Dramma di Positano, la zia di Fernanda: “Responsabilità anche dei Comuni”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Mia nipote è morta per lo scaricabarile dei Comuni”: è lo sfogo di Facebook della zia di Fernanda Marino, la 17enne – come riporta, in prima pagina, il quotidiano “La Città” oggi in edicola – vittima di un incidente stradale sulla Statale Amalfitana all’altezza di Positano. La ragazza è morta sul colpo dopo il drammatico impatto tra lo scooter su cui viaggiava e un monovolume adibito a noleggio con conducente che sopraggiungeva in un punto in cui la circolazione stradale era regolata da impianti semaforici a sensi di marcia alternati. Arrestato il giovane autista, accusato di essere transitato col rosso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.