Assegno temporaneo per i figli, proroga per gli arretrati: ecco come ottenerli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’Inps ha comunicato la proroga dei termini per chiedere l’assegno temporaneo per i figli ottenendo anche gli arretrati di luglio, agosto e settembre. L’istituto ha pubblicato il messaggio il 5 ottobre 2021, n.3340, sul proprio sito

“L’INPS informa che il termine di presentazione delle domande per accedere alle mensilità arretrate di Assegno temporaneo per i figli minori (AT), inizialmente previsto il 30 settembre, è stato prorogato al 31 ottobre 2021”

Se si farà richiesta per l’agevolazione entro la fine di ottobre, saranno corrisposte anche le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021

Per richiedere l’assegno temporaneo per i figli c’è tempo fino al 31 dicembre 2021, ma chi lo richiederà negli ultimi due mesi dell’anno riceverà solo i corrispettivi di novembre e dicembre

L’Assegno temporaneo per i figli minori è stato introdotto, quale misura “ponte”, in attesa dell’entrata in vigore dell’Assegno unico, prevista a inizio del 2022

L’Assegno temporaneo è erogato dall’INPS alle famiglie con figli minori di 18 anni – ivi inclusi i figli minori adottati e in affido preadottivo – che non hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare, lavoratori autonomi e nuclei familiari in cui sono presenti soggetti in stato di inoccupazione

L’importo mensile varia in base al numero dei figli minori e all’ISEE. Con ISEE fino a 7.000 euro spettano 167,5 euro per ogni figlio (in caso di nuclei di uno o due figli), oppure 217,8 euro per figlio in caso di nuclei più numerosi

La soglia massima di ISEE per poter richiedere la misura è di 50mila euro. Gli importi di Assegno temporaneo spettante sono maggiorati di 50 euro per ciascun figlio minore disabile presente nel nucleo

L’Assegno temporaneo è compatibile con il reddito di cittadinanza e con la fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle Regioni, dalle Province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali

Per i nuclei familiari percettori del Reddito di cittadinanza, l’INPS corrisponde d’ufficio l’Assegno temporaneo congiuntamente a esso e con le modalità di erogazione del Reddito di cittadinanza. Il beneficio mensile è determinato sottraendo dall’importo teorico spettante la quota di Reddito di cittadinanza relativa ai figli minori che fanno parte del nucleo familiare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.