Francia: dal 15 settembre niente stipendio per i sanitari no vax

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
34
Stampa
La Francia lancia la battaglia ai sanitari no vax. Il personale che non si sarà completamente vaccinato entro il 15 settembre non potrà più lavorare e non verrà più pagato: è quanto riferito oggi dal ministro della Salute francese, Olivier Véran, dopo l’annuncio di ieri sera dal presidente Emmanuel Macron per scongiurare una quarta ondata legata alla variante Delta del coronavirus. «A partire dal 15 settembre, se siete medici o paramedici e non siete vaccinati, non potrete più lavorare e non verrete più pagati», ha dichiarato Véran ai microfoni di LCI.

Francia, obbligo di vaccino ai sanitari

Quanto all’estensione dell’obbligo di pass sanitario in bar ristoranti, treni, aerei, «non è un ricatto» ma una misura necessaria per evitare di «chiudere il Paese», ha detto a BFM-TV. Il pass sanitario, che serve a comprovare la completa vaccinazione contro il Covid-19, la recente guarigione o la realizzazione di un test negativo, diventerà obbligatorio a fine luglio per entrare nei luoghi di cultura di oltre 50 persone, come anche in numerosi cinema della Francia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

34 COMMENTI

  1. Salerno: chi? leggiti le ottime riposte 18:41 e la seguente, ci stann tante informazioni utili e incontrovertibili. Se hai qualcosa da obbiettare, fallo, ma nel merito, se ne sei capace

  2. Dunque il paese dove è stata somministrata più idrossiclorochina è il Brasile……. quasi 550 mila morti ….. sei da ricovero non riesci a fare 1+1…..

  3. Per Ciccio Bello 🤣 oltre che ignorante e manipolatore e che non ha nessuna competenza

    Ultima comunicazione AIFA del 22 dicembre che ha valore medico legale,per cui ogni uso improprio off label del farmaco è soggetto a responsabilità personale oltre che penale

    “Alla luce delle evidenze che si sono progressivamente accumulate nell’uso terapeutico dei pazienti ricoverati e che dimostrano la completa mancanza di efficacia a fronte di un aumento di eventi avversi,seppur non gravi,AIFA non raccomanda l’uso di idrossiclorochina nei pazienti con COVID 19 in ospedale …….
    ……Nei pazienti con infezione SARS COV 2 gestiti a domicilio,con bassa gravità e nelle fasi iniziali della malattia, esistono evidenze più limitate che dimostrano la mancanza di efficacia a fronte di un aumento degli eventi avversi ,seppur non gravi,pertanto AIFA non raccomanda l’utilizzo dell’idrossiclorochina.Un’eventuale prescrizione nei singoli casi si configurerebbe quindi come uso off lable”… etc e sono riportati tutti gli studi a livello mondiale a supporto… Byebye fool and pusher of piloted news

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.