Sagre e fiere in piazza: no obbligo controllo green pass

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa

Importante chiarimento dal Governo ottenuto dall’ufficio legislativo della Confesercenti Nazionale.

Il responsabile Giuseppe Dell’Aquila spiega: “Nuove FAQ del Governo su fiere e sagre e su spettacoli in luoghi aperti al pubblico. Il Governo, sul proprio sito istituzionale, ha aggiornato le FAQ in tema di Covid.

Alla domanda se per l’accesso alle sagre e fiere locali che si svolgono all’aperto senza precisi varchi d’ingresso (ad esempio per le vie e le piazze di un Comune) serva avere una certificazione verde COVID-19 e, in caso di risposta affermativa, quali siano le conseguenze in termini di responsabilità in caso di inosservanza dell’obbligo, la Presidenza del Consiglio ha risposto che (…) nel caso in cui tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici e univoci varchi di accesso, come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche, gli organizzatori (pubblici o privati) si limitano a informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell’esistenza dell’obbligo della certificazione verde COVID-19 per accedere alla fiera o sagra in questione. In caso di controlli a campione, sarà sanzionabile soltanto il soggetto privo di certificazione e non anche
gli organizzatori che abbiano rispettato gli obblighi informativi.

Dunque, l’obbligo di essere muniti di green pass per accedere a sagre e fiere locali non è escluso. È rimesso alla responsabilità dei visitatori esserne provvisti quando tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici e univoci varchi di accesso, come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche. Gli organizzatori, pubblici o privati, degli eventi, devono informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell’esistenza dell’obbligo della certificazione verde COVID-19 per accedere alla fiera o sagra in questione, ma qualora il visitatore, in caso di controlli, sia trovato non munito di green pass, sarà solo questo ad essere sanzionato, e non l’organizzatore che abbia rispettato l’obbligo informativo.

(…) L’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 per accedere agli spettacoli aperti al
pubblico (…) si riferisce a luoghi che consentono, per la loro conformazione, di limitare l’ingresso da parte degli spettatori (sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e altri locali o spazi anche all’aperto).

L’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 non si applica, invece, nel caso in cui gli eventi si svolgano in luoghi all’aperto privi di specifici e univoci varchi di accesso, come ad esempio in piazze, vie o parchi pubblici, a cui possono accedere anche soggetti per fini diversi da quello di assistere all’evento che non è quindi destinato ad un pubblico predefinito e contenuto in spazi dedicati in modo esclusivo all’evento stesso”.

Dichiarazione del coordinatore regionale Anva Confesercenti, Aniello Ciro Pietrofesa:

“Altro risultato importante dell’ANVA Confesercenti Nazionale. Avevamo posto una domanda al Governo riguardante il green pass per le fiere: viene chiarito che per le fiere svolte su piazze e strade senza nessuna recinzione non vi è l’obbligo del controllo del green pass ma solo di apporre la segnaletica”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Scommettiamo che questi gentiluomini saranno i primi a stupirsi e lamentarsi se i loro eventi esclusivi vedranno dimezzarsi le visite?

  2. il PASS è INCOSTITUZIONALE ed è pure CONTRO LE REGOLE EUROPEE che sono primarie anche rispetto alla Costituzione (PURTROPPO, aggiungo in generale, ma tant’è! e per fortuna in questo caso).
    Il consiglio d’europa ha IMPOSTO che NESSUNA limitazione deve essere posta in essere contro chi non è vaccinato ANCHE SOLO PER SCELTA! E il governo ha dovuto recepire questa direttiva che infatti è pubblicata in gazzetta ufficiale!
    Quindi il PASS della Gestapo è MORTO già in partenza. Al massimo è un’optional per chi ci crede e non vuole informarsi.
    INFORMARSI sulla GAZZETTA UFFICIALE, lo dico per il solito amante dei testicoli e dei runners che mai capisce un’acca

  3. la merda la tieni in testa, il pass sia incostituzionale sia inutile dal punto di vista sanitario perchè si basa su un vaccino che, detto da qualunque ente sanitario mondiale, NON EVITA IL CONTAGIO.
    Quindi vai a farti lo shampoo che puzzi.
    La spagna ha abbanonato definitivamente il pass nazi comunista, perchè tutti i tribunali e corte costituzionale hanno BOCCIATO la norma da idioti.
    In Italia è ugualmente FUORILEGGE questo pass, il perchè lo ha già scritto 20.41

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.