Contagiati durante corteo no green-pass: ora a Trieste ospedali pieni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Prima le manifestazioni contro il Green Pass, con migliaia di persone al porto e in piazza. Poi l’impennata nei contagi degli ultimi giorni, che stanno mettendo in difficoltà gli ospedali della città. A Trieste i nuovi casi di Covid sono in costante e repentino aumento.

“Ci sono dodici persone in Pronto soccorso con polmonite da Covid in attesa di posti letto, che al momento non ci sono”, ha spiegato Franco Cominotto, capo del Pronto soccorso dell’ospedale di Cattinara. “Gli accessi di casi – ha sottolineato Cominotto – stanno aumentando ogni giorno. Questa mattina siamo a dieci percorsi Covid, quando la scorsa settimana eravamo a zero. Abbiamo i ricoveri fermi in Pronto soccorso perché non troviamo posto letto”. In ospedale, i posti letto dei reparti non intensivi dedicati ai positivi al Covid sono saturi. La situazione, ammette il vicepresidente del Friuli-Venezia Giulia Riccardo Riccardi, “è preoccupante”. Tanto che, stando a quanto trapela nelle ultime ore da fonti sanitarie, l’Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina si sta preparando a chiudere la struttura di Riabilitazione per allestire un nuovo reparto dedicato agli infetti, con undici posti letto.

Nelle corsie di terapia intensiva ci sono ancora dodici posti liberi, mentre i pazienti sono per il 90% No vax e giovani. Nel reparto Infettivi si trovava sino a ieri l’altro uno dei dieci portuali contagiati durante le manifestazioni; peggiorato, è stato trasferito in PneumoCovid semi-intensiva. Sono le conseguenze delle giornate passate tra cortei e presìdi contro il passaporto verde dopo il 15 ottobre. Ancora ieri, i manifestanti hanno organizzato un corteo a cui hanno partecipato circa settemila persone, che si sono date appuntamento in centro città senza rispettare alcuna misura sanitaria. Anzi, hanno cantato: “Gomito a gomito, senza mascherina, trascorrendo molto tempo assieme”.

 

L’ultima follia no vax. “Ho preso il Covid per gli idranti della polizia”
A Trieste si registra il focolaio Covid-19 più consistente di tutta la Regione. A ieri i manifestanti infetti in Friuli erano 70, mentre i nuovi casi registrati erano 249. Da venerdì 22 ottobre il capoluogo giuliano registra 256 positivi ogni 100mila abitanti, il dato più alto in Italia. Il picco di Trieste determina un’incidenza in Friuli di 97 casi ogni 100mila abitanti, secondo solo a Bolzano in tutto il Paese. A pesare sulla situazione, rimarca Riccardi, ci sono le basse percentuali di cittadini vaccinati e la campagna di inoculazione delle terze dosi che procede a rilento.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. È chiaro che gli idranti della polizia aiutano il Covid ….. anche i fumogeni sono preoccupanti, per questo ho chiesto a Runner di non andare allo stadio domenica, aperitivo e solarium al Chiavicone.

  2. x anonimo : guarda il problema non sono i non vaccinati ma il punto focale è il potere forte che ha messo in atto questa farsa covid per uno scopo ben preciso : la digitalizzazione dell essere umano che diventerà umanoide.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.