Salzano (Popolari e Moderati): Ad un mese dalle elezioni non c’è ancora il Consiglio Comunale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
A Napoli tra qualche giorno convocano il Consiglio Comunale, a Salerno la Commissione centrale è ancora alle prese con il controllo dei verbali e dei relativi conteggi. Eppure è passato un mese dalla chiusura delle urne !

“Fate presto”, verrebbe la voglia di gridare. Senza la proclamazione dei Consiglieri comunali la città risulta priva della sua rappresentanza istituzionale ! C’è il Sindaco, c’è la Giunta municipale, non c’è il Consiglio, cioè  l’organo di massimo controllo democratico.

Le responsabilità c’è chi le addossa agli errori, alle omissioni e alle troppe imprecisioni riscontrate nei verbali, molti dei quali incompleti e tali da richiedere un’attenta e oculata disamina, e chi invece addebita i ritardi unicamente alla  Commissione elettorale centrale che dicono procedere con lentezza nella verifica dei conteggi e nel controllo dei relativi verbali.

Pur volendo comprendere che il lavoro di controllo debba essere necessariamente meticoloso e rigoroso, non si possono obiettivamente giustificare i ritardi finora accumulati, che finiscono con l’aggravare i problemi della nostra comunità, cui servono, e con assoluta urgenza, organi amministrativi nel pieno dei poteri. Del resto non si può fingere di non vedere i tanti segnali di malessere che provengono dalla nostra comunità.

C’è il disagio che attraversa il mondo dei giovani, il dramma della disoccupazione, sotto gli occhi di tutti. Poi ci sono i problemi come la sicurezza, la manutenzione del verde pubblico, la riqualificazione delle periferie, i trasporti, il completamento degli impianti sportivi, e l’elenco potrebbe continuare ancora a lungo.

E’ per questo che occorre un luogo, il Consiglio comunale appunto, in cui confrontarsi a viso aperto, in cui la discussione politica, franca e sincera, senza pregiudizi ma capace di superare divisioni in molti casi del tutto strumentali, ristabilisca un clima più sereno, improntato ad una maggiore tolleranza.

I toni sguaiati, il conflitto perenne con gli amministratori e la violenza verbale danneggiano la città, la sua storia, sfigurano la sua identità: sono solo il sintomo di una politica debole.

Infine un’ultima annotazione: si lasci lavorare la Magistratura, senza interferenze e senza pressioni, soprattutto senza tifo da stadio. i processi si fanno nelle aule dei Tribunali e non nelle piazze o sui giornali. Già troppe volte, anche nel passato più recente, si sono imbastiti processi approdati poi nel nulla.

Processi che però hanno cambiato il corso della storia e consentito alla magistratura di dettare i tempi alla politica, finendo per selezionarne, attraverso lo stigma di indagini e processi troppe volte del tutto inutili, la sua stessa classe dirigente. E non è stato un grande giovamento per il corretto gioco democratico.

Lo scrive in una nota Aniello Salzano di Popolari e Moderati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. quello che era in Forza Italia è faceva fi ta di fare opposizione e a De Luca, quello che ha il figlio sistemato da De Luca, quello che era sulla.segreteria di Napoli alle ultime elezione per accoglierlo in trionfo. Aaaaa e alloraaaaa….

  2. Caro Salzano, hai voglia di aspettare!!! Con tutti gli imbrogli che ci sono stati, chi vuoi che dia il via libera per la proclamazione degli eletti? Nessuno, ovviamente!! Ed i tempi si allungano e si allungheranno sempre più. E’ il prefetto che è in notevole ritardo, perchè dovrebbe immediatamente commissariare il comune, sanzionare pesantemente quei presidenti di seggio e scrutatori, conniventi con gli indagati, dove gli imbrogli sono evidenti (candidati con nessun voto, neanche il proprio: è assurdo!!).

  3. Guarda… chi parla io voglio che la magistratura faccia casino, ovvio ormai i de Luca sono amici tuoi

  4. … questa situazione è il segno eloquente che si ritenevano intoccabili‼️ Questo è il sistema‼️ È un sistema generato dopo le disgrazie di Giordano e la salita in auge del creatore di Salerno & Campania.
    Si sta avvenendo tutta questa melma a galla… si sono rotti i campanelli❓

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.