Salerno: scatta l’arresto per 15 minori, scatenarono rissa durante la “movida”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa

Nella mattinata odierna, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni,  la Squadra Mobile di Salerno, la Sezione di Polizia Giudiziaria di questo Ufficio e la Polizia Postale hanno dato esecuzione a 15 ordinanze di custodia cautelare a carico di minori, delle quali 10 provvedimenti di custodia  presso Istituto Penitenziario  Minorile   ed altre 5 di collocamento in comunità disposte dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno per i gravi fatti relativi ad una violenta rissa avvenuta il 15 maggio scorso a lungo ed in più luoghi, per tutto il centro della città di Salerno, durante un classico sabato della “movida”.

La rissa, per la sua ampiezza e gravità, ha messo mettevano a repentaglio l’incolumità delle moltissime persone che quel giorno, pacificamente, affollavano le strade cittadine.  La grave vicenda oggetto d’indagine, in particolare, ha riguardato lo scontro tra due opposti gruppi di giovani che si erano affrontati colpendosi anche con bastoni, mazze, tirapugni e coltelli tanto che due degli aggressori furono attinti da fendenti in prossimità di organi vitali.

INDAGINI LABORIOSE E CAPILLARI

A seguito di laboriose indagini condotte con grande abnegazione e professionalità, ed in particolare, attraverso la capillare visione delle immagini videoregistrate da telecamere installate presso alcuni esercizi commerciali presenti nelle aree in cui si erano verificati i fatti, è stato possibile risalire all’identità di alcuni dei ragazzi, oggi tratti in arresto, coinvolti nella violenta rissa.

A seguito di tali accertamenti, sono state disposte, nei confronti di tali minori, perquisizioni domiciliari, nel corso delle quali sono stati reperiti e sequestrati, a riscontro delle prime risultanze, alcuni indumenti del tutto coincidenti con quelli visibili dai filmati che avevano ripreso alcune fasi della rissa, nonché alcuni strumenti atti ad offendere.

Inoltre sono stati anche sequestrati alcuni telefoni cellulari in uso ai minori.  E grazie alla attività investigativa effettuata proprio sul contenuto di tali apparecchi, si è giunti alla compiuta identificazione dei 15 giovani oggi tratti in arresto, alla ricostruzione dei fatti e delle cause che hanno fatto scatenare la furia dei due opposti gruppi.

I MOTIVI CHE HANNO PORTATO I GIOVANI A SCONTRARSI

In particolare è emerso che la violenta rissa del 15 maggio trovava spiegazione in un’acerrima rivalità tra due opposti gruppi di giovani che da tempo si fronteggiano nella città di Salerno, al fine di affermare secondo logiche tipiche da “gang” il proprio predominio sul territorio.

Così, su richiesta della Procura, il Giudice, ritenuta la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza in relazione alle  imputazioni di  rissa aggravata per tutti i 15 indagati, e tentativo di omicidio per 10 di loro, ha adottato le misure cautelari oggi eseguite, con la precipua finalità di salvaguardare l’esigenza di tutela della collettività, impedendo, con le restrizioni alla libertà personale dei giovani indagati, la reiterazione di fatti  analoghi, trattandosi, come si è detto, non solo di un  fenomeno oramai sempre più radicato nella realtà del Distretto,  ma reso ancora più allarmante dalla volontà di vendetta da parte dei corrissanti emersa dalle indagini, con il conseguente rischio  di incontrollabili  e violente reazioni a catena.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. TRA MENO DI 24H SCATTANO GLI AVVOCATI MAX PER SABATO I RAGAZZI SONO DI NUOVO IN LIBERTA😂😂😂😂😂😂
    “Italia Italia…
    Questa canzone io la canto a te”😂😂😂😂

  2. CHE SIA DA ESEMPIO….NON VOLGIO DIRE BUTATTE LE CHIAVI PERCHE ALTRIMENTI NE DOVREMMO BUTTARE PARECCHIE MA DATE UNA SEVERA LEZIONE A STI STRUNZILL

  3. Basta due giorni a nisida e poi tornano appilati ….attenti al cu.lo mo e poi vediamo se vogliono fare ancora i bulli….

  4. Ma questo silenzio assordante, circa le notizie trapelate dall’iterrogatorio a Zoccola per lo scandalo delle cooperative e degli intrecci con il cerchio magico, non vi sembra eccessivo.
    La redazione è così attenta a ciò che accade a Salerno ed ora è un pochino distratta…..

  5. Chissà se c’è bisogno degli avvocati!!!! Ormai ci pensa la stessa magistratura malata a mettere fuori la marmaglia di cui si parla!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.