Ambiente: l’attivista Greta Thunberg a Milano per il Youth4climate

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

Si è aperta ieri al Centro Congressi Mico di Milano la Youth4climate, evento organizzato dal governo italiano come introduzione della PreCop26. In attesa della riunione dei ministri dell’ambiente e della conferenza annuale dell’Onu sul clima, i leader si stanno confrontando con gli attivisti di ultima generazione.

Youth4climate ha una durata di tre giorni e si conclude nella giornata di domani, prevede la presenza di un quattrocento ragazzi ed è fondamentale per la preparazione di una carta negoziale in vista di Cop26 a Glasgow. Nel corso dell’apertura dei lavori presente anche Greta Thunberg, che ha fatto un intervento molto duro.

La giovane ha parlato di cambiamenti climatici e politiche connesse, avendo un confronto con il Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani.

“Il cambiamento climatico non è solo una minaccia, ma soprattutto un’opportunità per creare un pianeta più verde e più sano. Quando parlo di cambiamento climatico cosa vi viene in mente? Io penso ai posti di lavoro, ai lavori verdi, ecologici. Dobbiamo trovare una transizione senza traumi, perché non c’è il piano B, non c’è il piano bla bla bla. Qui non stiamo parlando semplicemente di un costoso e politicamente corretto green washing bla bla bla, green economy bla bla bla, net zero al 2050 bla bla bla. Non si può andare avanti con il bla bla bla. È tutto quello che sentiamo dai nostri cosiddetti leader politici. Parole che sembrano bellissime ma per ora non hanno portato ad alcuna azione”.

Secondo la giovane attivista andiamo ancora nella direzione sbagliata, ma un possibile cambio di tendenza può ancora essere effettuato. Al termine dell’incontro ha anche invitato tutti gli altri ragazzi ad agire, esortandoli ad un’azione immediata per avere la giustizia climatica.

Cingolani ha aperto le porte alla visione di Greta e gli altri giovani attivisti, chiedendo una sinergia per alimentare idee e proposte. Secondo il ministro della transizione ecologica, il futuro del pianeta non passa solo per il cambiamento climatico ma anche per le diseguaglianze sociali globali. Solo combattendo i due problemi in modalità congiunta, si può creare una soluzione visionaria che vada oltre la protesta.

Olindo Nuzzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.