Manovra, dalle pensioni al cuneo fiscale. Ecco a cosa lavora il governo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Per martedì è atteso un consiglio dei ministri che si occuperà di Manovra, anche per definire il Documento programmatico di bilancio da inviare a Bruxelles. Sul tavolo del governo sono tanti i temi su cui si tratta e che dividono i partiti

Dalla revisione del reddito di cittadinanza, alla riforma degli ammortizzatori sociali e a quella del fisco col taglio del cuneo fiscale: ecco le misure su cui si lavora a Palazzo Chigi

Sul reddito di cittadinanza, uno dei nodi è il meccanismo per la ricerca del lavoro, cioè come fare in modo che la misura impegni tutti i destinatari a trovare un impiego. Il gruppo di esperti guidato dalla sociologa Chiara Saraceno consegnerà il suo rapporto a fine mese

Fra i suggerimenti, ci sarebbe quello per una revisione dei requisiti (come le competenze o la distanza da casa) che determinano la congruità dell’offerta di lavoro a chi percepisce il reddito, in modo da arginare la possibilità di rifiutarla

E poi altre indicazioni: potenziare i progetti utili alla collettività che il Comune di residenza “offre” a chi percepisce il reddito ed eliminare gli scogli che adesso si trovano di fronte alle famiglie numerose e con minori che intendono accedere al sussidio

Sull’investimento in Manovra di certo adesso ci sono solo i 200 milioni inseriti nel decreto fisco per arrivare fino al 31 dicembre

Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, sta progettando una riforma degli ammortizzatori sociali, con una serie di interventi, come l’estensione delle protezioni ai lavoratori autonomi, in modo da superare o estendere il concetto della Cig

Per la riforma degli ammortizzatori sociali con le ipotesi di Orlando servirebbero però circa 8 miliardi. Ma per il momento a disposizione ce ne sarebbero più o meno la metà

Intanto Lega, Iv e FI mirano al taglio dell’Irpef, nella riforma fiscale, per la quale sarebbero disponibili più o meno 6 miliardi, ma ne servirebbero di più. Pure il Pd punta a ridurre le tasse sul lavoro, anche per garantire più potere di acquisto ai dipendenti, e su questo ci sarebbe stata una certa convergenza con Confindustria, nell’incontro avvenuto al Nazareno

Uno strumento per reperire risorse potrebbe essere la rivisitazione del cashback, per il momento sospeso ma non ancora cancellato: è un’altra delle misure simbolo del governo Conte che il Movimento 5 stelle cerca di salvaguardare

Il governo sta anche lavorando per definire le sorti di Quota 100, in scadenza a fine anno. Una delle ipotesi è quella di sostituirla con l’Ape contributiva. In pratica, come proposto del presidente dell’Inps Pasquale Tridico, le persone di 63 o 64 anni potrebbero accedere alla quota contributiva maturata alla data della richiesta, per poi avere la pensione completa al raggiungimento dell’età di anzianità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.