Il governo riflette sul vaccino obbligatorio per tutti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Il vaccino obbligatorio per tutti non è più un tabù, anzi. Se ne parla tanto, anche troppo, mentre il governo continua a prendere tempo nei giorni caratterizzati dall’emergenza Afghanistan, sulla quale si è concentrata tutta l’attenzione nelle ultime due settimane.

La situazione è chiara: il governo vuole evitare l’obbligo per legge, e per questo ha scelto una strategia diversa con il green pass obbligatorio sempre più esteso. Una sorta di accompagnamento alla vaccinazione contro il Covid, lasciando aperta la porta del tampone a chi si rifiuta.

L’obiettivo, però, va raggiunto: l’80% degli italiani vaccinati entro settembre. Altrimenti l’obbligo vaccinale potrebbe diventare realtà, almeno da una certa età in poi. Anche perché sono ancora quasi due milioni gli over 60 che non hanno ricevuto neanche una dose.

La strategia del governo, al momento, è quella di aspettare di vedere i dati e soprattutto di capire l’impatto dell’ulteriore estensione del green pass a partire dal primo settembre. Dagli esperti, però, il messaggio che arriva è abbastanza chiaro: “L’unica soluzione è l’obbligo vaccinale contro il Covid – spiega a La Stampa Sergio Abrignani, immunologo e membro del Comitato tecnico scientifico – Chiedo a gran voce che la vaccinazione diventi obbligatoria, per un motivo di sanità pubblica, per mitigare quello che avverrà nelle prossime settimane, cioè un aumento dei ricoveri dei non vaccinati”.

Linea più morbida quella di Walter Ricciardi, consigliere del ministro Speranza, che propone di eliminare il tampone negativo tra le opzioni per avere il green pass: “Dovrebbe essere una certificazione rilasciata soltanto a chi si è vaccinato o è guarito”, ha spiegato al Messaggero.

La ministra Gelmini, intervistata da Repubblica, ribadisce il punto di vista suo e del suo partito: “Siamo favorevoli all’obbligo vaccinale – spiega la forzista – Se nel giro di qualche settimana non si raggiunge l’80% di immunizzati credo che sarebbe giusto prevedere una forma di obbligo vaccinale, almeno per chi svolge funzioni pubbliche”. Si torna sul tema del vaccino obbligatorio per tutti i dipendenti pubblici, che avrebbe l’appoggio anche del ministro Brunetta.

Il governo, però, è diviso sul tema, con Salvini e la Lega che sarebbero contrari. Intanto il governatore del Friuli Venezia Giulia e presidente della Conferenza delle Regioni, il leghista Massimiliano Fedriga, lancia una proposta a Draghi e ai suoi: un’imponente campagna sul web e sui social per promuovere il vaccino contro il Covid, con degli scienziati come testimonial.

Fonte FanPage.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. E i babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati nonché waccino-fans applaudono forte forte…… Andrà tutto mbheEeEeEeEeEeneeeee

  2. Piazzatevi a quel posto sia il vaccino che il tampone per re dermelo obbligatorio devono cambiare l art. 32 della costituzione se nn lo fanno e lo può fare solo il presidente della repubblica nn è valido.

  3. web e spcial i testimonial devono essere importanti personaggi pubblici (calciatori, sportivi, attori, cantanti…)

  4. Detto da chi era sul Britannia nel 1992 a vendere pezzi interi del patrimonio pubblico italiano, in qualità di direttore generale del Tesoro….
    E’ una mera espressione di Blackrock, McKinsey e altri

  5. Bravo, bel taglia e incolla 😂😂😂
    Hai raggiunto il record di 6 post consecutivi 👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻
    La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha respinto un ricorso presentato da 672 fra vigili del fuoco professionali e volontari contro la legge francese che impone loro l’obbligo di essere vaccinati contro il Covid-19.
    Capra non il tribunale di Pollena Trocchia 😂😂😂

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.