Iss: gran parte dei nuovi casi tra non vaccinati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
La maggior parte dei casi segnalati in Italia sono stati identificati negli ultimi 14 giorni in soggetti non vaccinati, ossia che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino SARS-CoV-2 o che sono stati vaccinati con la prima dose o con il vaccino mono dose entro 14 giorni dalla diagnosi stessa, ovvero prima del tempo necessario a sviluppare una risposta immunitaria completa al vaccino. E’ quanto emerge dal report esteso settimanale pubblicato oggi dall’Istituto Superiore di Sanità nel suo portale.

Iss: ampia distribuzione casi Covid, ridotta ma persistente

“L’ampia distribuzione dei nuovi casi sul territorio nazionale indica una ridotta ma persistente circolazione diffusa del virus nel nostro paese”: e’ quanto riferisce il documento esteso del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute pubblicato sul sito Epicentro dell’Iss e aggiornato al 7 luglio. La maggior parte dei casi segnalati in Italia nelle ultime due settimane sono stati sottoposti ad accertamento diagnostico per la presenza di sintomi (31,8%) o in seguito ad attivita’ di ricerca dei contatti di casi accertati  con contact tracing, il 29%. Una trasmissione locale (autoctona) dell’infezione riguarda il 76% dei casi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Si si altra violenza psicologica. Un altra scusa per costringere la gente in maniera subdola a vaccinarsi. Andate a fare in culo

  2. Ahuahuahuahu veramente tutti nuovi casi, soprattutto nelle strutture ad alta promiscuità , ha ricevuto una o tutte e due le dosi di siero già da gennaio, e tutti hanno la nuova variante , quindi basta vendita di fumo , ormai non vi credono neanche più i vostri genitori.

  3. Bisogna prevedere i vaccini multipli per i testicolini runnerizzati, Covid più meningococco B.

  4. Strano, sicuramente’ saranno i soliti complottisti, il Covid non esiste e’ un raffreddore innocuo un po’ di febbre qualche colpo di tosse, se va proprio male un bel mesetto intubato in sala intensiva, a spese dello stato, praticamente una passeggiata di salute.

  5. Caro”anonimo “non posso non rispondere al tuo commento ma tu sai che la maggior parte dei poveri”cristi “che devono essere ricoverati in terapia intensiva ahimè non tutti ne escono vivi ! riflettere riflettere e riflettere ,!prima di dire sempre cavolate !

  6. Babbeoti leggete attentamente :il titolo vorrebbe essere fuorviante e far crede che il vAirus sia un problema per i non Waccinari, ma leggendo bene…. È SCRITTO CHIARAMENTE CHE ANCHE I WACCINARI SONO STATI CONTAGIATI, AL PARI DI CHI NON HA MAI AVUTO DOSI!
    E mo correte fuori ai balconi, bardati e isolati, accendete un cero al protettore degli appestati e come foche impazzite cantare mBEEEEEEEEeeeeeeeella ciao, solo due settimane e andrà tutto bEEeene!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.