Green pass esteso, dai bar ai cinema: le ipotesi sul decreto. Ecco dove potrebbe servire

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Con l’aumento dei contagi da coronavirus dovuti alla variante Delta, molti Paesi europei stanno ricorrendo a nuove limitazioni. In Italia al momento ricoveri e terapie intensive rimangono su numeri stabili. E il governo sta puntando sulla campagna vaccinale per mettere in sicurezza quante più persone possibile entro le prossime settimane. L’altro elemento per bloccare l’impennata di casi è un utilizzo diverso (e allargato) del Green pass

A inizio settimana (probabilmente martedì) è prevista la cabina di regia dell’esecutivo, con il governo pronto a varare un decreto con le nuove misure, una volta analizzati i dati con gli esperti. La politica è divisa, con Lega e FdI contrari a un utilizzo esteso, mentre FI e Pd lo valutano positivamente

Secondo le ultime ipotesi che circolano, il Green pass allargato all’italiana potrebbe prevedere l’obbligo della certificazione di vaccinazione, tampone negativo o guarigione per entrare in bar e ristoranti (sicuramente in quelli al chiuso), con possibili sanzioni ai gestori – chiusura per 5 giorni – e multa agli avventori fino a 400 euro

Il certificato verde dovrebbe valere per teatri, cinema, musei, concerti e discoteche, queste ultime se e quando verranno riaperte

Inoltre potrà servire per piscine e palestre e per aumentare la capienza consentita di pubblico negli stadi

Infine per treni, navi e aerei a lunga percorrenza – con un maggiore tempo di presenza a bordo -, ma non per metropolitane e autobus. L’estate potrebbe insomma prevedere un Paese intero con Green pass in tasca e Qr code nel cellulare

Sul tema si è espresso anche Franco Locatelli. In un’intervista a Repubblica, il coordinatore del Cts, ha detto sì all’estensione dell’uso del Green Pass, anche al ristorante. Mentre sulle discoteche, sostiene che questo potrebbe non essere il momento giusto per riaprirle

Alcune regioni, come Sardegna e Sicilia, stanno preparando decreti e misure di controllo degli ingressi per i turisti. Proprio la Sardegna è una delle 5 Regioni che, con gli attuali parametri, rischierebbero la zona gialla, in attesa di nuovi criteri per i cambi di colore basati sui ricoverati più che sull’incidenza dei contagi

Si moltiplicano infatti le richieste dei governatori per modificare i parametri per le zone con i colori (e le relative limitazioni). E anche il ministro Speranza ha aperto: “Ragionevole che pesi di più il tasso delle ospedalizzazioni”

Secondo il Corriere della Sera, non è escluso che il provvedimento del governo possa entrare in vigore già il 26 luglio. L’obiettivo è quello di mantenere tutta Italia in zona bianca almeno fino a Ferragosto ed evitare la chiusura delle attività economiche

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Bar e ristorante? Non credo proprio!! Negli eventi di massa mi pare possa essere sensato, ma altrove è il ricatto per vaccinare tutti!! Mia Bella democrazia non ci sei più!! Ormai copiano i dittatori cinesi e coreani!!

  2. Quanti bar di sasicchi e runnicchioni hanno chiuso finora? Quanti sono finiti in mezzo alla strada? E a chi è importato qualcosa?

    E quanto ci importerà degli altri che chiuderanno? E di voi?

    Buon ferragosto, fessi, ci vediamo a settembre.

  3. Per fortuna siete una minoranza di falliti, penso che fallirebbero se non fanno entrare con il Green pass….. sono vuaccinato e tutelo le minoranze ……non voglio tenerti sulla coscienza tu fai biodiversità.

  4. Per fortuna siete una minoranza di falliti, penso che fallirebbero se non fanno entrare con il Green pass….. sono vuaccinato e tutelo le minoranze ……non voglio tenerti sulla coscienza tu fai biodiversità.

  5. 16:50 – 18:36 : Mi raccomando la terza dose, la quarta la quinta. Vi aspetta l’immunità di greeeeeegggge. Bbeeeeeeeee

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.