Una Serie A tra lutti, incognite societarie e restrizioni: a Salerno poco entusiasmo alla vigilia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Siamo nati per soffrire” dicono spesso i tifosi della Salernitana. Da anni, da decenni è così. Anzi, da sempre. E gli ultimi fatti lo confermano. A dieci giorni dall’esordio in serie A, le limitazioni dovute al Covid spingono gli ultras della Curva Sud Siberiano a disertare, a rinunciare di vedere la propria squadra del cuore. “Lo stadio non è come un teatro, a queste condizioni restiamo fuori perché non possiamo dare il nostro sostegno alla squadra” dicono. Una presa di posizione forte, in linea con molte altre piazze d’Italia, per spingere ad una revisione delle misure prese.

E così la strada di avvicinamento alla serie A si conferma tortuosa. Lo è stata sin dalla partenza. A cominciare dal risultato della promozione che, superata l’euforia dei primi giorni dopo il 10 maggio, non ha portato con sé l’entusiasmo che era lecito aspettarsi in una piazza che, ad esempio, nel 1998 è letteralmente impazzita per la serie A. Certo i tempi sono cambiati e soprattutto adesso c’è il Covid a condizionare le nostre vite e a limitare molti comportamenti. Ma senza dubbio le incertezze legate al futuro societario e all’iscrizione al campionato hanno inciso spingendo molti a non esaltarsi più di tanto.

“Mai una gioia” verrebbe da dire per i tifosi della Salernitana. Anche i momenti belli come una promozione in serie A non vengono goduti appieno. Sembra quasi che chi ama i colori granata abbia un percorso già segnato in partenza, con i momenti negativi che superano quelli positivi. Qui non c’entrano i risultati, il tifoso del cavalluccio sa bene che la squadra si sostiene al di là della categoria e delle vittorie. È una fede che supera la ragione. Altrimenti oggi non ci sarebbero così tanti tifosi della Salernitana, anche tra i più giovani. Segno di una passione che spesso si tramanda di padre in figlio come senso di appartenenza alla città e alla comunità salernitana. Quando il pallone tornerà in campo molti aspetti passeranno in secondo piano, come sempre. E come sempre il tifoso della Salernitana saprà soffrire, inseguendo la salvezza in serie A. Si spera con il pubblico sugli spalti, rispettando le posizioni di tutti e le disposizioni anti-contagio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Mi sembra normale con le tante incognite future, tra lavoro salute e vite. Le tante persone che ci hanno lasciato e poi vediamo il milionaro mondo pallonaro che piange miseria e che quasi quasi dobbiamo aiutarlo noi pagando x biglietti e merchandising prezzi assurdi. Fallissero tutti.

  2. Il calcio ha perso molto da quando si parla solo di bilanci e finanziarie…regole su regole raggirate dai grandi club e subite dai piccoli….il campionato di serie A è oramai una questione ristretta a 6, 7 squadre…per le altre solo la presenza e qualche contentino….e i tifosi subiscono…

  3. Dovrei andare allo stadio senza poter esultare, senza portare una bandiera, senza potermi abbracciare con un amico, senza poter scambiare una chiacchiera con un amico, mi dispiace ma dopo 30 anni di calcio dico no, vedetevo voi cosi, a me non diverte più

  4. Condivido le tesi sostenute nell’articolo e nei commenti. Le difficoltà e le differenze aumentano, il tempo scorre e modifica in peggio il mondo. Ma nonostante tutto, mi dà serenità ammettere che l’amore per Sua Maestà la Salernitana non sfiorisce mai, anche se la dovessi seguire sempre meno.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.