Ginecologi e pediatri: “Accelerare vaccinazioni di donne incinte e bambini”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Arriva da pediatri e ginecologi l’appello rivolto al ministero della Salute perché si acceleri la vaccinazione anti-Covid per donne in gravidanza e bambini sopra i 12 anni. Gli esperti hanno espresso preoccupazione per i possibili rischi di contagio da parte di queste categorie

Varie associazioni di specialisti – tra cui la Società Italiana di Neonatologia (Sin), di Pediatria (Sip) e di Ginecologia e Ostetricia (Sigo) – chiedono di immunizzare le donne incinte e i bambini con maggiore velocità, coordinando la campagna in modo centralizzato e veicolando altresì un’informazione corretta su questi temi

Il Covid-19, ricordano gli esperti, rappresenta un grave problema di sanità pubblica e, da un punto di vista di medicina clinica, è una malattia che comporta rischi sopratttuto per chi è in età avanzata e per alcune categorie di persone

Tuttavia, sottolineano i medici, non si possono ignorare le manifestazioni del Covid-19 nelle giovani donne in età fertile nei bambini in età neonatale e pediatrica. L’attenzione è puntata sulla diffusione di informazioni non ufficiali e di fake news, che generano una percezione sbagliata del rischio e delle conseguenze per tali categorie

Neonatologi, pediatri e ginecologi ricordano i rischi della malattia da Sars-CoV-2 per mamme e bambini, evidenziati in “diversi studi di alta qualità

La malattia – evidenziano gli specialisti – può avere manifestazioni più gravi nelle donne in gravidanza che al di fuori della gravidanza. E le gravidanze complicate dal Covid-19 terminano più spesso in un parto prematuro che può mettere seriamente a rischio la vita del piccolo e generare le complicazioni tipiche della prematurità

Sars-CoV-2 può trasmettersi – anche se raramente – dalla madre al feto e causare rari casi di Covid-19 neonataleanche grave. Inoltre, tale malattia in età pediatrica può avere conseguenze gravi non solo in fase acuta, ma anche a distanza di settimane, come la sindrome infiammatoria multi-sistemica (Pims)

A mettere l’accento sulla necessità di accelerare la campagna vaccinale è anche il direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, al fine di evitare “un settembre caldo

In Italia, la curva dei contagi è sostanzialmente stabile, ma ci sono timori di un balzo dei casi con la riapertura delle scuole. Per il fisico Giorgio Sestili sarà proprio il ritorno nelle aule scolastiche il vero banco di prova

Per questo motivo, da più parti – e in particolare da medici e specialisti – arriva la richiesta di promuovere e velocizzare le vaccinazioni dei giovani dai 12 anni in su, e tra i più piccoli quando saranno disponibili vaccini loro dedicati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.