Covid, salgono contagi e morti in tutta Europa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
L’Europa è l’unica regione al mondo a segnalare un aumento sia dei casi di coronavirus che dei decessi nell’ultima settimana, con aumenti percentuali a due cifre per entrambi. È quanto emerge dal rapporto epidemiologico settimanale dell’Oms sul COVID-19. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità i casi nei 53 paesi della regione europea, che comprende anche ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale, hanno registrato un balzo del 18%, quarto aumento settimanale consecutivo. In aumento anche i decessi, del 14%, per oltre 1,6 milioni di nuovi casi e oltre 21.000 decessi.

Quota 90% resta dunque il traguardo fissato da Francesco Paolo Figliuolo. Il commissario all’emergenza a cui il governo ha messo in mano la campagna vaccinale vuole giungere a una copertura pressoché massima della popolazione. Al momento gli over 12 che hanno aderito alla campagna sono 46 milioni e mezzo, ovvero l’86%. Ma essere ben sopra alla media europea e davanti a paesi come Germania, Francia e Regno Unito non soddisfa ancora del tutto il generale. “La campagna sta continuando, il nostro obiettivo è sfondare la soglia dell’86% e andare verso il 90%”, spiega. Un successo dovuto “al gioco di squadra” e che ora si dovrà ripetere anche per la terza dose. Sotto questo punto di vista la strada sembra essere tracciata. A partire dal prossimo gennaio, se non prima, la platea dei vaccinabili sarà ampliata a tutti. Una possibilità che il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, definisce “ragionevole” e, se attuata, decisa “su base scientifica”. E per chi ancora non si è immunizzato resta in piedi pure l’ipotesi dell’obbligo vaccinale. “Non lo abbiamo mai escluso – precisa Costa – c’è già per alcune categorie e valuteremo, in base ai dati, se introdurlo per altre”.

Anche il Vaticano è partito con la somministrazione della terza dose di vaccini anti Covid. “Nella seconda metà di ottobre – fa sapere il portavoce della Santa Sede Matteo Bruni- la Direzione Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano ha iniziato a somministrarla, dando la priorità agli ultra sessantenni e alle persone con fragilità”. Fra questi è ragionevole pensare che ci siano Papa Francesco e il Papa emerito Benedetto XVI.

Per quanto riguarda l’andamento dell’epidemia si conferma il trend al rialzo degli ultimi giorni, ma con un impatto che resta comunque contenuto. I nuovi casi positivi sono 4.598 nuovi casi con 50 decessi e un tasso di positività dell’1% su 468.104 tamponi effettuati. I ricoveri aumentano di 11 unità mentre le terapie intensive restano invariate. E a fare la fotografia della situazione negli ospedali è il report di Agenas, l’agenzia nazionale dei servizi sanitari nazionali) riferito al 26 ottobre. I posti letto occupati in area medica salgono al 5% (+1%) mentre resta invece al 4% l’occupazione dei posti in terapia intensiva. Nessuna regione comunque si avvicina alla soglia di allerta, quelle con il maggior numero di letti occupati nei reparti sono Calabria e Provincia Autonoma di Bolzano, entrambe al 9%.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. ho l’impressione che questi vaccini non siano poi un granche’,se abbiamo ancora tanti infettati e tanti morti,poi non possiamo certi farci un vaccinino ogni 6 mesi,il nostro corpo come reagirebbe? non moriamo per covid ma per vaccino ed io personalmente dopo le mie due vaccinazioni preferisco affrontare il covid.

  2. Amico ore 20.38, il tuo commento è uno dei pochi che rispecchiano la realtà ultimamente e mi meraviglia che non sia stato censurato

  3. I neonati nel primo anno di vita fanno decine di vuaccini 😂😂😂, caro demente affronta la realtà invece del Covid-19.
    Come inizia il freddo aumentano i contagi….capre vaccinatevi che si rischia tanto senza restrizioni.
    Io toglierei le mascherine, vorrei vedere se con percentuali del 90 % questi imbecilli continuano ad abbaiare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.