Il covid fa il giro daccapo: a Wuhan la Delta fa ripombiare nel lockdown

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Nei giorni scorsi alcuni quartieri di Pechino sono stati sigillati, e l’apertura delle scuole rimandata, per alcuni contagi di variante Delta.

Ora la situazione nell’immenso Paese sembra di nuovo volgere a una diffusione del virus senza grandi possibilità di contenimento.

Se il primo focolaio era stato identificato all’aeroporto di Nanchino(subito chiuso, la popolazione della città controllata tre volte), ora al centro delle preoccupazioni c’è di nuovo Wuhan, la metropoli dove tutto era cominciato nell’autunno del 2019.

Le autorità hanno ordinato di sottoporre a tampone tutti i residenti (11 milioni) dopo la segnalazione di sette casi nell’ultima settimana, i primi in dodici mesi.

Ma sono oltre trecento i contagi registrati in quindici province cinesi, tutti di variante Delta, e dunque giudicati molto pericolosi data la velocità di trasmissione del virus.

Vaccini, la strategia di Biden: 50 influencer per ottenere l’effetto «Elvis»
Pandemia, i voti dei cittadini ai leader: Merkel batte tutti, Draghi meglio di Macron
Francia, in 100mila in strada contro il green pass (E tornano i gilet gialli)
Pechino ha paura: a Nanchino «il più esteso focolaio dai tempi di Wuhan»
Per le autorità è una conseguenza della stagione turistica interna, con milioni di persone in viaggio da una parte all’altra del Paese, eventi in presenza e, tutto sommato, la semplice frequentazione di parenti e amici.

Qui i pareri divergono. Oggi i contagi segnalati sono 90. E il centro della nuova diffusione da Nanchino si è spostato alla città di Zhangjiajie, nello Hunan: sarebbe stata la destinazione scelta da diversi viaggiatori arrivati attraverso l’aeroporto di Nanchino.

Alcuni di questi poi avrebbero partecipato a una serata teatrale e ora sono 5 mila i potenziali portatori di virus stimati che, a loro volta, sarebbero in grado di moltiplicare esponenzialmente la nuova ondata.

Le autorità ovviamente sono all’opera per rintracciarli: ma non è detto che ci riescano in tempo, e comunque la variante Delta, per le sue caratteristiche, è abilissima a sfuggire alle reti lanciate per fermarla.

La preoccupazione di Pechino è grande. E anche quella del resto del mondo, visto che resta sempre piuttosto farraginoso ottenere notizie verificate e attendibili — e in tempo reale — quando si tratta della Repubblica Popolare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.