Obbligo vaccinale per tutta la popolazione, quando e perché può scattare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dagli esperti ai ministri del governo Draghi, negli ultimi giorni arriva una voce chiara: l’obbligo vaccinale contro il Covid per tutta la popolazione non è un’ipotesi da escludere.

Sono ore di riflessione nell’esecutivo: la campagna vaccinale ha inevitabilmente rallentato, soprattutto perché ormai il 70% della popolazione è immunizzata. L’obiettivo è arrivare almeno all’80% e comunque non è affatto detto che basti per cominciare a uscire veramente dalla pandemia di Covid.

Il primo settembre entrerà in vigore il green pass obbligatorio anche per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza e per le scuole e università, ma si guarda già oltre. Al momento l’obbligo vaccinale è in vigore solo per il personale sanitario, e il pensiero di estenderlo almeno alle fasce di popolazione più a rischio – dai cinquant’anni in su – si fa più concreto.

Negli ultimi giorni diversi membri del governo non hanno escluso l’ipotesi, anzi. Da Forza Italia arriva una voce allineata a favore dell’obbligo vaccinale esteso, ma la Lega frena. Il ministro del Lavoro, il dem Andrea Orlando, ha spiegato ieri che non avrebbe “alcuna remora a sostenere questa posizione – l’obbligo vaccinale, ndr – ma ci sono difficoltà all’interno della maggioranza”.

Difficoltà che non riguardano Italia Viva: il presidente Ettore Rosato ha spiegato che sarebbe la scelta giusta per “dare un’accelerazione sui vaccini”. Apertura chiara anche dalla ministra dell’Università, Maria Cristina Messa, che a SkyTg24 ha detto che da medico pensa “non ci sia niente di negativo”, ma che da membro del governo si rende conto delle differenti “sensibilità politiche”.

Ad avere molti meno dubbi sono gli esperti, che chiedono in larga parte una svolta nella campagna di vaccinazione, soprattutto in vista dell’autunno e della ripartenza.

“I 3 milioni e mezzo di over 50 non ancora vaccinati possono determinare nuove chiusure, ma è verosimile che non ci siano più chiusure come quelle che abbiamo visto in passato – ha commentato il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, su Radio Cusano Campus – Perciò è giusto ragionare sull’obbligo vaccinale”.

Ancora più convinto il professor Massimo Galli, infettivologo del Sacco di Milano: “Non ho mai avuto la benché minima esitazione sull’obbligo vaccinale”, ha detto ad Agorà Estate su Rai 3. Insomma, la sensazione è che per ora si continuerà ad aspettare (almeno fino alla ripresa della scuola), ma il vaccino obbligatorio potrebbe diventare presto realtà.

fonte fanPage.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.