Scuola, dal Green pass alle supplenze: le ipotesi sul rientro a settembre

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
L’emendamento annunciato al decreto 6 agosto con le indicazioni su vaccinazioni e green pass per la scuola e la conversione in legge in Parlamento arriveranno, molto probabilmente, quando l’anno scolastico sarà già iniziato

La data di riapertura della maggior parte delle scuole italiane è il 13 settembre, ma si sa ancora poco sulle modalità con cui si prevede il rientro in classe degli studenti e alcune indicazioni sono ancora poco chiare

In una nota firmata da Stefano Versari, capo dipartimento del ministero dell’Istruzione, si legge che mantenere il metro di distanza tra i banchi è una “raccomandazione” e che se non è possibile rispettarla ci sarà “l’automatico ritorno alla didattica a distanza”

Sempre il ministero ha spiegato che per il controllo del green pass i presidi dovrebbero scaricare l’app e che non sarebbe necessaria la consegna cartacea del certificato di vaccinazione

In caso di insegnanti no vax che rifiutino di fare il tampone, invece, non sarebbe possibile chiamare un supplente almeno fino al quinto giorno di assenza

Questa soluzione è stata pensata per evitare che, nel caso di ripensamento del titolare della cattedra, si debbano pagare due docenti contemporaneamente. I dettagli su chi debba pagare gli eventuali tamponi per i docenti non sono ancora stati chiariti

Per i tamponi agli studenti sono stati stanziati 100 milioni che servirebbero per la campagna di tracciamento durante l’anno di tutti i ragazzi in età scolare, anche i più piccoli non vaccinati

Il ministero dell’Istruzione, inoltre, per stimolare le vaccinazioni da parte degli adolescenti starebbe pensando anche di coinvolgere sportivi, artisti e influencer in una campagna d’informazione

Sul tema dell’aerazione delle classi, il ministero invita ad aprire le finestre anche d’inverno, mentre le scuole dovrebbero dotarsi di condizionatori e filtri. Inoltre 350 milioni saranno divisi tra le 8mila scuole italiane per la sicurezza. Il commissario all’emergenza Figliuolo sta poi valutando la possibilità di fornire mascherine Ffp2 alle studentesse e agli studenti che utilizzeranno i mezzi pubblici per andare a scuola

Per quanto riguarda i trasporti c’è un’altra proposta, arrivata dal ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini, sull’estensione degli scuolabus anche ai ragazzi delle superiori. Per la misura si è pensato di stanziare 600 milioni, ma resterebbe il rischio di assembramenti sui bus e l’ipotesi sembrerebbe essere rimasta al palo. I presidi ribadiscono la necessità di linee bus dedicate, soprattutto nelle ore di ingresso e uscita dagli istituti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Continuano a comportarsi come i “Dilettanti allo sbaraglio” alla Corrida della buonanima di Corrado.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.