Covid: record di decessi in Russia, l’India torna sopra i 20mila casi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Secondo l’ultimo aggiornamento dati della Johns Hopkins University sono 233.286.306 i casi di contagio da coronavirus nel mondo dall’inizio della pandemia, di cui 472.884 in 24 ore. I decessi da ieri sono saliti di 9.061 unità, per un totale di 4.774.173. I paesi che hanno riportato il maggior numero di nuovi casi giornalieri sono Stati Uniti (+123.269), Regno Unito (+35.266), Filippine (+26.555), India (+23.529), Russia (+21.891), Brasile (+17.756), Iran (+13.271), Germania (+12.267). I paesi che riportano il maggior numero di casi totali sono Stati Uniti (43.349.448), India (33.739.980), Brasile (21.399.546), Regno Unito (7.808.054), Russia (7.377.774), Francia (7.100.572), Turchia (7.095.550),  Iran (5.572.962), Argentina (5.255.261), Spagna (4.956.691), Colombia (4.955.848) e Italia (4.668.261). Hanno superato i 3 milioni di casi Germania (4.228.774) , Indonesia (4.213.414) e Messico (3.655.395). La Russia ha registrato il terzo record giornaliero consecutivo di morti per Covid-19, in un contesto segnato da una campagna vaccinale lenta e dal rapido diffondersi della variante Delta. Secondo gli ultimi dati, la Federazione ha riportato nelle ultime 24 ore 867 decessi legati al nuovo coronavirus, un dato che porta il totale a 207.255 morti dall’inizio della pandemia, il dato più elevato in Europa. Al momento la Federazione è il quinto Paese con più contagi al mondo dopo Usa, India, Brasile e Regno Unito. Al momento solo il 32,8% della popolazione russa (47,9 milioni di persone) ha ricevuto almeno una dose del vaccino contro il Covid-19 e il 28,8% (42 milioni) ha ricevuto l’immunizzazione completa. Lo scenario della pandemia di coronavirus in India, secondo il bollettino reso noto sul sito internet del ministero della Salute di Nuova Delhi, è leggermente peggiorato nelle ultime 24 ore con un aumento di circa il 25% dei nuovi casi rispetto ai numeri di ieri. Dopo due giorni consecutivi in cui il conteggio delle infezioni era rimasto al di sotto della soglia delle 20mila, nel subcontinente sono state infatti registrate 23.529 positività nelle ultime 24 ore. Forte ripresa dei contagi in Bulgaria, dove si è superata la soglia di mezzo milione di casi di Covid dall’inizio della pandemia, su una popolazione di poco più di 7 milioni di abitanti. I casi attivi attualmente sono 43.520. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.142 nuovi contagi a seguito di 19.237 tamponi eseguiti. Circa il 13,5% dei nuovi contagiati (288 persone) aveva completato il ciclo di immunizzazione. Le vittime del coronavirus in Bulgaria sono oltre 20.000. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 87, di cui 9 persone vaccinate. La Bulgaria è tra i Paesi europei con la più bassa percentuale di vaccinati con entrambe le dosi, circa il 20% della popolazione vaccinabile. Il Paese, inoltre, risulta al primo posto nell’Ue per percentuale di decessi causati dal Covid. Quasi l’intero territorio della Bulgaria si trova nella zona rossa per il numero di contagi. Il ministero della Salute giapponese, nel suo più recente bollettino aggiornato a ieri, ha riportato 1.986 nuovi casi di coronavirus in tutto il paese e 48 decessi causati dal virus. È sceso a 998 il numero dei pazienti ricoverati in gravi condizioni. Nella capitale Tokyo il governo metropolitano ha confermato 267 nuovi casi, circa la metà rispetto allo stesso giorno della scorsa settimana. Per prefettura, Osaka ha avuto il maggior numero di nuovi casi (398), seguita da Tokyo, Aichi (155), Saitama (153), Kanagawa (130), Hyogo (119), Chiba (78), Okinawa (69), Kyoto (52), Hokkaido (45 ), Ibaraki (44) e Fukuoka (43). Il ministero della Salute messicano ha notificato 596 nuovi decessi per Covid-19 per un totale di 276.972 decessi, oltre ad altri 9.796 casi per raggiungere 3.655.369 contagi. Con queste cifre, il Messico rimane il quarto Paese con il maggior numero di morti per Covid-19 dietro Stati Uniti, Brasile e India, e il quindicesimo per numero di contagi confermati, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Le autorità sanitarie hanno riconosciuto che in base ai certificati di morte la pandemia sarebbe di circa 400mila morti nel Paese e stimano che il Messico accumuli effettivamente 3.871.634 infezioni. Di questa cifra, 62.098 sono casi attivi, che hanno presentato sintomi negli ultimi 14 giorni e rappresentano l’1,6%. L’occupazione media dei letti generici negli ospedali messicani è del 34% e del 30% per i letti di terapia intensiva. Le autorità hanno anche indicato che il programma di vaccinazione, che comprende tutti i maggiori di 18 anni, accumula 100,52 milioni di dosi somministrate aggiungendo 648.293 nell’ultimo giorno. Finora 63,71 milioni di persone, il 71% della popolazione con piu’ di 18 anni, ha almeno una dose del vaccino anticovid. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-nel-mondo.-Record-di-decessi-in-Russia-India-torna-sopra-i-20mila-casi-04cd006a-e315-4874-8b3d-8b13d5a708c9.html

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.