Anci e Legambiente: al via al via da Agropoli progetto per la cura di mare e ambiente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

«EduCare: comunità in gioco, nuove rotte di cittadinanza» è il progetto con cui Anci Campania e Legambiente scendono insieme in campo con l’obiettivo di ristabilire le relazioni di cittadinanza tra bambini e ragazzi, nello scambio tra pari e per permettere la diffusione e la pratica dell’utilizzo dei beni pubblici.

I parchi urbani, le spiagge, le aree protette, le aree verdi sono gli spazi pubblici che più sono mancati durante il lockdown e sono luoghi strategici per un rilancio delle relazioni sociali. Il progetto ha preso il via oggi con Tutti sulla stessa barca”, che si è svolto presso il porto di Agropoli, una delle 4 azioni previste dal progetto in partenariato tra Anci Campania e Legambiente. Presenti il delegato all’ambiente e alla Protezione civile di Anci Campania e sindaco di Pellezzano, Francesco Morra.

Accanto a lui il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, la presidente di Legambiente Campania, Mariateresa Imparato, e il comandante provinciale della guardia costiera. «Sono davvero felice di essere intervenuto all’inaugurazione di questo interessante progetto formativo – ha detto il sindaco Morra -, l’estate può trasformarsi in un periodo di crescita che viene trasmessa attraverso l’insegnamento di esperienze conoscitive di un certo livello».

L’azione territoriale “Tutti sulla stessa barca” prevede che un’imbarcazione si trasformi nel Museo del Mare e della Dieta Mediterranea. Il museo sarà itinerante e toccherà 7 porti: Agropoli, S Marco di Castellabate, Pollica-Acciaroli, Centola-Palinuro, Marina di Camerota, Scario di San Giovanni a Piro e Sapri.

“Salpiamo con una barca a vela- commenta Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania – come testimone galleggiante su stili di vita green e sulla dieta mediterranea, allestita da Museo del Mare di Pioppi. La barca diventerà un Museo del Mare e della Dieta Mediterranea itinerante e in ogni tappa per due giorni le banchine delle località cilentane si trasformeranno in spazi di gioco, sensibilizzazione e informazione per bambini e ragazzi sull’impatto di comportamenti sbagliati sull’inquinamento del mare e dell’importanza di adottare stili di vita sostenibili come ci insegnano i valori della Dieta Mediterranea.

Il progetto è stato realizzato con il contributo del Dipartimento per le politiche della Famiglia, in collaborazione con il Museo della Dieta Mediterranea e di «MuSea» (Museo vivo del Mare). Per prenotazioni ed info contattare il numero 3711362485.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected]om Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.