La street art abbellisce Salerno: la città si arricchisce di 5 murales

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa

Splendidi i murales al nuovo terminal bus/parcheggio di via Vinciprova. L’area è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione con la realizzazione di cinque spettacolari murales – oltre alla rivisitazione della Tomba del Tuffatore disegnata nei mesi scorsi – che hanno cambiato radicalmente volto alla zona.

A questi si aggiunge anche il murales dedicato alla storia della Salernitana collocato al sottopasso ferroviario di via SS Martiri. Da oggi, in via Vinciprova, è inoltre fruibile anche un nuovo parcheggio a raso da 30 stalli, proprio nei pressi delle opere.

Grazie alla collaborazione dei giovani e bravissimi artisti Loste, All Anema, DiGa e McNenya e delle associazioni Overline e 19 giugno 1919, l’Amministrazione di Salerno ha voluto dare una nuova fisionomia a questi luoghi, di connotarli per renderli immediatamente riconoscibili.

“È una splendida testimonianza del fermento culturale della nostra città – afferma il Sindaco Vincenzo Napoli – che partecipa nel ridisegnarne lo spazio urbano, raccontandone le sfide del futuro e il ricco patrimonio identitario, ed un ulteriore intervento di pregio in una zona che già nel recente passato ha visto la realizzazione di altre importanti opere per i residenti, ad iniziare dai parcheggi a ridosso della Cittadella Giudiziaria (anch’essi abbelliti da splendidi murales di Jorit) per finire alla nuova chiesa inaugurata alcuni mesi fa”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Ma che roba é? Ma che scherzi sono. Modo di abbellire la città con un po’ di pittura? State ai minimi termini. Salerno peggiora e datevi una mossa

  2. A parte che alcuni sono orribili tipo quello che sembra la pubblicita’ del dentifricio PEPSOSENT. Ma poi ovviamente un altro regaluccio politico a qualch’uno che porta voti al DUCE potentino

  3. X Salernitano 3 Settembre 2021 at 14:54

    Quanto vi hanno pagato tutto ciò?

    È io pago.

    Un po’ di vernicetta di dubbio gusto.

    Stanno trasformando una città in stile Bonks Harlem o vele di Scampia.

  4. Quando vi abbiamo pagato delle nostre tasse?

    È sempre un segreto sapere quanto è a chi regaliamo le nostre tasse?
    Questa lode ai delukisti la avete già fatta ieri per quanto la ripeterete?
    A che servono persone pennivendoli che non fanno queste domande?

    Solo pubblicitari delukisti su questo giornale? Giornalisti che fanno domande (almeno quelle non scomode) proprio no? Figurati poi giornalisti veri che facciano domande scomode.

  5. E il cosiddetto servo sciocco, chiamato “sindaco”, parla addirittura di “fermento culturale”!!! Abbiamo toccato il fondo e ora stiamo scavando!!!! Che vergogna!!! Questo è il livello di chi regge, sciaguratamente, le sorti di questa mortificata città!!

  6. L’idea “FORSE” era buona, ma il risultato finale assolutamente è da nascondere.
    Si sarebbe dovuto far fare questi disegni a chi veramente capace, e ce ne sono di Artisti con la A maiuscola che fanno opere d’arte sui muri…..
    Non vorrei mortificare gli autori, ma la qualità e il risultato finale sono veramente modesti!
    Forse qualche “nipotino”, o qualche “amichetto” aveva bussato alla porta di…….

  7. E ancora schiattate……grande de Luca anche questa volta vinceranno la prossima volta …asfaltati salvinisti e Company. A proposito ma dantuccio nostro come sta? È tornato dall’arechi?????auaaaaaaaaaaaoooouuu

  8. Il “vezzo” della critica e della controcritica non perde occasione di manifestarsi.
    Forse di vero “fermento culturale” si sarebbe più “opportunamente” parlato se al posto dei murales fossero comparse le “opere pittoriche” dei writhers, quegli orribili sgorbi tanto apprezzati da sedicenti critici d’arte.!!
    Allora si che il sindaco avrebbe avuto elogi meritati.!!
    Piuttosto, si facesse anche una adeguata protezione ai vari murales del centro storico ispirati ad Alfonso Gatto, alcuni dei quali in forte disfacimento.
    Sono ben fatti, evocativi e invitano ad una maggiore conoscenza del poeta salernitano.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.