Salernitana, tifosi arrabbiati: ora basta figuracce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Chi si aspettava una scossa in seguito alla sosta è rimasto deluso. Dopo quello con la Roma, la Salernitana a Torino rimedia il secondo poker di fila contro una squadra che aveva perso le prime due gare (con l’Atalanta e a Firenze, segnando al massimo un sol e subendone sempre almeno due). Il team di Juric, che prima della chiusura del mercato aveva attaccato la società per il mancato arrivo dei rinforzi, contro i granata riesce a mantenere la porta inviolata grazie all’ottima prova dell’ultimo arrivato Zima ma anche, o forse soprattutto, per i demeriti dei viaggianti.

Nonostante l’impiego dal primo minuto di Simy al fianco di Bonazzoli, la Salernitana in fase offensiva pare davvero poca cosa. La trama di gioco del team di Castori è sempre la stessa: copertura degli spazi, riconquista del pallone, lancio in avanti alla ricerca delle punte chiamate a far salire la squadra. Non c’è ricerca di fraseggio, non c’è qualità, non c’è imprevedibilità, mancano gli inserimenti senza palla degli interni e i due esterni perdono i duelli individuali.

Kechrida a destra è disastroso in fase difensiva, dalla sua zona di competenza arrivano i cross che portano tre dei quattro gol del Torino. Un po’ meglio a sinistra vanno Ruggeri, infortunatosi in chiusura di primo tempo, e un quantomeno ordinato Ranieri.

Al centro della difesa, Strandberg prova ad infondere sicurezza, ma i colleghi di reparto non vivono un gran pomeriggio: Gyomber non convince appieno come terzo di destra, Gagliolo (all’esordio con la maglia della Salernitana) ha sulla coscienza almeno tre gol dei piemontesi. Il centrocampo non fa filtro e non accompagna la manovra, le cose vanno meglio solo quando in campo entra Ribery, che con Bonazzoli orchestra l’azione più bella della partita del team di Castori.

In tanti gettano la croce addosso al tecnico, chiedendone la testa, ritenendolo inadeguato per il torneo di Serie A e già si fanno i nomi di possibili sostituti (da Ranieri a Gattuso passando per Maran e via discorrendo). Altri vorrebbero ringraziare di cuore Lotito e Mezzaroma, per averci lasciato in queste condizioni. Altri ancora se la prendono con Fabiani per aver allestito la rosa in ritardo. In questo momento, però, con due partite casalinghe di fila alle viste, più che aprire la caccia al colpevole, sarebbe utile trovare la giusta chiave tattica per permettere a questo organico, che in tempi non sospetti avevamo definito lacunoso in termini qualitativi, di non fare altre figuracce e di non perdere troppo terreno rispetto alle rivali nella corsa salvezza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. ORA BASTA PERDERE LE PARTITE 3/4 A 0 DALLE PROSSIME SI VA OLTRE……5 / 6 A ZERO.
    😂😂😂😂😂

  2. che scuorn mamma mia l’è l’è…..e quando arriveranno Milan Napoli Inter Juve ecc???sa com e cumbinan? l’atalanta sarà un amaro assaggio… almeno a una cosa serve la Salernitana in questo campionato….a fa fà e punti alle squadre avversarie…solo per questo meriterebbe la serie A 😂😂😂😂😂

  3. Questa è la fine che stiamo facendo resuscitiamo i veri gufi i tifosi di squadrette vicine che si divertono a scrivere post, grazie sempre ai romani e al pasticciere per la serie A raggiunta a quale prezzo? Adesso l’unica speranza che coltivo è l’avvento di una nuova e forte società che possa ripartire daccapo formando un settore giovanile e puntando ad una seria programmazione che ci permetta di create le basi per un futuro stabile in massima serie. Da veri tifosi ora non resta che tifare sempre per i nostri colori senza badare ai risultati….salviamoci almeno noi. Forza Salernitana sempre e comunque in ogni categoria e situazione come l’attuale….ci dobbiAmo credere fino alla fine.

  4. La salernitana è nà squadra da serie C o serie B. Le grandi vanno bene a fare punti come dice il commento precedente

  5. Dispiace tantissimo ma nessuna meraviglia. Si raccoglie quel che di semina. Stiamo ancora vivendo le conseguenze di una vita da succursale della Lazio: campionati arrepezzati, impersonali, con risultati che speriamo non si rivelino effimeri, senza aver costruito nulla. In più, abbiamo questa maledizione di avere sempre il signor Fabiani tra i piedi, per il quale non nutro e non ho mai nutrito né simpatia né fiducia.

  6. Siamo ancora impantanati con i Romani fino a quando Fabiani e Castori sono a Salerno.Piu’ chiaro di così. SVEGLIAAAAAAAAAA.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.