Salerno, prima domenica con Piazza della Libertà: è subito boom di visitatori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
30
Stampa
Centianaia di visitatori, oggi, a Salerno, ad ammirare Piazza della Libertà complice anche la giornata dalle temperature estive. Numerosi ragazzi ma anche coppiette, famiglie, gruppi di turisti hanno preso d’assalto la neonata piazza, che sta diventando una importante attrazione turistica. Tante le foto e i selfie scattate da ogni angolo della stessa e del sottopiazza.  Tutti pieni i parcheggi, in particolare quello di Piazza della Concordia e dell’area del Genio Civile. Lunghe di file auto si sono formate lungo via Ligea e sul lungomare Trieste.

Fonte SalernoToday

Foto Antonio Capuano facebook

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

30 COMMENTI

  1. Poi dicono che non è stata una inaugurazione elettorale, si parla solo della piazza e non della monnezza che regna a Salerno, opere incompiute, uffici che non funzionano, tasse eccessive, sanità inesistente ecc. ecc.

  2. E vero ci sono altri problemi 200 milioni e passa di debiti, come si risanano, provocato anche dei costi lievitati del Crescent . A proposito mi sapete dire perchè le bollette della spazzatura arrivano a fine ottobre, dopo che sono finite le elezioni? Chissà che sfogliatella ci sarà

  3. Voi che commentate in questo modo, meritate la Salerno di 20 anni fa prima di De Luca. Con la munnezza che veniva buttata dai balconi e una città che faceva schifo. Ora criticate ma non ricordate o fate finta di non ricordare. VERGOGNATEVI

  4. La piazza e la vista mare / terra sono di impareggiabile bellezza.Cosi come sono degli emeriti cafoni alcuni che vanno in bici e altri con al guinzaglio i loro amati cani:prepotenti e volgari

  5. Ci sono stato. Lo Skyline è pazzesco. Forse ci voleva più verde. Speriamo che duri, ma la vedo dura.

  6. Risultati clamastraordinari……a piazza a tenimm…..i luci di artista …stanno x arriva’……Ribery sta già qua……u Sindaco mo u facimm…Vicienz ci protegge…..stamm a posto…meglio non potevamo…..Salifornia city….on the beach . ..

  7. Il vero dramma sarebbe se questi cinque commenti rappresentassero una alta percentuale della popolazione salernaitana e non invece – come credo – solo gli esigui esemplari di una esigua genia intenta solo a critiche distruttive, che li rende incapaci di valutare serenamente ciò che avviene in città.

  8. Questi commenti sopra sono tutti dello stesso frustrato mentale e affetto da talebania persistente.

  9. Godetevela adesso che dopo le elezioni diventerà proprietà privata. A proposito quelli del cessent pagano la attesa imu di quelli di Mariconda

  10. Vedo tanto, tantissimo fumo per offuscare i problemi reali.
    Enfatizzare questa piazza per anestetizzare i dolori, è il sotterfugio che utilizzano gli ebeti parassiti a cui preme solo assicurarsi gli aiutini e se ne fregano se la città ed i suoi cittadini vivono nel degrado amministrativo, morale e sociale…..
    Bisogna invece dare una svolta.
    Chi ama Salerno, la nostra bellissima città, deve votare chiunque, di qualsiasi corrente politica e cacciare a calci nel sedere questi farabutti.
    Bisogna fare capire alla politica, tutta intera, che i Salernitani non sono tutti ebeti e chi non farà gli interessi della collettività verrà inesorabilmente cacciato via senza se e senza ma.
    Non perdiamo quest’altra opportunità (con Papino, il Grande Bluff non l’abbiamo sfruttata facendo un grave errore).
    Basta dare ascolto alla propria coscienza ed avere un pochino di dignità…..
    Viva Salerno ed i Salernitani onesti che amano Salerno…..

  11. Anonimo 19.35
    Qui l’unica munnezza sei tu e tutti i salernitani cafoni che non sanno cosa è il bene comune….
    Con gente come voi e con i vostri figli fotocopie non c’è speranza..

  12. Concordo con la posizione politica espressa nel messaggio di Salernitano verace: tutti tranne un deluchiano. C’è la possiamo fare al ballottaggio a liberare Salerno (sono comunista ma voterei anche la destra).
    La piazza è oggettivamente bella e lo scenario meraviglioso (la natura ha privilegiato Salerno). Il palazzone, a mio parere, è orribile ma è un giudizio soggettivo.
    Noto che in questa città non venga problematizzato (come mai?) un’emergenza primaria: la gestione e il corretto mantenimento degli amici a 4 zampe. Qualcuno dovrà pure iniziare a dire che avere un cane, due, tre, non è un gioco o uno spasso. Questo mania così diffusa oramai, tipicamente di natura consumistica, comporta notevoli dispendio economico, particolare cura e responsabilità civica. Occorre, per esempio, raccogliere le feci da terra e diluire con un poco d’acqua l’urina ma nessuno lo fa. Ecco perché siamo un popolo di cafoni.

  13. XxxAnonimo 26 Settembre 2021 at 23:56

    Il bene comune erano i cantieri spiaggia demanio parcheggio istituto nautico parco pubblici, che a spese dei soldi comuni delle attività ed imprese ed albergo di tanti, delle centinaia di lavoratori storici compreso indotto, con espropri e risarcimento con soldi comuni nostri, sono stati rasi al suolo, e con fiume torrente bene comune nostro deviato ed interrato, e con spiaggia occupata e ripasciuta con soldi comuni nostri, e tutti i restanti beni comuni che sono stati privatizzati regalandoli ad un singolo privato perchè vi ci si arricchisse, poi non contenti di ciò, per rivalutargli il suo ormai bene privato gli abbiamo dato i nostri soldi comuni per fargli costruire la piazza a vantaggio del suo privato, ormai, condominio, e gli paghiamo anche l’illuminazione pulizia vigilanza manutenzione aggiustamenti con le nostre tasse comuni.
    Per cui se di munnezza vogliamo parlare oltre le sue offese vi è solo la gestione dei beni pubblici da parte di codesta amministrazione.

  14. XxxAnonimo 26 Settembre 2021 at 23:56

    Il bene comune erano i cantieri spiaggia demanio parcheggio istituto nautico parco pubblici, che a spese dei soldi comuni delle attività ed imprese ed albergo di tanti, delle centinaia di lavoratori storici compreso indotto, con espropri e risarcimento con soldi comuni nostri, sono stati rasi al suolo, e con fiume torrente bene comune nostro deviato ed interrato, e con spiaggia occupata e ripasciuta con soldi comuni nostri, e tutti i restanti beni comuni che sono stati privatizzati regalandoli ad un singolo privato perchè vi ci si arricchisse, poi non contenti di ciò, per rivalutargli il suo ormai bene privato gli abbiamo dato i nostri soldi comuni per fargli costruire la piazza a vantaggio del suo privato, ormai, condominio, e gli paghiamo anche l’illuminazione pulizia vigilanza manutenzione aggiustamenti con le nostre tasse comuni.
    Per cui se di munnezza vogliamo parlare oltre le sue offese vi è solo la gestione dei beni pubblici da parte di codesta amministrazione.

  15. Posso capire ma non giustificare chi, con ostinata convinzione, continua a preferire un “ bene comune”, – come da anni non erano più così definibili la Spiaggia di S.Teresa e dintorni – al nuovo “bene comune” subentrato, Piazza della Libertà.
    E questo solo perché vi si affaccia un condominio di abitazioni e di possibili futuri esercizi commerciali.

    Leggendo la descrizione fatta dei vecchi insediamenti, sembra davvero di trovarsi di fronte alla statua di G.L.Bernini: L’Estasi di Santa Teresa!!

    Invece chi ne parla conoscendo come erano prima quei posti, ne da una rappresentazione completamente diversa: attività in disuso, spiaggia in abbandono, mare impraticabile, presenze diurne e notturne di dubbia moralità.

    Sembra però che chiedere smentite concrete e documentate sia una offesa e un voler deprezzare un bene inestimabile.

    Viene poi fuori un altro asso vincente: la realizzazione del nuovo complesso in sostituzione del precedente eseguita con indebiti esborsi di fondi pubblici, con espropri demaniali non consentiti
    Riesce però difficile ottenere dati e dimostrazioni concrete per quantizzare in dettaglio certe cifre esposte.

    Allora sorge il dubbio su certe proposizioni; e però non si può sollevare qualche obiezione che subito si è tacciati di tifare per il bene dell’interesse privato a danno di quello pubblico.

    E invece viene il sospetto che certe insistenze a difendere un bene pubblico – un certo bene pubblico!! – rappresenti proprio il contrario e che qualsiasi mezzo, anche inconsistente, lo debba giustificare.

  16. X Anonimo 28 Settembre 2021 at 14:13

    Purtroppo non potendo avere i dati dal comune uno può solo pensare male. Anzi proprio per la segretezza su questi argomenti si deve pensare male.

  17. X Anonimo 28 Settembre 2021 at 14:13

    Purtroppo non potendo avere i dati dal comune uno può solo pensare male. Anzi proprio per la segretezza su questi argomenti si deve pensare male.

    Ed ancor peggio si deve pensare di questo suo apparire ogni volta che si tocca l’argomento conti e soldi e tasse per i salernitani per la realizzazione di questa speculazione privata chiamata Crescent.

    Ancor di più si è obbligati a pensar male del perchè si censurano i commenti forti e con dati contro l’affare Crescent ed appare la sua difesa solita del Crescent.

  18. x SALERNITANO DOC 26 Settembre 2021 at 19:45

    Io per la verità ricordo una Città pulita, servizi anagrafici funzionanti nonostate il sovraccarico pure di atti notori ed autentica titoli per concorsti ecc. e certificati in numero esorbitante in quanto non esisteva autocertificazione ne informatizzazione estesa, carte di identità rilasciate al momento in ogni sede, file irrisorie costi idem e tasse bassissime. e se torno ancora piu indietro mi pare di rivedere lo spazzino che saliva al mio quarto piano senza ascensore, per prendere la busta davanti alla porta, o uscendo la mattina gli spazzini con bici a due bidoni che pulivano le strade e l’autobotte che un giorno si ed uno no lavava le strade, i camion della centrale del latte che portavano il latte in giro, i pulman straeconomici elettrici che giravano per tutta la provincia.

  19. x SALERNITANO DOC 26 Settembre 2021 at 19:45

    Io per la verità ricordo una Città pulita, servizi anagrafici funzionanti nonostate il sovraccarico pure di atti notori ed autentica titoli per concorsi ecc. e certificati in numero esorbitante in quanto non esisteva autocertificazione ne informatizzazione estesa, carte di identità rilasciate al momento in ogni sede, file irrisorie costi idem e tasse bassissime, e se torno ancora piu indietro mi pare di rivedere lo spazzino che saliva al mio quarto piano senza ascensore per prendere la busta davanti alla porta, o uscendo la mattina gli spazzini con bici a due bidoni che pulivano le strade e l’autobotte che un giorno si ed uno no lavava le strade, i camion della centrale del latte che portavano il latte in giro, i pulman straeconomici elettrici che giravano per tutta la provincia.

    Dimenticavo il lungomare più bello di Italia con aiuole di fiori ben curati ed erba pulita E TAGLIATA INSIEME ALLE AIUOLE, con tanto di data del giorno scritta con i fiori nei punti strategici, le fontanelle e le panchine di ceramica e le ceramiche artistiche che rappresentavano luoghi caratteristici di costiera e citta sui muretti parapetti dei lungomari fino al lungomare colombo.
    Non una pianta o palma o albero non curata non una aiuola non curato o prato non falciato e pulito, non ratti non blatte non cacche ed i bagni pubblici funzionanti, niente carte a terra ed spazzini sempre in giro con la scopa di legno a pulire.

    Ogni tanto bandi per le case popolari e tanta gente che lavorava in cantieri fabbriche attività grossisti
    ormai tutte chiuse, vi era l’equo canone eppure le case da affittare si trovavano ed erano alla portata dei lavoratori più umili anche non in periferia.

  20. x Anonimo del 29/09 at 00:25

    Lei è libero di pensare male.
    Non posso impedirlo!!

    Devo però ribadire che non ho alcun potere di imporre o esigere tasse.
    Io le tasse le pago, come – immagino – faccia lei.

    Non sono invece convinto delle affermazioni sue e di altri, secondo cui si sono registrati aumenti sul livello di tassazione stabilito dal Comune di Salerno per effetti direttamente riconducibili ad oscure manovre svolte per realizzare Crescent e Piazza della Libertà.

    Ho letto ripetutamente cifre a corredo di queste accuse.
    Noto però una contraddizione.
    Se lei dice che il Comune non svela alcun dato (e per tale segretezza fa pensare male), allora tutte quelle cifre, davvero impressionanti, diffuse da lei ed da altri, da dove derivano?
    Sono nate spontaneamente, sono immaginarie, sono dedotte da calcoli e stime precise delle grandezze in gioco, ve le siete sognate, sono il frutto di reazioni a torti subiti?

    Infine, ve li ha suggerite qualcuno?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.