Covid, oggi 700 casi in più rispetto a ieri e raddoppio morti. Cnr: «Allarme intensive»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Covid Italia, il bollettino di oggi 21 luglio 2021. I numeri non sono quelli che si registrano in Gran Bretagna ma anche in Italia l’allerta cresce, perchè il virus SarsCoV2 non accenna a rallentare la sua corsa: in un solo giorno, sono 700 i nuovi casi registrati mentre il numero delle vittime è raddoppiato, passando da 10 a 21. Una situazione che diventa dunque sempre più preoccupante, pure sul fronte della tenuta delle strutture ospedaliere: a livello nazionale, infatti, gli ingressi nelle terapie intensive sono passati da 5,1 a 10 in due settimane, anche se il tasso di occupazione complessivo è ancora ben al di sotto della soglia di allerta. Il bollettino giornaliero del ministero della Salute conferma il trend epidemico in crescita, dopo il calo della curva risalente ormai ad alcune settimane fa. Ancora in aumento dunque i casi Covid, con 4.259 positivi nelle ultime 24 ore rispetto ai 3.558 di ieri. Sono invece 21 le vittime in un giorno. Anche il tasso di positività è in lieve aumento, passando dall’1,6% di ieri all’1,8%. Quanto all’occupazione dei reparti, sono attualmente 158 i ricoverati in terapia intensiva per Covid, 7 in meno di ieri. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 1.196, due in più rispetto a ieri. Ad allertare gli esperti è, inoltre, anche il parametro dell’incidenza dei casi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. in italia in media ci sono 1780 morti al giorno, fino al 2019 quindi senza covid. Vogliamo cominciare a basare le supposte emergenze su questi dati veri e seri??? vogliamo capire che “casi” non vuol dire “morti”? vuol dire solo essere positivo a un test ridicolo che pure l’OMS ha detto di usare come PARTE della diagnosi ma non come unico metodo.. C’è una direttiva in merito di inizio anno, se volete fare i giornalisti pubbblicate questi documenti, ma che ve lo dico a fare

  2. sasicchio abbiamo capito che non ce la fai proprio, ma nel 2020 in tutto ci sono stati 100mila morti in più rispetto al 2019.
    Vai al mare invece di leggerti direttive che non capisci.

  3. coglione 00:18 ti hanno già spiegato che sono morti ammazzati dai protocolli che vietavano e vietano ancora oggi qualunque cura prima che diventi grave. Siccome sei un coglione non lo puoi capire. Oltretutto hanno passato per covid qualunque morto pure quelli ammazzati a fucilate o affogati, basta che avevan un testa fasullo positivo pure post mortem. E’ stata una strage di Stato premeditata, coglione. Oggi in tutto il mondo ci sono milioni di persone che manifestano contro questa dittatura, gente che ha capito la truffa. Siete sempre meno, anzi qua sopra resti solo tu, coglione. Torna sul balcone a sbattere le mani con la doppia museruola e il vaccino, noi stiamo in giro alla grande alla faccia tua e senza museruola!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.