Rientro a scuola, prima campanella a Bolzano. La Campania inizia il 15

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il nuovo calendario, predisposto dalle singole Regioni e dalle Province autonome per l’anno scolastico 2021/2022, indica che già il 6 settembre suonerà la prima campanella per gli studenti della provincia autonoma di Bolzano, che arriveranno alla fine del percorso il 16 giugno. Ecco il calendario Regione per Regione

Grazie alla delega che spetta alle Regioni, ogni ente ha potuto programmare una propria ripartenza. Dopo Bolzano sarà la volta di Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Umbria, provincia autonoma di Trento e Valle d’Aosta che hanno previsto il primo ingresso a scuola per il 13 settembre

Ragazzi sui banchi dal 14 settembre, invece, in Sardegna

Due giorni dopo, il 15 settembre, la campanella suonerà per gli studenti di Toscana, Molise, Campania, Liguria e Marche

Mentre il giorno dopo, il 16 settembre, toccherà ad alunni e docenti del Friuli Venezia Giulia e Sicilia

A chiudere il calendario di ripresa per l’anno scolastico 2021/20212 saranno Calabria e Puglia (20 settembre) che hanno deciso, così, di favorire un maggior percorso estivo per agevolare il settore turistico particolarmente importante per entrambe le realtà

Nell’ambito dei provvedimenti di autonomia, alcune Regioni, però, hanno diversificato la ripresa della scuola, con calendari separati per i vari gradi di scuola, come nel caso del Veneto che ha scelto di partire con primarie e medie il 13 settembre, mentre le superiori potranno aspettare fino al 16

Il piano prevede anche differenze sulle date di fine delle lezioni, lasciando alle Regioni la possibilità di programmare un calendario tenendo conto delle festività: più giorni di pausa durante l’anno, ovviamente, corrisponderanno a un rinvio della fine delle lezioni

Un ruolo determinante, poi, lo giocherà anche l’emergenza sanitaria in atto, prorogata al 31 dicembre prossimo, e legata al Covid-19. I dati relativi alla pandemia,  l’andamento delle vaccinazioni e, soprattutto, l’incognita variante Delta, potranno cambiare i calendari, posticipare aperture, diversificare gli orari

La presenza in classe sarà disciplinata da regole ben precise da osservare. La mascherina in aula sarà obbligatoria per tutti a partire dai 6 anni di età, con possibili deroghe solo in caso di completamento del ciclo vaccinale. Anche il distanziamento tra gli studenti dovrà essere mantenuto. Infine, se per gli alunni non sarà necessario possedere il green pass per andare a scuola, i docenti e il personale scolastico dovranno esibirlo, pena sanzione e sospensione dall’incarico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.