Piazza Libertà a rischio crolli: slitta inaugurazione, nuovi lavori da 2 milioni di euro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
71
Stampa

Salerno, Piazza della Libertà a rischio crolli: serviranno – come titola, in apertura della prima pagina, l’edizione odierna del quotidiano “La Città” – altri 2 milioni di euro per mettere in sicurezza l’opera. In bilico la rampa Ovest: variante e nuovi lavori. L’apertura slitta a fine settembre.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

71 COMMENTI

  1. X Vernacoliere 14 Agosto 2021 at 15:29

    Più che antidelukista (data l’irrilevanza di detto movimento chiamato delukismo di delucaschenko) antifascista in genere, anti camorra anti mafia ed anti malaffare atitruffatori antimmorali ed antimalaffaristi corrotti corruttori. Ne consegue antidelukista, poichè il delukismo non è un partito ma un motu proprio predatorio, non certe all’altezza del fascismo che fu si un opportunismo personificato in mussolini ma comprendeva una visione generale dello stato, il delukismo è solo una piccola imitazione del craxsismo provinciale che data l’eta del ducetto del momento, più che prossimo alla marcia su Roma, scalata tentata e fallita perfino dal boss figuriamoci l’inetto delfino, è prossimo al piazzale Loreto.

  2. Quindi vernacoliere ci conferma che è L’unico difensore di delukisti crescend e prenditore privato, che imperversa su tutti i blog in loro difesa dell’indifendibile e mai risponde alle domande.
    Ci dedica tanto di quel tempo da settimane forse mesi con vari nomi e come anonimo con la stessa metodologia, di invana difesa che consta ne cambiare argomenti non rispondere disinformare filosofeggiare senza mai rispondere nella sostanza dire che “così fan tutti” “che son tutti uguali”, aauguriamoci che agli stessi argomenti che poneva craxi come risposta corrisponda la stessa fine con il lancio delle monetine, speriamo che si sveglino anche i salernitani, ci conta che son peggio i regimi dittatoriali e che in fondo è esteticamente bello e giusto che i conti sia in rosso che li ripaniamo con la tari più alta d’Europa e che continuiamo a regalare le nostre tasse ed i nostri beni al prenditore straniero di turno dei deluchisti .

    E continuiamo a chiedere le stesse cose a cui mai rispondono e deviano e parlano di altre cose i difensori dell’indifendibile.

    Evidentemente, mancando argomenti concreti in risposta ai miei, riesce comodo, facile e poco impegnativo ricorrere al diffuso citare storielle fiabe modi di dire e tornare a marachelle diffuse nel millennio passato, cercare di passare ad altri argomenti e mai rispondere in merito:

    “quanto ha pagato ai salernitani il privato straniero per i beni ed le decine e decine di milioni che sono sottratti ai salernitani e loro tasse per regalarli allo stesso privato straniero?

    Quanto ha pagato il privato straniero per gli abbattinenti espropri eliminazione parchi parcheggi pubblici scuola pubblica albergo ed attività private a nostre spese e la costruzione del tetto del condoinio Crescent che chiameranno “piazza della libertà di rubareci altre decine e decine di milioni delle nostre tasse”?

    Ha intenzione di continuare a raccontarci fino alle elezioni di ottobre quanto è esteticamente bello derubare i salernitani dei loro beni pubblici e delle loro tasse?
    Lei non ci da risposte, ma solo giustificazioni e richiama le piccole colpe di altri nel lontano passato, ed accusa chi la accusa di offendere ed accusare altri.
    Questo continuare a dire “così fan tutti” o “lei non offende noi ma tutti quanti” è la più semplice classica difesa di tutti i colpevoli, ma può darsi che come cacciarono craxi con il lancio delle monetine per le stesse sue risposte, ad ottobre cacceranno pure voi.
    Aspettiamo con piacere un prossimo processo sulla variante piazza della libertà di rubarci 30.000.000 di euro delle nostre tasse. Tanto per restare nell’argomento del blog.

    Aggiornamento, regaliamo altri 2.000.000 da aggiungersi a quanto già regalato al privato straniero.

  3. X
    Vernacoliere 15 Agosto 2021 at 11:57

    Lei ammette di non essere informato su nulla e di non aver seguito nulla ne in tribunale ne in altre posizioni e luoghi.

    Ma continua ad affermare con la certezza di uomo di fede , che sia un qualcosa di positivo per i salernitani, ed anche il bilancio in rosso ed i 32.000.000 di euro ulteriori regalati. Forse verso il privato ed i delukisti la cosa sarà una cosa positiva, non credo per i salernitani.
    Perfino la fede dei santi, nei confronti della sua fede, senza vedere e toccare nulla, nei confronti dei suoi dei (il prenditore privato ed il duce delukista) senza vedere e toccare nulla, è niente se paragonata alla sua.

    Ma visto che io non sono un santo continuo a non amare di essere derubato nei beni e nelle tasse, ed anche se la donazione dei mie beni nostri beni e nostre tasse da lei quindi ammessa, come dice lei è del tutto regolare e a norma di legge cosa non proprio palese ne proprio trasparente, del resto se fosse così regolare come dice, non ci sarebbero i reati di falso pubblico ad interesse del privato con conseguente condanna andata in prescrizione, ne il luogo a procedere in tutti gradi e sicuramente ci sarebbe stata la condanna in toto alle spese per gli accusatori ed invece il duce o il governatore, a piacer suo, sono stati condannati al pagamento delle spese processuali, ne chi ha accusato è stato poi condannatto a risarcimento danni ne è stato querelato, ne consegue che la sua incrollabbile fede delukista le fa onore al suo portafoglio, ma è semplicemente smentita dai fatti, che lei ha ammesso di non conoscere e dalle cifre, che lei ha ammesso di non conoscere.

    Io sono certo che lei sappia che il prenditore nulla ha pagato per il crescent e tutto ciò che è connesso ma visto che non lo sa o non vuole dirlo lo dico io.

    Ai salernitani, perchè si sappia, per il suo guadagno di centinaia di milioni il prenditore straniero ha dato nulla, zero, 0.

  4. Organizzazioni mondiali hanno messo tra gli ultimi posti l’italia per capacità di perseguire i reati politici amministrativi e corruzione ed ai primi per corruttele concussioni politico amministrative, il tutto favorito dal mani pulite in poi da una serie di riforme per impedirne la punizione. La cartabia prosegue in quella direzione peggiorando la situazione e perfino il fatto vero quanto il Crescent del ponte Morandi appena iniziato è minato nel procedimento di punizione dei responsabili da prescrizioni depenalizzazione ed con la riforma cartabia da improcedibilità, del resto non occorra che in Italia i misfatti non siano stati compiuti perchè i processi non abbiano portato a colpevoli e condanne, potremmo iniziare da Seveso o dal Vajont da Brescia a Moby da Ustica alla p2 da Gelli a Stazzema da craxi a berlusconi dai renzi e ai boski e dirigenti bancari e privati tutti salvati con quella legge.
    I fatti ci sono sono stati, i fatti sono stati fatti, fotografati dai processi, ed i colpevoli sono a volte stati processati per decenni con assoluzioni, riforme, favor rei, prescrizioni, amministie, depenalizzazioni ecc. od i fatti non costituivono più reato, depenalizzazione, riduzione degli anni delle prescrizioni, ed esclusioni di prove perchè la forma delle stesse la formazione delle stesse l’ottenimento delle stesse non era ritenuta più conforme a quanto richiesto dall’ultima riforma.

    Ma sono tutte cose mostruosamente successe come il crescent, cui i colpevoli sono rimasti impuniti, assolti, prescritti o non più colpevoli per favor rei, depenalizzazione, invalidazione della colpa della pena delle prove del reato per intervenuto cavillo giuridico. In questo caso però i colpevoli avvantaggiati, come nel caso Crescent non hanno potuto querelare gli accusatori, non hanno avuto risarcimenti ed hanno pagato anch’essi le spese processuali come è stato per il governatore condannato al pagamento delle spese processuali, perchè avevano fatto ciò di cui erano accusati, proprio perchè le accuse non erano false, la lite non era temeraria ed i giudici avevano tutte le ragioni di proseguire i processi, ed anche se le condanne per falso pubblico a favore del privato ci sono state e solo prescritte, per fortuna loro.
    Non vedo in ciò ne innocenza ne trasparenza amministrativa ne tutela dell’interesse pubblico dei salernitani, ed intanto salvo altro salvagente, con la riforma cartabia, speriamo presto in un altro processo, proprio per la variante piazza della libertà di regalare i soldi delle nostre tasse rivalutando i beni di un privato.

    Non si può dire che i giudici il Tar o il provveditorato siano stati mai ostili al delukaschenko, ma se una attività amministrativa quale la sua merita una tale sfilza di prescrizioni e processi per i 30 anni della sua amministrazione, il minimo che si può dire è che se pure alla fine fra prescrizioni e leggi ad hoc per la impunità di politici e beluschisti corrotti corruttori e concussi, la riforma dei reati di concussione corruzione abuso d’ufficio e delle loro prescrizioni e delle prove necessarie e consentite, il minimo che si può dire che sesolo pochi di loro sono stati alla fine condannati, certamente la loro non è stata ne un amministrare trasparente ne certamente nell’interesse dei salernitani dato poi che alla fine hanno perfino bilancio in rosso patrimoni mobiliare immobbiliare regalato, suoli sottosuoli e demanio e spiaggie e colline e lungomari regalati con bilancio immobbiliare e mobiliare in passivo e bilancio finanziario in passivo e tari alle stelle.
    Non basta dire come in tutte le dittature il popolo mi vota ed io gli faccio quello che voglio. Ma il popolo lo sa cosa gli sta facendo delukaschenko quanto gente come lei fa questa disinformazione insieme ai giornalisti con la schiena a 90 gradi?

  5. Vernacoliere 16/8 at 16:00

    Vorrei iniziare con una annotazione di costume, leggera ma sintomatica.
    Ho concluso il mio ultimo intervento con un “Buon Ferragosto”, augurato a persone sconosciute e contattate solo per scambi di idee e opinioni, ancorché non condivise. Non era obbligatorio rispondere, ma nessuno ha avuto … il buon gusto di farlo, preferendo la contrapposizione e basta, piuttosto che tenere confronti fra persone pensanti.
    Eppure, non so se e quando vi ho definiti esseri istruiti e intelligenti.

    Informo che sto per rivolgermi all’Accademia della Crusca per ottenere l’inserimento del tanto usato e abusato termine “delukista” fra i neologismi della lingua italiana. Alla Treccani poi chiederò di recepirlo nei suoi dizionari con i possibili significati: irridente, offensivo, manipolatore, difensore di ladri, predatore degno di essere scaraventato nei tormenti infernali del gironi danteschi, oltre a tutte le altre numerose definizioni diligentemente postate sui blog.

    Il 15/8 at 21:12, leggo che, con vari nomi coperti da anonimato e con ripetuta metodologia, mi dedico solo alla difesa dello straniero predatore.
    Mi autoassolvo confrontandomi con quelli che (ma forse si presentano con nome cognome e codice fiscale ??) si sentono impunemente autorizzati a rimanere nel limbo dell’anonimato. Senza contare quando si presentano con titoli e frasi multiple, accreditandosi come difensori non solo di se stessi ma di una intera comunità.
    In tale ottica occorre capire cosa si intende per “propaganda”, perché se un delukista espone proprie idee anche con qualche digressione a sostegno, allora si macchia del più orrendo dei delitti. Se invece altri fanno lo stesso, ad esempio dicendo che una certa spiaggia e affini non era un lontano miraggio ma qualcosa di concreto da preservare in toto, un simile comportamento merita il plauso infinito e illimitato di tutti. La sua scomparsa grida vendetta davanti a Dio e agli uomini, anche perché avvenuta a scapito di cittadini depredati di euro a tantissimi zeri.
    Non importa che la richiesta di dimostrarne la reale e documentata entità riceva risposte vaghe e generiche. essa non è come la biecapropagandadegna dei peggiori regimi che fondano il consenso con l’inganno. No, si tratta dei paladini che divulgano l’unica verità in campo e guai a non essere allineati.

    Ti accusano di evadere le loro domande, nonostante io onestamente ammetta di non avere accesso a sicuri canali informativi. E’ questo il motivo per chi mi rigiro a chi invece dà ad intendere di possedere e poter divulgare dati dettagliati, inoppugnabili, presumibilmente attinti in sedi accertate.
    Ma questo non merita alcun credito, solo perché in certi lidi vige solo l’ottica dello strabico !!

    Così, anche il richiamo che ho osato fare ai misfatti urbanistici compiuti in città e in periferia, subito minimizzati come marachelle preistoriche, mi viene rinfacciato come esempio ininfluente non pertinente.
    Vorrei che qualcuno trovasse il tempo di leggere il libro di un militare reduce dell’Operazione Sbarco a Salerno del 9 settembrev1943. Fra i vari fronti di combattimento, partecipò anche a quello svoltosi sulla collina ove sorge l’Ospedale Da Procida. Di lassù, ha scritto: “Si vedeva una ridente collina dominante il golfo e la città di Salerno … e con affetto e tristezza la verde vallata sottostante, disseminata di viti, ulivi e pomidoro, resa ricca e produttiva dal duro lavoro dei contadini”.
    Non vuole essere uno sfoggio di cultura, né il tentativo di deviare lo sguardo dal mare ai monti, ma solo far notare che la sostituzione di quanto sopra, iniziata già nel dopoguerra, con palazzi, palazzoni e con strade strette e tortuose, può essere additata come “una marachella primordiale” solo da chi ritieme che certe querelle vanno affrontate con spirito di parte.

    Infine, pur rendendomi conto di quanto lungo è diventa questo mio intervento, devo fare cenno all’ultima parte letta in quello a cavallo della notte fra 18 e 16 agosto.
    Mi hanno colpito due cose:

    _ la disinvoltura con cui, travalicando l’etica di rimanere in tema, si sono scovati tanti processi buoni e/o cattivi a dimostrazione di quanto fossero da stigmatizzare certe procedure che hanno caratterizzato gli eventi giudiziari salernitani dell’ultimo decennio. A guardar bene, per una maggior incisività, si poteva risalire anche al processo che vide protagonisti Cicerone contro Catilina, oppure a quello ancora più clamoroso in cui un intero popolo accecato da odio inflisse una crocifissione immeritata.

    – il compiacimento con cui si analizzano tutti i capi di accusa pendenti in capo ad uno stuolo di colpevoli, non puniti solo perché qualche manina compiacente ne ha cassato i nomi dalla lavagna con una spugna gigantecheha incluso anche giudici, e, perché no?, cancellieri e uscieri compiacenti.
    Forse si spiega così anche il non tanto velato accenno alla politica, influenzato dall’avvicinarsi della data delle elezioni,
    Ma, bisogna rimanere in tema !!
    .

  6. X Anonimo 16 Agosto 2021 at 15:55

    Tutti avranno notato che L’unico che fa tifo e con fede cieca per qualche politico, a spada tratta difendendolo e facendogli propaganda sotto elezioni è lei.

    Io mi limito a dire che basta cambiare per me chiunque è migliore, il potere stagnante nelle mani di uno corrompe in maniera assoluta e degenerativa e rende inutile per alcuno l’impegnarsi ed il migliorare, oltre a far passare la voglia di lavorare bene anche a chi la ha.
    È la legge darwiniana per cui senza selezione e punizione naturale vi è solo degenerazione.

    Nessuna democrazia sostanziale può funzionere senza ricambio.

  7. Cosa si potrebbe dire che se delukaschenko è un buon amministratore perchè e scampato a tanti processi ed ha avuto prescrizioni, Berlusconi lo è mille volte di più perchè e scampato a più processi di costui? Si può invece dire che se Berlusconi e Renzi non si fossero con leggi ad personam ed ad colletti bianchi salvati dai loro processi, le stesse leggi non avrebbero salvato tanti dirigenti pubblici, privati, delle autostrade, delle banche e tanti delucashenko qualsiasi.

  8. Se una caratteristica la si può attribuire al delukismo è proprio questa,l'aver sostituito il primato dell'interesse pubblico con il primato dell'interesse privato(si badi bene non di tutti i privati,ma solo di quel privato straniero)

    X il vernacoliere che pone codeste domande (l’anonimo unico difensore del privato straniero e delukisti su tutti i iblog)

    A prescindere che lei non ha ancora risposto alle domande ed è lei che loda il cambiamento del Crescent per cui è lei che deve motivarlo e rispondere alle domande.
    Comunque la accontento.

    “Forse il caldo di Ferragosto alimenta il desiderio di porre domande.
    Allora:
    _ nei mesi precedenti alla sua chiusura, quale era percentualmente il tasso di occupazione delle camere del Jolly Hotel e fra i visitatori erano prevalenti gli italiani o gli stranieri, cioè chi contribuiva concretamente a tenere su la bilancia dei pagamenti con l’apporto di valuta estera?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento a spese a totale carico delle nostre tasse.
    Per cui se uno guadagnasse poco è giusto espropriarlo dei suoi beni ed attività eliminare i posti storici di lavoro regalare quella fetta di mercato ad altre città, usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    “_ nell’istituto nautico quante erano le sezioni frequentate dagli studenti, quanti annualmente conseguivano i diplomi di coperta o di macchina, quanti infine trovavano subito imbarchi sulle navi e cominciavano a solcare i mari del mondo?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento di una scuola pubblica superfici laboratori a spese a totale carico delle nostre tasse e il mettere gli studenti del detto istituto nel sottoscala di una scuola primaria poiché che al momento non vi era migliore possibilità.
    Per cui se vi fossero non troppi posti di lavoro immediati è giusto espropriare la collettività di una scuola dei suoi beni ed attività spostare i posti di lavoro pubblici fuori da Salerno usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    “_ i cantieri navali ivi ubicati avevano impianti, attrezzature, uffici studi per progettare e costruire naviglio fino a quale tonnellaggio massimo? E la forza forza lavoro era costituita da dipendenti in pianta stabile o da lavoratori con contratti a termine e quali erano le rispettive percentuali?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento a spese a totale carico delle nostre tasse.
    Dal canto mio visto che frequentavo quei cantieri e li conoscevo bene, le dico che guadagnavano parecchio, avevano parecchi dipendenti storici ed decine di migliaia di clienti compreso me e la mia famiglia tutta, lo stesso dicasi delle altre attività tutte.
    Per cui se uno guadagnasse poco e non avesse troppi dipendenti e non producesse troppo tonnellaggio è giusto espropriarlo dei suoi beni ed attività eliminare i posti storici di lavoro regalare quella fetta di mercato ad altre città, usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    “_ vi si trovavano magazzini con attrezzature capaci di gestire svariati tipi di materiali, preferibilmente quali? e con ubicazioni che li rendevano facilmente raggiungibili per gli smistamenti verso e da le previste destinazioni?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento a spese a totale carico delle nostre tasse.
    Dal canto mio visto che frequentavo quei magazzini e li conoscevo bene, le dico che guadagnavano parecchio, avevano parecchi dipendenti storici ed decine di migliaia di clienti compreso me e la mia famiglia tutta, lo stesso dicasi delle altre attività tutte.
    Per cui se uno guadagnasse poco è giusto espropriarlo dei suoi beni ed attività eliminare i posti storici di lavoro regalare quella fetta di mercato ad altre città, usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    “_ infine la spiaggia, l’arenile, il fronte mare, il mare stesso erano esenti da ogni tipo di imperfezione e mettevano a disposizione i migliori confort per i frequentatori, i quali non avevano alcuna necessità di accedervi con ombrelloni sedie asciugamani ecc. e, a fine mattinata, si rinfrescavano anche con una salutare doccia di acqua fredda?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento a spese a totale carico delle nostre tasse.
    Per cui adesso il mare e arenile ha smesso di essere inquinato ed i cittadini saranno più contenti perché dovranno pagare per ciò che prima avevano gratis?
    Per cui secondo lei è giusto espropriare i cittadini dei suoi beni ed attività spiagge demanio fiumi, rifare le spiagge con le nostre tasse per poter rivalutare e regalare al privato straniero le nostre spiagge demanio a nostre spese deviazione di fiume a nostre spese e pericolo, eliminare i posti storici di lavoro, regalare quella fetta di mercato ad altre città, usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    “Non esigo necessariamente risposte mirate, come pretendete che faccia io con le vostre, ma solo invito a considerare che in caso contrario, a similitudine di quanto avviene nel vostro versante, io ed eventualmente chi ci legge senza pregiudizi, ci sentiremo legittimamente autorizzati a dire: “che strano, non rispondono !!””
    “_quali e quante erano le installazioni specifiche di cui si poteva usufruire nelle aree di svago e relax dedicate a grandi e bambini?”

    (C’è lo dica lei visto che ne ritiene giusto l’esproprio abbattimento a spese a totale carico delle nostre tasse.
    A questa ultima domanda dovrei risponderle avendone fruito da bambino e da giovane e da genitore, dipende dalle amministrazioni, prima dei delukisti erano molte le istallazioni per bimbi nel parco, compresi giostre ed ogni tanto ambulanti di vario genere durante le feste, ed un chiosco e le tipiche fontanelle ricoperte di ceramica e panchine e tavolini ricoperti di ceramiche, storiche a Salerno, di cui l’ultima fontanella che era sulla piazza della salita verso Vietri è stata anche essa votata allo sfascio, era sempre frequentatissima da vecchi genitori e bambini, era pulitissima e vi provvedevano anche le persone che vi lavoravano ed avevano il chiosco. Dalla amministrazione di deluka in poi è stata votata allo sfascio e abbandonata e lasciata distruggere lentamente.
    Per cui secondo lei è giusto espropriarlo dei suoi beni ed attività la città eliminare i posti storici di lavoro, usando le nostre tasse per farne regalo a gratis al privato straniero?
    Voi delukisti vi dovete far visitare da un buon psichiatra.)

    Dalle domande da lei poste in contrapposizione a alle mie, si può subito osservare il suo aberrante punto di vista, per cui non è chi sottrae qualcosa alla comunità per regalarla ad un privato unitamente alle tasse della comunità, a dover dare delle spiegazioni e giustificare ciò, ma sono i derubati che devono spiegare perché non vogliono essere derubati e giustificarsi di ciò, in pratica è la vittima che deve giustificarsi e dimostrare che non doveva essere stuprata.

    Si denota anche il primato che lei pone in rilievo e come prioritario ed preponderante, dell’interesse di un privato (quel privato straniero) ad appropriarsi a gratis di beni e tasse pubbliche (rubarci?), sul primato dell’interesse pubblico ed della tutela della proprietà di tutti, dei beni di tutti, delle tasse di tutti, da usarsi per tutti e da mantenersi beni e patrimonio e territorio pubblico ad interesse di tutti.

    Se una caratteristica la si può attribuire al delukismo, in fondo, è proprio questa, l’aver sostituito il primato dell’interesse pubblico con il primato dell’interesse privato (si badi bene non di tutti i privati, ma solo di quel privato straniero o al massimo di quei pochi), per cui è giusto togliere al pubblico ed a molti privati attività ed futuro e posti di lavoro per dare tutto ciò al privato prescelto.

  9. X Vernacoliere 16/8 at 16:00

    Chiacchiere e tabbachier e legn ù banc e Napoli non l’impegn.

    È inutile chiedersi perchè uno che possiede tanta scienza conoscenza ed informazioni come ben ha dimostrato parlando di bilancio ecc. e storia e prstoria di Salerno di estetica e semiotica, non parli e citi gli argomenti primari a favore del suo tutelato.

    Certo più che per mancanza di scienza ma con certa mancaza di coscienza, avrebbe potuto parlare degli straordinati risultati di bilancio finanziario del tutelato, ma deve parlare di altro e distrarre, infatti il bilancio finanziario è disastratamente in rosso, nonostante la più alta tari d’europa e la metodologia di multe a strascico con telecamere che ha portato all’incasso nei soli primi mesi 2021 di 4.000.000 di multe, nonostante le più alte tariffe di pedaggio parcheggi, la assoluta inesistenza di posti non a pagamento in città (contram legem) e le più alte tariffe posto auto residenti in periferie.

    Appunto non può vantare niente, neanche la riduzione della tari, invece aumentata a dismisura nei suoi mandati insieme all’imu seconde case, e quindi deve parlare di altro.

    Non può vantare il risultato del bilancio patrimoniale e mobiliare, avendo regalato tutto dai suoli ai sottosuolo agli immobili pubblici alle spiagge fiumi demani e perfino il mare con il nuovo porto le colline e l’entroterra, senza peraltro alcun risultato di incasso.
    Meglio parlare di altro e distrarre.

    Avrebbe potuto vantarsi di servizi pubblici eccezionali ed pulizia uguale, ma i servizi di eccezionale hanno solo i costi al cittadino ed di eccezionale vi è solo la sporcizia scarsezza di manutenzione ed abbandono in centro, figurati nelle periferie.
    Meglio parlare di altro.

    Avrebbe potuto parlare della riduzione dei costi delle partecipate e coop ma invece i costi sono aumentati ed i servizi diminuiti o della educazione e gentilezza degli addetti che invece sono dei veri “bravi” di don Rodrigo.
    Meglio parlare di altro.

    Ed allora ci avrebbe potuto sbattere in faccia quanti soldi il privato prenditore straniero ha pagato ai salernitani per guadagnare centinaia di milioni col Crescent e la regalia ed espropri e chiusure ed abbattimenti di parco pubblico cantieri nautici attività private centinaia di posti di lavoro persi albergo abbattuto parcheggio pubblico funzionale ed economico regalato a lui, istituto nautico moderno abbattuto, fiume spostato regalo di spiaggia demanio e letto di fiume pubblici a spese delle nostre tasse, ma siccome il prenditore straniero ha pagato zero ai salernitani.
    Meglio parlare di altro.

    Avrebbe potuto vantarsi del fatto che il tetto piazza del suo condominio privato Crescent lo straniero lo abbia fatto a spese sue, ed invece ci è costato 8.000.000 più 22.000.000 più 2.000.000 di nostre tasse fino ad adesso, chi lo sa in futuro.
    Meglio parlare di altro.

    Ed allora incomincia ad accusarci di fare politica, solo perchè denunciamo tutto ciò, senza indicare nessuno o parlare di alcun candidato da votare, nel mentre è proprio lui esplicitamente ed implicitamente a far propaganda politica, non rispondendo, ed difendendo,l’ unico, a spada tratta su tutti i blog con tutti i nomi ed in anonimo, da mesi a tempo pieno, per fede immotivata e tifo e non con fatti e non con cifre, un particolare soggetto politico ed l’indifendibile Crescent ed l’indifendibile sacco di Salerno e salernitani e l’indifendibile amministrazione e l’indifendibile prenditore straniero e gli indifendibili risultati di alienazione e regalie patrimoniali, di bilancio finanziario di bilancio patrimoniale mobiliare ed immobbiliare (tutti in rosso disastroso), di efficienza ed economicità dei servizi (disastrosi) e di aumento esorbitante di tasse.

  10. È lecito usare santi e religione per una operazione di propaganda elettorale sotto elezioni, la Chiesa si presterà a questa cosa?

    È lecito usare santi e religione per una operazione di propaganda elettorale sotto elezioni, la Chiesa si presterà a questa cosa?

    Al contrario di alcuni io non suggerisco chi si debba votare ne difendo l’indifendibile immorale da votare ad ogni costo, alcuni fanno propaganda politica, io faccio propaganda morale e dico solo a tutti.

    Perchè il male possa propagarsi ed avvelenare tutto e tutti, basta che la gente per bene si “astenga” dal mettergli un blocco.

    Perchè il male finisca col danneggiare la gente per bene, basta che la gente per bene si “astenga” dal votargli contro.

  11. x 17/8 ore 11:20 e 22/8 ore 14:03
    Nei giorni scorsi mi veniva rinfacciato che svicolavo fuori argomento, per evitare la materia scabrosa del Crescent e affini.
    Poi nel lungo intervento delle 11:20 del 17 agosto, con tanto sarcasmo, ironia e domande retoriche, si affronta il tutto e il contrario di tutto per illustrare tutte le inadempienze delle recenti amministrazioni, elencando le materie sotto accusa, assemblate in maniera non tanto organicamente coerenti.
    Conclude ogni paragrafo con una esortazione: “Meglio parlare di altro” Rivolta a chi ?
    Confesso che trovo un po’ sibillino il commento del 22 agosto 14:03
    Io ho solo ricordato che ciascuno ha piena libertà di voto, rispondendo a se e agli altri delle sue scelte.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.