Covid in Campania, De Luca: «Scuole a rischio chiusura»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha convocato d’urgenza i direttori generali delle aziende sanitarie e ospedaliere della Campania per promuovere , in tempi rapidi, un ulteriore sforzo nella campagna vaccinale per la terza dose, cosiddetta booster, destinata al personale scolastico: poco più di centomila persone in Campania, la maggior parte delle quali — il 90% viene riferito dall’Unità di crisi — è stata vaccinata con AstraZeneca ed ora sarà sottoposta a terza dose Pfizer .

Del resto, è proprio a scuola, in particolare tra gli allievi al di sotto dei 12 anni (vale a dire la fascia di età esclusa dalla vaccinazione) «che circola maggiormente il virus — spiegano da palazzo Santa Lucia — sebbene venga trasmesso da soggetti, il più delle volte, asintomatici, ma in grado di diffondere il contagio in famiglia a parenti e amici anziani o fragili».

Nel corso della riunione convocata oggi a palazzo Santa Lucia dal presidente De Luca è stato, pertanto, dato mandato a tutti i dirigenti delle Asl e delle Aziende ospedaliere di programmare prioritariamente la vaccinazione con terza dose “booster” a tutto il personale scolastico e universitario che ha superato il sesto mese dalla seconda somministrazione.

Si tratta di un piano straordinario di vaccinazione di massa che va portato a termine già entro il mese di novembre «Con la terza dose – ha dichiarato De Luca – è stata già completata la vaccinazione per tutto il personale delle Rsa. Contestualmente al personale scolastico, si continuerà a completare la vaccinazione con terza dose a tutto il personale sanitario e ai pazienti fragili. Ma occorre entro novembre richiamare alla vaccinazione tutto il personale scolastico e universitario.

L’obiettivo è garantire la piena tutela della popolazione scolastica dove insiste il maggior numero di non vaccinati dai 15 anni in giù, un pericoloso canale di contaminazione non solo per studenti e docenti ma anche per le famiglie. È l’unico strumento per non dover chiudere le scuole nei prossimi mesi».

Anche oggi il bollettino dell’unità di crisi registra un ulteriore incremento dei casi e dei ricoveri ospedalieri. Sono, infatti, 248 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 11.491 test eseguiti ieri: il tasso di incidenza scende al 2,15 dopo l’impennata del giorno precedente al 4,12%. Dieci le vittime segnalate dal bollettino dell’Unita’ di crisi, di cui sette decedute nelle ultime 48 ore. Continua a crescere l’occupazione dei posti letto, sia nelle intensive a quota 22 (+3) sia in degenza a quota 269 (+10).

Fonte Corriere del Mezzogiorno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Ma come si consentono le luci d’artista con maxi assembramenti e poi vuoi chiudere le scuole? Follia pura

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.