Anniversario Falvella, Cammarota: “Carlo è monito mai più violenza”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
«Carlo Falvella era un giovane innamorato della vita fino a rischiarla e a perderla. A prescindere dall’appartenenza partitica chi crede di poter cambiare il mondo, merita grande rispetto qualunque sia il pensiero che esprime, e sia ben chiaro, qualunque sia la parte politica che rappresenta. Così come la violenza deve essere, da tutte le parti, l’unico linguaggio da condannare. Carlo è monito di mai più violenza e di speranza per i giovani che devo credere e avere passione per i loro ideali». Antonio Cammarota, consigliere comunale ricorda, anche quest’anno, la figura di Carlo Falvella, nel giorno dell’assassinio compiuto il 7 luglio del 1972 a Salerno. «I giovani che credono nella politica, la rendono alta. La vera riscossa oggi è far rinascere la politica delle grandi idealità, superando le attuali faide tra gruppi di potere che nulla hanno a che fare con la res pubblica. Tornino gli ideali, torni la passione e torni ad essere alto e sopra ad ogni cosa il perseguimento dell’interesse pubblico ma si condanni sempre e comunque la violenza», prosegue Antonio Cammarota che ricorda ancora: «Nel corso di un convegno in occasione del quarantennale della scomparsa, alla presenza del fratello Pippo in una delle sue ultime uscite pubbliche, chiesi all’allora sindaco Vincenzo De Luca di promuovere un convegno tra tutti i rappresentanti politici del tempo ed attuali per far sì che da Salerno partisse una nuova riscossa della politica. Iniziativa che sollecito anche in questa occasione alle attuali istituzioni cittadine», conclude Cammarota.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Non entro nel merito dell’assassinio per ovvi motivi. Ma voglio spendere due parole in merito al fatto che l’attuale destra fascista in camica bianca e imborghesita continua a speculare sulla morte di un militante fascista che difendeva principi contrari al recupero dell libertà ottenuta dai fronti Antifascisti in tutta la penisola. La destra che oggi avanza fa retrocedere e regredire quanto di guadagnato con il sangue e sudore di credeva di costruire un migliore paese, per questo non bisogna permettere che recuperino terreno con “commemorazioni” come queste la loro propaganda.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.