Green Pass obbligatorio, si cambia: ecco le regole dal 1 settembre

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Dal 1 settembre entra in vigore la nuova stretta sul Green pass, con la certificazione verde che diventa obbligatoria anche sui mezzi di trasporti a lunga percorrenza e nelle scuole. Le regole si aggiungono al pacchetto di norme in vigore dal 6 agosto e con il quale ormai abbiamo imparato a convivere.

Come ottenere il Green Pass: i requisiti

È possibile ottenere il Green pass dopo:

  • la somministrazione del vaccino contro il Covid;
  • presentando un attestato di guarigione dal Covid nei sei mesi precedenti;
  • effettuando un tampone che ovviamente deve risultare negativo.

Dove è obbligatorio il Green Pass: le regole dal 6 agosto

Dal 6 agosto la certificazione verde è diventata obbligatoria per accedere o prendere parte a:

Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
Sagre e fiere, convegni e congressi;
Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
Concorsi pubblici.

Il Green Pass obbligatorio su treni, aerei navi e traghetti

Dal 1 settembre il Green Pass è obbligatorio anche per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza. Parliamo quindi degli aere, delle navi e dei traghetti (con eccezioni) e dei treni (con eccezioni).

Per quanto riguarda gli aerei il Green pass è obbligatorio anche per i viaggi nazionali. Per i viaggi nei paesi europei era obbligatorio già prima del 1 settembre. Per quanto riguarda i trasferimenti nazionali, quindi in Italia, servirà essere vaccinati contro il Covid o essere guariti dal Covid o aver fatto un tampone nelle 48 ore che precedono la partenza.

Per quanto riguarda navi e traghetti il Green Pass è obbligatorio solo per viaggi tra regioni differenti, quindi per il trasporti interregionale. Il governo ha specificato però che lo Stretto di Messina fa eccezione: in questo caso non serve il Green Pass.

Capitolo treni: Green Pass obbligatorio per Intercity, Intercity Notte e Alta Velocita. Si potrà quindi continuare a viaggiare liberamente su treni regionali.

Chiude il capitolo trasporti il paragrafo sui pullman: il green pass è obbligatorio su mezzi che viaggiano tra regioni, inclusi autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente.

La stretta sul Green pass non interessa quindi il trasporto pubblico locale: si potrà continuare a prendere autobus, tram e metropolitane rispettando le norme in vigore in termini di mascherine e distanziamento ma senza dover aver il Green Pass.

Ricordiamo inoltre che l’obbligo di green pass non riguarda i bambini di età inferiore ai 12 anni, che al momento non sono coinvolti nella campagna di vaccinazione. Sono esenti anche i soggetti che, su certificazione medica, non possono vaccinarsi per motivi di salute.

La certificazione verde nelle scuole e nelle università

Dal 1 settembre il Green Pass diventa obbligatorio per tutto il personale scolastico e universitario. Chi è sprovvisto di certificazione verde rischia la sospensione senza stipendio.

Per gli studenti non c’è obbligo di Green Pass. Almeno fino alla fine delle scuole superiori. Gli studenti universitari devono avere il certificato verde per prendere parte alle lezioni in presenza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Teniamo ancora duro, qualcosa sta cambiando, il mondo si sta svegliando e loro pressano ancora x il pass ( reisen pass) asserviti alle lobby farmaceutiche .

  2. La cosa che più sorprende è che i docenti siano obbligati alla vaccinazione e non gli alunni, che sono in maggioranza

  3. Qui ci vuole la rivoluzione. Dove sono gli anarchici, i rivoluzionari, quelli che per definizione sono contro il sistema? Dobbiamo ritornare agli anni di piombo, quando i politici dovevano aver paura di uscire di casa perché non sapevano se sarebbero tornati.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.