Reddito cittadinanza, Cammarota: “Impiegare percettori in lavori pubblica utilità”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
“Diversi comuni della provincia di Salerno stanno avviando procedure per utilizzare i precettori di reddito di cittadinanza per lavori di pubblica utilità. L’ultimo, in ordine di tempo, è il comune di Battipaglia. Salerno non perda anche questa occasione, si attivi e porti l’argomento in Consiglio comunale”.

Così l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza e candidato sindaco de “La Nostra Libertà” che annuncia che lunedì 26 luglio, nel corso della seduta di Consiglio comunale presenterà una mozione.

“De Luca tuona contro il reddito di cittadinanza ma proprio nella sua città, contrariamente ad altre realtà, non sono state ancora attivate inspiegabilmente tutte le procedure previste per legge”, prosegue Cammarota. “Nel nostro programma elettorale, inoltre, c’è l’istituzione di un assessorato al lavoro con l’attivazione di una clausola sociale per i giovani”.

Proposta quest’ultima elaborata con il supporto della commercialista e tributarista Sonia Lotoro, responsabile dipartimento lavoro de La Nostra Libertà candidata al consiglio comunale. “Si parta con l’utilizzo dei precettori del reddito di cittadinanza a supporto di servizi pubblici, poi si individuino formule che possano coinvolgere giovani che versano in condizioni di disagio, con appunto la clausola sociale da prevedere nei bandi pubblici del Comune di Salerno che stabilisca in appalti e affidamenti pubblici una quota di lavoro per i nostri giovani ”. “Lunedì presenterò una mozione che sottoporrò al Consiglio comunale”, conclude Cammarota.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Finalmente esimio avvocato,una proposta seria e democratica,chi ha il r.d.c deve lasciare il divano o il lavoro nero e deve rendersi utile alla collettivita’,un consiglio all’attuale Amministrazione comunale,di utilizzarli per lo spazzamento delle strade,e del lungomare,a turni ,nell’arco di 12 ore,per mantenere in modo decoroso la pulizia della citta’ e soprattutto lo svuotamento dei cestini va effettuato più volte al giorno,questa sarebbe la vera svolta per la pulizia della nostra citta,lo spazzamento una sola volta al giorno e’ insufficiente.Chi e’ abile fisicamente e si rifiuta niente r.d.c.

  2. ECCO LO SCIENZIATO. MA VATT CORC ! LO STANNO DICENDO DA MESI. CI MANCAVI SOLO TU. UN OPPOSIZIONE CHE FA RIDERE.

  3. Kist sta afor, facc i cart false, lavoro a nero e mi so messo di residenza addo u nonn per piglia o reddit. Mo m vo impiegà a faticà

  4. NON CE BISOGNO DI SPAZZAMENTO MULTIPLO DELLE STRADE E DEL LUNGOMARE,CE BISOGNMO DI GENTE CIVILE ,PER BENE E EDUCATA ,NON GENTE SUDICIA NELL’ANIMA CHE GETTA CARTE IN TERRA A DESTRA E A MANCA.

  5. La legge istitutiva del Reddito di Cittadinanza prevede l’obbligo a svolgere lavori di pubblica utilità e a partecipare ai PUC nel Comune in cui si risiede;
    non possono essere oggetto dei PUC attività in sostituzione di personale dipendente dell’ente pubblico proponente o di enti gestori coinvolti nel progetto, o connesse alla realizzazione di lavori o opere pubbliche già date in appalto ovvero attività sostitutive di attività analoghe affidate esternamente dal Comune o dall’ente;
    i percettori del RdC non possono, inoltre, ricoprire ruoli o posizioni dell’organizzazione del soggetto proponente, nè essere utilizzati per sopperire temporaneamente ad esigenze di organico;
    la mancata adesione ai PUC da parte di uno dei componenti il nucleo familiare comporta la decadenza dal Reddito di Cittadinanza.
    I lavori di pubblica utilità possono riguardare, ad esempio, la manutenzione del verde, l’assistenza alle persone anziane o a portatori di handicap, la tutela di aree pubbliche, l’assistenza all’organizzazione di iniziative culturali o formative e altre attività previste dai Progetti utili alla collettività (PUC). Tali lavori socialmente utili possono richiedere un impegno da un minimo di 8 ore ad un massimo di 16 ore settimanali.
    Non possono sostituire analoghe attività affidate esternamente dal comune o dall’ente coinvolto.
    I partecipanti ai PUC beneficiano solo delle tutele previste in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.I comuni dovranno attivare l’assicurazione INAIL per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, nonché la copertura per la responsabilità civile verso terzi senza costo a carico.
    Ad oggi sono poco più di 100 su ottomila amministrazioni ad aver predisposto e fatto richiesta di PUC
    Dovreste adirarvi piuttosto perchè ad oggi, con tante utilità a cui possono essere adibiti i percettori ancora il comune di Salerno non ha approntato un piano PUC. Il comune, potrebbe tramite i percettori del rdc intervenire in settori a corto d’organico e/o in sofferenza economica cronica, in settori come la cura del verde pubblico, l’inclusione sociale, la manutenzione e il controllo degli spazi cittadini, l’assistenza agli anziani, la tutela dell’arte e delle strutture culturali. A costo zero per le casse.

  6. veramente tra i requisiti per ottenerlo è proprio previsto che il recettore svolga 8 ore settimanali di servizi per il proprio Comune, poi i Comuni in tutto questo tempo se ne sono fottuti e in pochi l’hanno fatto!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.