Contagi in pericolosa risalita: Sicilia e Sardegna a rischio zona già a fine agosto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Per il momento, ancora tutti salvi da limitazioni e restrizioni. Almeno nel mese di elezione per il turismo. Ma forse già prima della fine di agosto – come riporta il sito web corriere.it – sarà difficile per alcune regioni conservare le tre condizioni che consentono di stare in zona bianca: positivi sotto quota 50 ogni centomila abitanti, posti letto occupati in terapia intensiva sotto il 10 per cento, posti letto occupati nei reparti ospedalieri sotto il 15 per cento. Sicilia e Sardegna rischiano la zona gialla a fine agosto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Dunque, invito a riflettere su queste questioni.

    Se il vaccino è un bene necessario e imprescindibile per la salute della collettività, lo Stato lo renda obbligatorio per tutti nel rispetto dell’art. 32 Cost.

    Se non ritiene invece di poterlo fare, perché trattasi di vaccino che ancora non ha finito il suo corso di sperimentazione e che potrebbe recare danni, anche gravi, a chi lo riceve, come riconosce lo stesso art. 3 del dl 44/2021, allora non sanzioni quei cittadini che hanno paura a vaccinarsi, perché la loro paura è la stessa paura che ha lo Stato a rendere obbligatorio il vaccino, e perché è contrario ad ogni principio giuridico porre limitazioni di diritti fondamentali a chi abbia tenuto un comportamento che lo stesso Stato non considera obbligatorio e/o dovuto.

    E se poi lo Stato rende obbligatoria la vaccinazione, punisca chi trasgredisce l’obbligo, ma lo faccia in modo adeguato e proporzionato, si ricordi che tutti noi siamo i figli di Cesare Beccaria, e che principi di civiltà giuridica non consentono di sottrarre a nessuno quei diritti fondamentali dell’uomo che costituiscono la storia della nostra società occidentale.

  2. “A seguito della lettera del Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri, Filippo Anelli, che, all’indomani dell’Ok da parte dell’Aifa al vaccino “Moderna”, è tornato a scrivere al Ministro della Salute, Roberto Speranza, per ribadire “l’urgenza di assicurare la copertura vaccinale contro il Covid a tutti i medici e odontoiatri, senza esclusione alcuna”, il dott. dott. Giuseppe Barbaro, Internista e Cardiologo Policlinico Umberto I° Roma, risponde quanto segue:

    Dissento profondamente con le dichiarazioni di Anelli di imporre il vaccino a tutti i medici ed odontoiatri in quanto non rispettoso del libero pensiero del medico e della sua capacità di critica.Si tratta di un vaccino ancora in fase sperimentale, pieno di incognite, trasformato in atto di fede. Ci sono troppi elementi incerti circa questo vaccino. Sembra che gli anticorpi si sviluppino tardivamente per cui è necessario un richiamo dopo 1 mese, senza la sicurezza che anche questo richiamo determini lo sviluppo di un titolo anticorpale protettivo. Non sono contrario ai vaccini ma alla somministrazione di farmaci il cui profilo di efficacia e sicurezza è ancora sub iudice (materia di discussione). Abbiamo solo sentito i media e gli scienziati con ampi conflitti di interesse. Si sta profilando una penosa spettacolarizzazione che fa veramente vergognare la classe medica. Vorrei far presente alcuni punti:

    1)– il vaccino viene somministrato senza un’accurata valutazione clinica pre-vaccinale. Tutti dovrebbero fare il tampone prima del vaccino (e non viene fatto). E’ ben noto che se un soggetto ha l’infezione in corso, non deve essere vaccinato.
    2)– anche se il tampone è negativo, si dovrebbe fare il test sierologico per valutare la presenza di anticorpi specifici, per pregressa infezione, a titolo protettivo (circa 1/30). Anche in questo caso, non si dovrebbe somministrare il vaccino ma monitorare il soggetto nel tempo ed effettuare eventualmente una somministrazione se il titolo anticorpale decresce.
    3)– anamnesi allergologica: chi ha avuto reazioni allergiche a farmaci o a precedenti vaccini dovrebbe essere escluso dalla somministrazione e monitorato con tamponi e test sierologici.
    4)– Il consenso informato permette la somministrazione del vaccino nella consapevolezza anche di reazioni letali senza rivalsa nei confronti della Pfizer o dell’azienda sanitaria che lo somministra (scudo penale). In questi termini mi sembra di percepire una scaltra strategia per aggirare una palese violazione del codice di Norimberga.
    Il dubbio, diceva Cartesio, è uno dei nomi dell’intelligenza e il clinico Augusto Murri diceva che il dubbio è parte integrante del processo di decisione clinica. Il medico, fino a prova contraria, è un intellettuale e come tale libero di ragionare, dubitare e criticare certi dogmi. Mi sembra un ritorno all’epoca dell’Inquisizione in cui non si può dubitare del dogma senza essere messo al rogo. Voglio poi ribadire alcuni concetti che sono stati condivisi con un collega anestesista di Pavia.

    1)– molti operatori si sono ammalati e sono guariti.
    2)– gli anticorpi persistono dopo 6-8 mesi . Ovviamente non si puó sapere se più a lungo, ma nemmeno con il vaccino il termine è chiaro.
    3)-chi ha contratto la malattia ha una probabilità dell’ 1,8% di riammalarsi e solo pochi in modo serio. (dati preliminari studio di Pavia, piacenza e Lecco con 9600 testati). Con il vaccino la probabilità è del 5%.
    4)– è chiaro che il vaccinato potrebbe benissimo essere un portatore sano di virus nel naso e contagiare altri.
    5)– in questa seconda ondata tutti noi abbiamo fatto un “ richiamo” tornando a contatto con il virus ( molti tampone positivi asintomatici).
    Quesito: perchè tanta fretta nel vaccinare operatori e soprattutto tanta forza nel ribadirlo? E’ evidente che si tratta di un vaccino in fase di sperimentazione tra-sformato in atto di fede.”Dottore Giuseppe Barbaro

  3. Ma come gli ospedali sono vuoti al 96%, siete dei terroristi…. Io e Sasicchia abbiamo deciso di lasciare l’Italia, andiamo in Francia, manifestazioni contro la dittatura e senza Green Pass.

  4. Testate I vaccinati bastardi … Dovete marcire all’inferno giornalai di merda e politici genocida .

  5. Del corridore pappagallo 🦜 i vaccinati trasmettono il vairus 😂😂😂, bravo 👏🏻 ora vediamo a Settembre come va con i non vaccinati che si prendono l’influenza!

  6. Bolsonaro e tutti i dementi no Vax processateli per genocidio.
    In Brasile 565 000 morti ufficiali, ma in realtà ne sono oltre 1 milione.
    L’amico del Prof. Ciccio Bello.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.