Derby: la Salernitana fa vedere le streghe al Napoli che vince grazie a Zielinski

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
31
Stampa

Che fosse dura alla vigilia si sapeva. Ma la carica del derby di stasera all’Arechi azzera per molti minuti il gap tra Napoli capolista e Salernitana penultima. Un primo tempo di battaglia dei granata imbriglia il Napoli inconsistente in avanti con Mertens e Lozano. L’assenza di Osimhen si avverte già dopo pochi minuti. Nella ripresa l’astuto Spalletti rileva proprio Lozano e Mertens inserendo Petagna ed Elmas.

E proprio da un azione tambureggiante partenopea conclusa con traversa di Petagna, sulla ribattuta Zielinski carica il destro e batte Belec. Dopo poco Kastanos entra con piede a martello su Anguissa e con l’ausilio del Var Fabbri lo espelle. Sembra finita ma un lancio di Ribery per il neo entrato Simy vede trattenuta da ultimo uomo di Koulibaly e anche qui scatta il rosso.

I granata ci ricredono: punizione di Ribery, Di Lorenzo salva sulla linea. Assalto finale tra la bolgia dell’Arechi ma Ospina rimane inviolata la porta e cosi finisce il derby. Granata a testa alta, Napoli con la fortuna delle forti vola solitaria in testa aspettando Roma-Milan.

Ci siamo, è scoccata dunque, l’ora del derby, quello tra Salernitana e Napoli. La lunga settimana fatta di attese, sfottò, polemiche e confusioni sui biglietti è terminata. Il tutto facendo perdere di vista l’impegno infrasettimanale delle due squadre vittoriose entrambe. Il Napoli in casa sul Bologna, la Salernitana a Venezia.

Un derby in cui l’unica compagine che ha da perdere è forse quella partenopea, che ha l’occasione di staccarsi dal Milan (impegnato a Roma) e cacciare definitamente la Juventus dalla lotta scudetto, ammesso che quest’ultima vi abbia mai partecipato.

Spalletti dovrà fare a meno di Osimhen, un’assenza molto pesante per le capacità del nigeriano di attaccare la profondità e spaccare la mediana avversaria, ma avrà dalla sua una condizione fisica eccellente e, soprattutto, quella maturità da squadra di vertice che le è mancata l’anno scorso. Al contrario, sarà un match proibitivo per la Salernitana che, tuttavia, non deve sentirsi in alcun modo la vittima sacrificale di turno.

Anzi, proprio la mancanza della pressione dettata dal risultato, la consapevolezza che il solo mettere in difficoltà la capolista le darebbe credito e consenso tra la gente, unitamente al calore dell’Arechi, potrebbe darle quella spinta ulteriore per offrire la migliore prestazione stagionale.

Nella Salernitana out i due Coulibaly, Ruggeri e Capezzi. Negli azzurri forfait, come dettto, della tigre Osimhen e Insigne nell’ultimissima ora che però sarà in panca.

Colantuono punta su Gyomber e Strandberg centrali e Ranieri e Zortea per la difesa. In mediana Schiavone (eroe di Venezia) Di Tacchio e Kastanos. Ribery dietro Gondo e  Bonazzoli.

Il Napoli senza il capitano, in panchina, e il bomber nigeriano si affida al tridente leggero Politano, Mertens, Lozano. Zielinski, Fabian Ruiz e Anguissa in mediana. Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly e Mario Rui dinanzi a Ospina. Fischia Fabbri.

LA PARTITA

Cornice di pubblico impressionante all’Arechi dove sono in 18mila sugli spalti. Pre-partita tranquillo fuori dallo stadio dove è stato impiegato un ingente spiegamento di forze dell’ordine. Gara tattica con il Napoli a menare le danze in avvio. Zielinski pericoloso, sfera out. Dopo un minuto Lozano ci prova, palla alta. Al 35’ ci prova Anguissa palla in curva. Ci prova Mario Rui di sinistro ma il tiro è troppo largo. Nel finale anche il destro di Lozano è da dimenticare.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con gli stessi interpreti. Pericolosa la Salernitana in avvio con Ribery e Kastanos, salva la difesa partenopea. Spalletti inserisce Elmas e Petagna per Mertens e Lozano. Proprio con l’ingresso di Petagna il Napoli trova il vantaggio grazie a Zielinski che recupera il tap-in della traversa colpita dall’ex attaccante spallino. Dopo il Var per probabile fuorigioco viene assegnato il gol. Colantuono inserisce Simy per un esausto Gondo. Anche Kastanos sul taccuino di Fabbri. L’arbitro rivede il Var ed espelle l’ex juventino. Esce Bonazzoli ed entra Obi. Al 76’ lancio di Ribery per Simy e Koulibaly lo stende da ultimo uomo: rosso per il centrale azzurro. Juan Jesus al posto di Politano. La punizione di Ribery è salvata sulla linea da Di Lorenzo. Entrano Djuric e Gagliolo nei padroni di casa, escono Ranieri e Schiavone. Il Napoli si fa vedere con Elmas, Belec c’è.  Sei di recupero, i granata sembrano non averne più, anche se Gagliolo sciupa il pari in extremis.

TABELLINO

Salernitana (4-3-2-1): Belec; Zortea, Gyombér, Strandberg, Ranieri (42′ st Gagliolo); Schiavone (42′ st Djuric), Di Tacchio, Kastanos; Ribéry, Bonazzoli (25′ st Obi); Gondo (19′ st Simy). A disposizione: Fiorillo, Russo, Jaroszynski, Veseli, Aya, Kechrida, Delli Carri, Vergani. Allenatore: Colantuono.

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Fabian Ruiz, Anguissa; Politano (35′ st Juan Jesus), Mertens (13′ st Petagna), Lozano (13′ st Elmas). A disposizione: Meret, Marfella, Zanoli, Ghoulam, Demme, Lobotka, Insigne. Allenatore: Spalletti.

Arbitro: Fabbri di Ravenna (assistenti: Tegoni e Vecchi – IV uomo: Pezzuto. Var: Banti – Avar: Alassio)

Reti: 17′ st Zielinski (N)

Note. Spettatori 17043. Espulso al 23′ Kastanos (S), al 32′ Koulibaly (). Ammoniti: Anguissa (N), Mario Rui (N). Angoli: 4-3. Recupero: 3′ pt – 6′ st

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

31 COMMENTI

  1. d10s SI NOMM E MERD PERCHE' NON SEI OBBIETTIVO SI VEDE CHE SEI SOLO UN BIMBO MINCHIA CHE SCRIVE SU QUESTO SITO

    d10s COME TUTTI I NAPULILLI E COME UOMO DI MERDA QUALE SEI NON SEI E NON SARAI MAI OBBIETTIVO COME NOI SALERNITANI IERI IL GRANDE NAPOLI CHE DOVREBBE VINCERE LO SCUDETTO A VOSTRO DIRE (sempre a vostro dire ovviamente) è STATO MESSO SOTTO DALLA SALERNITANA ED è UN DATO DI FATTO E CHE SOLO LA SFORTUNA CI HA NEGATO IL PAREGGIO SACROSANTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.