Metodo mafioso, cade accusa per “Papacchione”: Riesame annulla ordinanza gip

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Annullata l’ordinanza per Papacchione: Giuseppe Stellato – come titola il quotidiano “Le Cronache” – era stato arrestato a giugno scorso, insieme al figlio, per la gambizzazione di “scriscietto”. Il Riesame conferma il dispositivo del Gip solo per il possesso delle armi. Stellato resta in carcere ma cade l’aggravante del metodo mafioso.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Tra qualche hanno per integrarlo lo ritroveremo in qualche società municipalizzata. Sto rifiuto umano

  2. Tutta la merda diventa cioccolata con questo garantismo esasperato di chi si lascia intimorire… Così ci si compra anche la tranquillità…un pò come pagare tangente …Schifosi! Non ce la potremo mai fare così…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.