Parkingday a Salerno, Greenpeace trasforma un’area parcheggio in ‘parco urbano’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Questa mattina, in occasione della Settimana Europea della Mobilità, volontarie e volontari di Greenpeace hanno portato anche a a protesta creativa del “ParkingDay”, convertendo temporaneamente un’area parcheggio in Piazza Casalbore in uno spazio “verde” destinato al gioco e alla musica, con l’obiettivo di sottrarlo alle auto e restituirlo simbolicamente alle persone.

Nello spazio temporaneamente liberato, l’associazione ha allestito un’area ricrativa con tavolini e giochi da tavolo, un piccolo tappeto su cui sdraiarsi e leggere un libro o una rivista, una piccola area giochi in cui allenarsi con lo skateboard o giocare a campana.

Le volontarie e i volontari di Greenpeace hanno realizzato l’iniziativa contemporaneamente in diverse città italiane da Nord a Sud, in molte delle quali si terranno il prossimo 3 e 4 ottobre le elezioni amministrative.

L’obiettivo è quello di attirare dei candidati alle elezioni comunali sui problemi legati all’onnipresenza delle auto in città. Greenpeace chiede alle amministrazioni delle città italiane di garantire spazi urbani più sani e vivibili e un sistema di mobilità equo e
sostenibile, pensato per le persone e non per le auto.

A Salerno il gruppo locale di Greenpeace ha più volte denunciato il problema dell’assenza di un numero sufficiente di piste ciclabili e aree dedicate a chi desidera spostarsi con mezzi di trasporto sostenibili.

«Per troppo tempo l’automobile ha plasmato il volto delle nostre città, il paesaggio e anche la vita delle persone», spiega Federico Spadini, della campagna trasporti di Greenpeace Italia.

«I cittadini sono stati resi dipendenti dal trasporto motorizzato privato attraverso una cattiva pianificazione urbana, la mancanza di accesso ad alternative pubbliche e la massiccia promozione da parte dell’industria automobilistica. I tempi sono ora maturi per un ripensamento dello spazio in città, e le amministrazioni hanno l’opportunità, e anche il dovere, di trasformare i sistemi di mobilità urbana a favore del benessere delle persone e del Pianeta».

Con più di 65 auto ogni 100 abitanti, il nostro Paese ha uno dei tassi di motorizzazione più alti in Europa, con il settore dei trasporti responsabile di un quarto delle emissioni di gas serra a livello nazionale.

Oltre all’impatto sul clima, sull’inquinamento atmosferico e sulla nostra salute, l’onnipresenza delle auto in città genera congestione, traffico, incidenti e riduce lo
spazio che potrebbe essere destinato ad altri utilizzi, come parchi e aree verdi, che hanno
invece benefici tangibili sul benessere e la salute delle persone.

Per questo, Greenpeace chiede alle amministrazioni delle città italiane di investire da subito in aree pedonali e infrastrutture ciclistiche, trasporto pubblico capillare, servizi pubblici di mobilità condivisa ed elettrica e aree verdi e senz’auto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Ci vorrebbe un miracolo per avere i parchi viali zone libero per tutti, dobbiamo chiedere un miracolo al nostro santo Patrono ovvero San Matteo e il suo rappresentante attuale il quale non fa niente di niente per i fedeli cattolici ed altre religioni presente nel nostro territorio, forse in un futuro nel mare del golfo di Salerno………… Senza cemento cemento…..

  2. Lodevole l’iniziativa di Greenpeace, che però a Salerno fa i conti senza l’oste, ovvero la trentennale amministrazione comunale che dai proventi dei parcheggi autoveicoli trae uno dei maggiori profitti, tanto da creare addirittura una società ad hoc, con dentro i “soliti amici degli amici”, ragion per cui ritengo che le buone idee di Greenpeace rimangano lettera morta, in quest’oasi felice ove anche i cittadini perpetuano il potere inquinante in vigore……

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.