Salerno: i corrimano di Piazza Libertà presentano già segni di corrosione. La segnalazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
29
Stampa
A soli venti giorni dall’inaugurazione, i corrimano di Piazza della Libertà presentano già segni di corrosione. Lo denuncia in una nota corredata da foto l’associazione Help Tutela e Sostegno dei Consumatori.

Dalla sua apertura al pubblico, diversi sono stati gli atti di vandalismo in Piazza della Libertà, nonostante una vigilanza privata che costa alla collettività quasi 18mila euro (precisamente 17.622,00) fino al prossimo 31 ottobre.

E notevoli i costi per porvi rimedio: è di tre giorni fa la notizia, diffusa dai media locali, che il Comune di Salerno ha deliberato uno stanziamento di oltre 4mila euro per un intervento straordinario di pulizia dei marmi recentemente imbrattati da graffiti.

Stavolta, però, nessuna colpa può essere attribuita ai vandali di turno. Una piazza che ha caratterizzato gli ultimi dodici anni di dibattito in città, che è stata al centro di diatribe giudiziarie per cedimenti strutturali, costata decine di milioni di euro, si trova a fare i conti con materiali scadenti che già presentano segni di corrosione. È il caso dei corrimano, nello specifico quelli che si trovano nel livello inferiore della piazza.

Com’è possibile che, a soli venti giorni dall’inaugurazione, avanzi già la ruggine e non sia stato messo in preventivo che, per dei corrimano che si affacciano sul mare, andava utilizzato materiale inossidabile? Se la conclusione dei lavori era prevista per il primo trimestre 2021, rimandata a giugno dello stesso anno e poi, senza possibilità di ulteriori rinvii, la piazza è stata inaugurata il 20 settembre 2021, è legittimo pensare che siano stati accelerati i lavori (e resi approssimativi) affinché la consegna della piazza avvenisse alla vigilia di San Matteo, nonché nel pieno della campagna elettorale, per contribuire a dare una sterzata ai risultati delle amministrative del 3 e 4 ottobre? Dobbiamo temere che una situazione simile la ritroveremo, nei prossimi mesi, anche per la pavimentazione, sconnessa ed inadeguata?

Facendo un salto indietro nel tempo, anche la cerimonia di inaugurazione del “Faro della Giustizia” si svolse a settembre 2006, nell’ambito delle tradizionali manifestazioni che precedono la festa del nostro patrono.

Ed anche allora, nel giro di poco tempo, fu necessario un restauro dell’opera, con la pulizia e sostituzione di mattonelle che ingiallivano e cadevano a pezzi. Dopo anni, l’amministrazione comunale di Salerno – nei fatti, sempre la stessa – continua a non aver imparato la lezione e si conferma la città delle inaugurazioni di opere mastodontiche e, contestualmente, della mancanza di manutenzione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

29 COMMENTI

  1. Mettiamocelo in testa che questa piazza è stata fatta con materiali belli ma non resistenti che richiederanno manutenzione. Anche i sotto servizi andranno mantenuti.

  2. Si vede lontano un km che le rifiniture sono state fatte in fretta e in economia, per fare la kermesse elettorale, notale la passeggiata in finto legno fissata con i fisher

  3. Al sud italia non esiste manutenzione e i materiali sono scadentissimi…mettitv scuooorn!!!

  4. Ci costerà tasse su tasse questa piazza, ma già siamo al massimo dei tributi per servizi da terzo mondo, vedi anagrafe. E voi li votate. Mer_e!

  5. E’ evidente che non avete niente da fare, beati voi……. cmq per la cronaca le recinzioni inferiori ( passeggiata est) sono state realizzate la bellezza di quasi 6 anni fa (2016). La predetta passeggiata non è poi stata aperta perchè era necessario prima mettere in sicurezza i marmi che erano stati vandalizzati e quindi erano pericolosi. Prima di parlare a vanvera sarebbe opportuno informarsi.

  6. Decine di milioni di euro di soldi nostri buttati a mare nel vero senso della parola!!! Questo è l’ennesimo danno che il pasticciere lucano ha fatto ai salernitani e questi continuano a dimenticare tutte le malefatte ed i danni quando entrano nella cabina elettorale!!! Forse impareranno qualcosa quando ci arriverà in casa per rubare quello che ci è rimasto dopo le ruberie che stanno perpretando da trent’anni per le esose tasse!!!

  7. Ma secondo voi sarebbe rimasta intatta x sempre? Tra due anni sarà un cesso a cielo aperto…

  8. O sparagn nun è mai guaragn!!! Cmnq questi ke fotografano tutti i cazz ma fatt a cammnat e guard o mar!!

  9. E questi sono i problemi di Salerno? Il Passamani usurato? Ma voi state n’guaiati
    ..pensate alle cose serie….dimenticavo che siete una succursale di novella 2000

  10. Credo che i Salernitani, anzi più esattamente i sudditi di delucalandia, abbiano perso il diritto di lamentarsi : la mandria ha votato in massa per questi signori? E mo zitti e muti per i prossimi 5 anni!

  11. Credo che i Salernitani, anzi più esattamente i sudditi di delucalandia, abbiano perso il diritto di lamentarsi : la mandria ha votato in massa per questi signori? E mo zitti e muti per i prossimi 5 anni!

  12. Il faro della giustizia sarebbe quel coso costato diverse centinaia di migliaia di euro vicino la cittadella giudiziaria? Roba di alta ingegneria!

  13. È incredibile come si vada a cercare qualsiasi cosa per denigrare un’opera che non avrà uguali da ora a 100 anni
    Questi rosiconi sono i stessi che dettero potere a un de Magistris.. Con i risultati che a Napoli che tutto il mondo ha visto

  14. Sono stato dentro gli appartamenti e i locali di servizio del Crescent, per motivi di lavoro, e vi confermo che i materiali, la messa in opera e i dettagli, non sono per niente di lusso e non giustificano i prezzi.
    La speculazione gioca tutto sulla posizione, la piazza, il molo e sull’eco mediatico

  15. x contro gli ignoranti at 19:32

    Mi sembra corretta l’informazione che il fenomeno corrosivo riscontrato sui corrimani, può trovare giustificazione nella esposizione alla salsedine, ormai da oltre sei anni.
    Ciò non toglie che la realizzazione fatta non è comunque idonea.
    ERA IL CAPITOLATO CHE NON PREVEDEVA L’IMPIEGO DI ACCIAIO INOSSIDABILE RESISTENTE ALLA CORROSIONE MARINA, OPPURE C’E’ STATA UNA INADEMPIENZA DELLA DITTA CHE HA POSTO IN OPERA MATERIALE NON IDONEO?
    Vista la delicatezza del fatto denunciato, occorrerebbe indagare.

    Attenzione anche ai corrimani in legno!
    Se non opportunamente protetti con vernici resistenti al salino, in breve saranno ridotti male.

  16. Inutile lamentarsi….
    Chi ha votato la riconferma di questi amministratori ha consentito che la città continui a vivere nel degrado ed avvolta da fumo con la manovella.
    Grazie agli ebeti parassiti….

  17. Nn avrà eguali con chi scusa ? Minkia nelle altre città hanno opere da centinaia di anni , sono curate e fatte bene ma soprattutto portano economia . Solito votante deluchiano che crede nelle prese in giro di un povero illuso che con le palle si compra i voti dei poveri ignoranti . Tu nn rosichi perché nn sai guardare in faccia alla realtà ma nasconderti dietro un falso personaggio

  18. A dire la verità quest’ opera verrà ricordata come uno degli innumerevoli casi di scempio ambientale. Io pongo sempre la stessa domanda, ma nessuno risponde: se si fosse costruita solo la piazza, senza quel manufatto di architettura tardo nord coreano, non era meglio? Il paesaggio non si deturpava, costava alla collettività di meno, si faceva più manutenzione, quando si inaugura un’ opera, non si fanno le cose in fretta in furia, e si cambiano pure le recinzioni logico no.. Per cui di cosa stiamo parlando?… parliamo di una mentalità, comune a molti politici ed amministratori, che il risanamento di una citta passi sempre attraverso il cemento. ERRORE GRAVISSIMO e nè abbiamo la testimonianza , attraverso quei palazzoni disabitati, alti 15 metri senza servizi , senza mezzi pubblici, e così via. Eppure nel passato vedi i rioni De Gasperi, Torrione Alto, Mariconda etc si costruiva con un certo criterio c’erano anche campetti di calcio, circoli, e quant’ altro. progetto continuato anche con il Parco Arbostella. Per cui tra 100 anni il Crescent verrà ricordato come un ‘altra occasione persa di risanamento urbanistico senza cemento a conferma dell’ignoranza urbanistica dei nostri amministratori e politici. Aggravato del fatto che un architetto , a cui poco frega, lo pagano, non ti trasforma una città se non hai un progetto complessivo che a Salerno manca

  19. questa volta e’ dei colpa dei “vandali” che nominate sempre o di de luca e dei veri vandali?

  20. x Don Chisciotte del 11.10.21 at 09:02

    Don Chisciotte tiene fede al nome che si è scelto e, come il famoso e fantasioso cavaliere spagnolo scambiava i mulini a vento per giganti, cosi lui cita e scambia alcuni rioni di Salerno est, esempi di una urbanistica di medio livello neanche adeguatamente servita da una valida viabilità, come se fossero quanto di meglio si sia realizzato negli anni passati.
    E invece, tranne qualche sprazzo, sono in continuità e contiguità con gli scempi permanenti realizzati a partire dagli anni cinquanta fra Torrione, Pastena e Mercatello, di cui sono state stravolte per sempre le fisionomie originarie, dando loro l’aspetto che ora tutti possono … ammirare!!
    Si può allora ben dire che ci si avvia a raggiunge i 100 anni per ricordare quanto caotica, irresponsabile, poco lungimirante, (e anche senza scusanti) fu l’azione dei governanti di allora.

    Certi confronti poi hanno senso solo fra realtà comparabili e il Crescent con la Piazza della Libertà si inquadrano in una diversa tipologia di realizzazioni nei centri cittadini.
    C’è chi sostiene che il risanamento, comunque operato rispetto al preesistente, non sia stato ll più idoneo. Ma su tale aspetto giocano molto anche antipatie e simpatie e vanno comunque rispettate tutte.

    Quando ai minigrattacieli, sarà un problema dei costruttori e proprietari se riusciranno a vendere appartamenti, uffici e negozi, e responsabilità degli amministratori se tarderanno a realizzare tutti i necessari servizi di urbanizzazione a corredo.
    Non rappresentano tuttavia una eccezione, se solo si fa riferimento ad un recente comunicato riferito all’area Picarelli nel quale è stato illustrato un importante intervento urbanistico che prevede, fra l’altro, la costruzione di minigrattacieli: hanno il pregio di far risparmiare sul consumo di superficie a terra e quindi di consentire un incremento delle aree destinate a verde.

  21. Vedo l’attenzione di chi , forse , ha obiettivi secondari.
    Dimenticando altro , o meglio , di ciò che dovrebbe ricordare e fare.
    Resta , per me , una bella piazza che darà lustro alla città.
    Perplesso che in città ci siano nemici bugiardi e soprattutto nemici della città , nonostante salernitani , ciechi nel mondo che ci circonda.
    Vergognoso il comportamento soprattutto sul volere del popolo, che bel bene o nel male , decide.

  22. E il viadotto Gatto?? Dove eravate?
    E quel palazzo alle spalle di piazza della libertà? Obbrobrio puro in un contesto importante come il teatro Verdi.
    Oggi forse con quest’opera si riconquista un po’ di dignità al di là dei corrimano cosa a cui vi aggrappate ( ti aggrappi) giusto per capire che state (stai) raschiando il fondo.
    Salerno è città complessa per quanto piccola , paga errori dell’urbanesimo e che necessita di due operazioni: rivisitazione viaria (difficile) ; progetto turistico vero.
    Il resto chiacchiere.

  23. E secondo te avremmo dovuto votare Sarno….oppure chi?
    Gente che non vive Salerno e che preferisce altri luoghi e poi avrebbe dovuto/voluto governare Salerno?
    Meglio sudditi che .. scemi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.