9 milioni di apparecchi televisivi non compatibili con la nuova tecnologia: le risorse stanziate per il bonus potrebbero dunque non bastare

Il 20 giugno 2022 sarà completato lo switch-off al DBV-T2. Per chi ha in casa televisori comprati prima del 2017 potrebbe essere necessario acquistare un decoder o cambiare apparecchio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.