Salerno, ancora sfregio a Piazza della Libertà: imbrattato un muro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
40
Stampa
Dopo l’olio di motore sulla passeggiata ecco la vernice vicino ai muri. Ancora uno sfregio per Piazza della Libertà a Salerno  poco più di una settimana dal taglio del nastro. Come riporta il sito Anteprima24.it in serata sul posto sono giunti i Vigili Urbani per appurare la situazione. Il Comune procederà, anche stavolta, alla ripulitura delle pareti.

Fonte Anteprima24

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

40 COMMENTI

  1. Fate stare zitto deluca in tv, istiga e ottiene il risultato opposto. Ogni volta che apre bocca succede il contrario. Lanciafiamme, le mani addosso e tanto altro non fanno che istigare anche chi non è contro di lui. Che cafone incredibile.

  2. Il vandalismo è la cosa più odiosa e inutile che che ci sia. E i vandali se identificati andrebbero puniti con severità e forti sanzioni pecuniarie a carico dei loro familiari. Detto questo vorrei ricordare al sindaco e ai cittadini che scrivono, giustamente indignati, che a Salerno esistono molte altre piazze lasciate in balia di vandali senza che nessuno se ne preoccupi.

  3. Spesi oltre trenta milioni di euro di soldi nostri per l’opera e qualche centinaia di migliaia di euro per un capillare sistema di videocamere no, vero? Bravissimi amministratori!!!! Dovreste conoscere il grado di inciviltà in cui è precipitata Salerno proprio negli ultimi trent’anni, per cui 18.000 euro per la vigilanza privata (che fanno e che guardano?) si possono tranquillamente buttare dalla finestra, un sistema di videosorveglianza no!!!!

  4. Mal pensante o realta’.
    Fa che il tutto e’ organizzato ad arte per far ricadere la colpa su chi non e’ d’accordo con De Luca & C.?
    Dalle mie parti si dice: pensar male non e’ peccato!

  5. Ieri 4 pattuglie per controllare che non entrassero biciclette ed io me la sono dovuta portare a mano ( non elettrica) e guardavo numerose macchie di unto, cicche di sigaretta e mi chiedevo quando ci saranno i negozi che vendono cibi cosa diventerà! Ma d’altronde se nessuno ha mai fatto rispettare le regole in tutto il resto della città, perché dovrebbe pensare che qui saranno rispettate? Il cittadino si forma al rispetto anche sanzionandolo ma non solo qui ma in ogni parte della città. Ora e diventata una sorta di sfida. Ma poi dico io: nelle altre città in fui mi sono dovuta recare per vedere i miei figli che sono dovuti andare via, la città viene lavata ad intervalli regolari ed anche usando il sussidio di spazzoloni laddove lo sporco sia ostinato. Qui si pensa che sia autopulente e si pretende che senza ceneriere e cestini la città resti puliti. Oppure si piazzano i cestini davanti ai negozi così da farli diventare una comodità degli stessi che, invece di differenziare, vi gettano ogni schifezza. Vedete a Santa Teresa come hanno ridotto il legno e, nonostante io abbia mandato tante mail, chiedendo di istallare ceneriere, niente di niente mentre i bravi giovani e non continuavano a spegnere sigarette sulla pavimentazione, come ovvio. Dunque inutile minacciare, tenetevi la città che vi è piaciuto creare in questi anni di abolizione della cultura ed amen

  6. E’ il grado di civiltà che è basso, i muri imbrattati sono ovunque, camminare con le bici e monopattini sui marciapiedi è una prassi, moto parcheggiate sui marciapiedi sempre e mai che nessuno intervenga. Cestini per i rifiuti pochissimi e quasi sempre stracolmi, quindi la colpa non è solo di noi cittadini, ma anche di chi è pagato per controllare e sanzionare comportamenti scorretti.

  7. ma volete finire di fare i pagliacci e le vittime con sta piazza della liberta? Che po dopo che avete annunciato la sicurezza privata, fate solo figuracce. Pubblicate il nome dell agenzia di sicurezza cosi ci assicuriamo tutti di non usarla mai ahahahahhahahaha

  8. @Mina felici sagge parole. Basta colpevolizzare, quando sono loro stessi a creare i problemi. Lo dico anche io da anni, dove sono gli spazzini e le macchine autopulenti? Amsterdam che sia dopo o capodanno o dopo la festa del re, e’ uno schifo. Tempo due ore dalla fine, la citta’ e’ pulita come prima e non ci si lamenta che la gente ha sporcato. La gente paga tasse per avere un servizio di nettezza urbana. Se no togliamo le tasse, e poi ce la vediamo noi e potete dare la colpa a noi.

  9. CHe poi vandali… e’ una cazzo di tag di un 15 enne che aspira a diventare un writer.. e’ un espressione di un sogno di liberta’ in un mondo di oppressione. Una scritta che si lava con un po d’acqua calda, perche’ la vernice sul muro e’ palesemente lavabile ma quale danno economico? quale atto di incivilta’ del sud si tratterebbe quando le tag sui muri sono in tutto il mondo, new york, chicago, londra, berlino, Amsterdam mi sembrano essere tra le citta’ migliori al mondo, e allora li sono tutti incivili?
    Accendete il cervello na volta tanto

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.