Matrimoni, ecco come cambiano le regole con la zona gialla

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Sicilia è già passata ufficialmente in zona gialla ed è la prima regione che torna ad una fascia di colorazione più restrittiva rispetto a quella bianca, ancora effettiva in tutto il resto d’Italia.

Per via dell’andamento dei contagi, però, non si esclude che altre regioni possano passare in giallo con l’inevitabile ritorno a regole più severe, anche sui matrimoni

In zona gialla, infatti, per i locali viene limitato il numero dei posti al tavolo – sia all’interno sia all’esterno – che non potrà superare le quattro unità. Questa regola ovviamente ha implicazioni anche sui ricevimenti di matrimonio e altre cerimonie

Chi si sposa in zona gialla deve organizzare l’evento al ristorante tenendo conto che più di quattro persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare non possono stare allo stesso tavolo

In zona gialla, così come avveniva però in zona bianca, bisognerà sempre rispettare una serie di regole fondamentali per limitare il contagio, come il rispetto delle distanze di sicurezza

Per partecipare ad ogni matrimonio bisognerà inoltre presentare il Green pass: la certificazione, tuttavia, era già necessaria anche in zona bianca

Green pass che, come per tutte le altre occasioni in cui è richiesto, attesta la vaccinazione (basterà la prima dose, ma dovranno trascorrere 15 giorni per ottenere il certificato), la guarigione dal Covid-19 o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti

Neppure in zona gialla è obbligatorio stabilire un numero massimo di invitati, ma maggior ragione dopo il passaggio dalla zona bianca bisognerà tenere conto della capacità degli spazi, in modo da garantire sempre il rispetto delle distanze di sicurezza

All’arrivo al banchetto è obbligatorio misurare la temperatura e non sarà concesso l’accesso a tutti gli invitati che dovessero superare i 37,5°

Se non dovesse essere possibile mantenere la distanza di scurezza di almeno un metro, sarà necessario indossare la mascherina, chirurgica o Ffp2: dovrà essere utilizzata anche dagli sposi sia all’interno che all’esterno

Il buffet, ma ciò avveniva anche in zona bianca, è consentito soltanto con somministrazione da parte del personale, senza possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto e prevedendo l’obbligo di distanziamento e mascherina. Oppure con prodotti monodose che gli ospiti possono prendere da soli

Infine, anche se non è obbligatorio celebrare le nozze all’aperto, il consiglio degli esperti è quello di celebrare in location che prevedano il banchetto proprio all’aperto. Se questo non fosse possibile, è auspicabile che il locale venga spesso arieggiato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.